20°

32°

Parma

Io e la crisi - "Sono in cassa integrazione, se tornassi indietro investirei su un mestiere manuale" E Claudio: "Ti aspettiamo negli Usa"

Io e la crisi - "Sono in cassa integrazione, se tornassi indietro investirei su un mestiere manuale" E Claudio: "Ti aspettiamo negli Usa"
Ricevi gratis le news
12

Il nostro articolo sui giovani neo-laureati ha aperto un dibattito molto interessante. E merita di essere segnalata in modo particolare la mail che ci ha inviato Marcus 79, un lettore 30enne che ci racconta così i suoi faticosi primi passi nel mondo del lavoro, la sua situazione attuale e le prospettive. Ecco la sua lettera:

Marcus79
 

 "Ottimisti, ottimisti...credo che in Italia siano in pochi ad esserlo. E chi lo è di certo percepisce stipendi a doppia cifra. In Italia le diseguaglanze sociali sono in aumento ed a rimetterci sono le fasce sociali meno tutelate, prima tra tutte quella dei disoccupati e dei giovani (i contribuenti del futuro, quelli che pagheranno la pensione alla classe dirigente di oggi, quelli che la pensione non la vedranno mai, quelli che dovrebbero rilanciare l’economia con i loro consumi). Ho 30 anni e da 3 sono sul mercato del lavoro. Ho lavorato in 5 aziende. Cerco di fare dei colloqui e la perplessità maggiore che i miei interlocutori hanno è proprio legata all’”eccessivo numero di aziende nel quale ho lavorato”. Mi si chiede: “Come mai così tante aziende cambiate? Sei poco determinato? Non riesci ad integrarti nel contesto aziendale?. Il mio “ma vaff...” sorge spontaneo, ma muore sulle labbra... Vagli a spiegare tu che in questi anni ho conosciuto tutti i tipo di contratto possibili: dal co.co.pro all’interinale, dal formazione lavoro al determinato , e quando finalmente, proprio a 30 anni, raggiungo l’indeterminato…l’azienda fallisce!!! Ora ho una fantastica cassa integrazione sulla quale fare affidamento.
"Tornassi indietro imparerei un mestiere manuale e investirei sull’arte del mestiere. Brutto a dirsi, ma la cultura non paga ed il mondo di oggi ne è la triste dimostrazione. Nonostante questo, ragazzi neo-laureati, siate grintosi, organizzate la ricerca del lavoro come se fosse la vendita delle vostre capacità, usate i canali internet, siate “commerciali di voi stessi”, seminate il più possibile senza farvi scoraggiare dal momento. L’unica speranza oggi è non avere speranza ed essere consapevoli del momento in cui si devono abbandonare i sogni che da giovani fanciulli innocenti ci eravamo posti per rivedere gli obiettivi alla luce della realtà che oggi ci troviamo affrontare. Quindi, nonostante tutto... forza e coraggio!!! "

Claudio, invece, invita Marcus79 a trasferirsi negli States: "Ti aspettiamo io e tanti altri italiani"

E voi che cosa ne pensate ? Proseguite il dibattito nello spazio commenti di questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • luca

    11 Novembre @ 07.22

    "capisco perfettamente lo sfogo di questa persona,in quanto ci sono passato anch'io.... sono stato licenziato da un giorno all'altro,da una ditta di cui non farò il nome.... così, da un giorno all'altro.... ho sempre fatto il mio lavoro,non ho mai rotto le scatole a nessuno e mi sono sempre fatto un c**o così.... anzi,erano loro che le rompevano a me..... riconoscimenti e gratifiche,neanche nell'anticamera del cervello..... al giorno d'oggi quelli che fanno strada sono i "lecchini"..... la meritocrazia è gia' morta da un pezzo..... poi,quando non gli servivo piu',mi hanno dato una bella "sbarata" nel c**o....

    Rispondi

  • Americana

    10 Novembre @ 17.06

    The American dream died a long time ago....la disoccupazione negli USA - 10,2% ... con il dollar basso (quasi la meta del euro) meglio l'europa.

    Rispondi

  • lucio

    10 Novembre @ 13.20

    Condivido pienamente le considerazioni di Marcus79. Quasi certamente all'estero vengono valutate molto più che in Italia i titoli di studio e le competenze, anche dal punto di vista economico. Non tutti però per vari motivi hanno la possibilità di emigrare. In più non si capisce perché persone che all'estero vengono giustamente valutate per quel che valgono e raggiungono grandi obiettivi in Italia finiscano per doversi accontentare di quello che trovano. Forse molte aziende Italiane, come le università, sono in mano a dei baroni? Forse non c'è il coraggio di scommettere sui giovani? Forse le agenzie di collocamento/uffici risorse umane delle aziende non sono in grado di dare il giusto valore a chi si presenta da loro in cerca di lavoro? Forse all'estero sono stupidi perché pensano che i nostri laureati sono buone risorse?

