14°

26°

Parma

La sfida ai problemi dell'alimentazione globale - Guido Barilla: " L'industria non sia passiva"

La sfida ai problemi dell'alimentazione globale - Guido Barilla: " L'industria non sia passiva"
Ricevi gratis le news
1

Dieci mesi di lavoro e di studi; cinque position paper pubblicati sui temi della crescita sostenibile, del cambiamento climatico, della salute e dell’accesso alle risorse alimentari; raccolta di contributi e idee da opinion leader di tutto il mondo: queste le attività svolte durante il 2009 dal Barilla Center for Food & Nutrition, che riunisce oggi a Roma il primo International Forum on Food & Nutrition. Intervengono esperti e studiosi provenienti da molti Paesi per condividere e arricchire.


«L'industria non può avere solo un ruolo passivo sul problema della sicurezza alimentare, ma deve essere invece partecipe dei problemi collegati, comprenderli, per dare maggiore profondità all’offerta». Lo ha affermato in apertura di convegno  Guido Barilla. «In seguito alla crisi alimentare determinatasi dalla drammatica impennata delle materie prime agricole – ha aggiunto – c'è stata una mobilitazione mondiale per affrontare l'emergenza che anche noi, come operatori commerciali, abbiamo vissuto direttamente».
«Perciò – ha concluso Barilla – abbiamo avvertito la necessità di approfondire i macro-temi legati alla nutrizione,esplorando tutte le tematiche legate alla catena alimentare attraverso un nostro gruppo di qualificati esperti in tutti i settori collegati all’alimentazione» 
 

"Nel 2050 avremo altri 2,3 mld di persone da sfamare - ha detto Mario Monti -: per questo servono incisive azioni correttive a livello nazionale. Io ho apprezzato l'intuizione, l'impegno e l'entusiasmo di Guido Barilla: questa iniziativa serve ad accrescere la consapevolezza. Il problema principale da risolvere in futuro sarà quello della governance: occorre rafforzare i meccanismi di governance globale. Il cibo deve avere un ruolo importante nell'agenda politica ed economica internazionale. La crisi ha suscitato risposte e interventi di carattere finanziario, ma ci sono anche tematiche più importanti finora rimaste ai margini. Speriamo che il lavoro del Barilla Center for Food & Nutrition possa apportare un aiuto importante in questo senso".
 
Lucio Stanca è poi intervenuto dicendeo che "L'Expo del 2015 che avrà come tema l'alimentare avrà più attenzione ai contenuti, sarà una riflessione anche sui limiti del nostro progresso e non solo una dimostrazione di forza come è stato fino a qui".

LE CONCLUSIONI DI GUIDO BARILLA - “Noi abbiamo condotto questa attività di analisi e approfondimento per un anno sui temi fondamentali dell’agroalimentare con un taglio scientifico ma nuovo, sostenuto dal valore delle opinioni delle persone. Abbiamo tentato di dare indicazioni puntuali e possibilmente operative sui temi più importanti  e, cosa  importante, abbiamo assunto delle posizioni.
In particolare abbiamo tre linee guida che ispireranno i prossimi anni di lavoro: sistema, educazione e responsabilità.
Il primo punto è la volontà di fare un sistema: non è più rinviabile un’ideazione di azioni comuni fra tutte le filiere per guidare in modo coordinato lo sviluppo dell’agroalimentare. Vogliamo essere un sistema aperto, capace di dialogare con chiunque, catalizzando i contenuti, costruendo nel tempo un soggetto con una sua autonomia ben identificabile capace di dare informazioni seguendo un unico  criterio: il valore scientifico. Vogliamo diventare un soggetto “intelligente” e l’anno prossimo moltiplicheremo le occasioni di incontro.
 

Poi l’educazione. Solo attraverso l’informazione e l’educazione si ottengono risultati. Vogliamo informare i media, gli addetti ai lavori e il pubblico che ha bisogno di conoscere i temi di cui noi trattiamo. Anche perché sono le persone che possono ispirare i comportamenti della politica.
Infine la responsabilità. La Barilla è un attore della filiera, siamo produttori di beni, l’industria ha una profonda responsabilità, deve dare peso alle informazioni raccolte - da noi e da altri -  per ispirare le strategie future di ricerca delle materie prime, qualità, approvvigionamento, processi.
Il Barilla Center for Food and Nutrition, in conclusione, non è un’operazione commerciale, parleremo chiaramente dei temi che affrontiamo. E la nostra squadra è pronta ad affrontare questo compito con grande entusiasmo.”

Il Barilla Center for Food & Nutrition è un centro di pensiero e proposte dall’approccio multidisciplinare che affronta il mondo
della nutrizione e dell’alimentazione mettendolo in relazione con le tematiche ad esso correlate: economia, medicina,
nutrizione, sociologia, ambiente. Organismo garante dei lavori del Barilla Center for Food & Nutrition è l’Advisory Board, composto da: Barbara Buchner, ricercatrice presso l’International Energy Agency di Parigi (IEA), Mario Monti, economista, Gabriele Riccardi, endocrinologo, Camillo Ricordi, chirurgo e scienziato, Joseph Sassoon, sociologo, Umberto Veronesi, oncologo.

Guarda il video, tratto dal sito, in cui Guido Barilla illustra il progetto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gianfranco pazienza

    04 Dicembre @ 09.05

    da tre anni sto svolgendo un lavoro-progetto in madagascar che può riguardare anche la sicurezza alimentare, associando ad una vasta riforestazione a fini bioenergetici, colture intercrooping ad uso alimentare, da destinare al paese. c'è molta esperienza da poter condividere la riflessione.

    Rispondi

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon  Gallery

newcastle

Giallo, trovata morta nella sua casa l'ex miss Gran Bretagna Sophie Gradon Gallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

12Tg Parma

Ladri scatenati a Felino: settimana di furti in paese

SORBOLO

Si sente male in casa, salvato da sindaco e carabinieri Video

PARMA

Lauryn Hill entusiasma la Cittadella: le foto della serata

agenda

E' il sabato di San Giovanni, ecco tutte le tortellate (e non solo)

LUTTO

Addio a Benecchi, storico oste di borgo dei Grassani

3commenti

PARMA CALCIO

Caso sms, la rabbia di Lucarelli: "Danno pesantissimo all'immagine del club" Video

2commenti

PARMA

Spaccio in Oltretorrente, i residenti: "Chiediamo l'identificazione dei clienti" Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Censimento dei rom e schedature più urgenti

di Filiberto Molossi

6commenti

EDITORIALE

Contro il Parma il più assurdo dei processi

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

Gran bretagna

Centomila persone in piazza contro la Brexit

ROMA