    Rispondi

  • valter vitali

    10 Novembre @ 12.49

    E' vero, c'e' la crisi. Io da semplice ragioniere ho avuto la fortuna di trovare un lavoro venti anni fa (era l'ormai lontano 1989). Ma vedo anche una grossa differenza coi tempi di allora. Ci si accontentava di piu' per iniziare almeno a lavorare. Io avevo iniziato come commesso in un centro commerciale e poi......IMPIEGATO IN UNA GROSSA AZIENDA !! Ma la fortuna non piove dal cielo e bisogna cercarsela. Ci sono lavori considerati umili che nessuno vuol fare perche' duri rispetto al "magro" stipendio. Ma da qualche parte bisogna iniziare. Ho sentito di ragazzi presentarsi in certi bar per fare gli apprendisti e poi dire: "Ma versamente io al sabato e alla domenica voglio essere libero": proprio i giorni in cui il locale aveva piu' bisogno. Bisogna anche cambiare la mentalita' e adattarsi molto di piu' e incrociare le dita. Se non riesci subito riprova e riprova ancora..... Incrociando le dita !!!!

    Rispondi

  • Claudio

    10 Novembre @ 06.34

    Ti capisco.......io sono negli USA.....ti aspettiamo io e tanti altri italiani.

    Rispondi

    • gian

      10 Novembre @ 11.50

      Vuoi dire che negli USA in questo momento é piú facile trovare lavoro?? non credo dai....

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Furto in casa Gassmann: rubati anche i cimeli di papà Vittorio

Alessandro Gassmann in una foto d'archivio

ROMA

Furto in casa Gassmann: rubati anche i premi di papà Vittorio

Scarlett Johansson è l'attrice più  pagata  del 2018 secondo Forbes

CINEMA

Scarlett Johansson è l'attrice più pagata del 2018 secondo Forbes Foto

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

TABIANO

Un giorno in piscina: «Colline d'acqua», suggestivo scenario Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Tragico schianto a Martorano: muore una donna

incidente

Tragico schianto a Martorano: muore una 28enne

Monchio

Mirko, morto sotto il ponte per lo zelo per il lavoro

PIAZZA GHIAIA

Fotografa un gruppo di immigrati: minacciato e aggredito

1commento

domenica

Parma-Udinese: ecco le modifiche alla viabilità per il via al campionato

eurosia

Ruba, si barrica nel bagno del fast food e poi prova a picchiare i vigilantes

VIABILITA'

Via Pontasso, riparte il cantiere del sovrappasso

3commenti

WEEKEND

Trota e torta fritta, castelli e cavalli: è l'agenda della domenica

FIDENZA

Da via Illica al sottopasso di via Mascagni: la mappa dei cantieri

animali

Il piccolo della coppia di Aquila reale di Riana soccorso in un cortile: le foto

Collecchio

«Perché via Verdi è così trascurata?»

Corniglio

La chiesa di Graiana riaperta dopo 10 anni

Intervista

Maxx Rivara: «Gli Emotu a Deejay on stage»

IL PERSONAGGIO

Mazzadi, l'Indiana Jones della Valtaro

genova

Trovato il corpo di Mirko: originario di Monchio era l'ultimo disperso. Muore un ferito: le vittime sono 43

carabinieri

Arriva anche a Parma la droga etnica: due arresti in via Cenni

terremoti

Scossa di 2.4 nella zona di Borgotaro: avvertita da diverse persone

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La colonna sonora della strage di Genova

di Michele Brambilla

COMMENTO

La Freccia di Ferragosto e Parma «interconnessa»

di Francesco Bandini

3commenti

ITALIA/MONDO

paura

Scossa di magnitudo 8.2 alle isole Fiji. Indonesia: nuovo terremoto a Lombok, magnitudo 6.3

Genova

I funerali di Stato e l'applauso ai vigili del fuoco: foto. Mattarella: "Tragedia inaccettabile". L'ad di Autostrade: "Mi scuso profondamente". In 8 mesi nuovo ponte

SPORT

Serie A

Parte a rilento l'avventura di DAZN

1commento

Serie A

La Juve batte il Chievo, Ronaldo, 90 minuti senza gol

SOCIETA'

Pietrasanta

Struttura in legno in riva al Twiga, il capogruppo Pd chiede spiegazioni

2commenti

Alopecia

Far ricrescere i capelli si può: nuova tecnica tutta italiana

ESTATE

capoliveri

Tartatughine fuori dal nido tra i bagnanti all'Elba

ausl

Punture di insetti, meduse, pesci, vipere: ecco cosa fare (e gli errori più gravi)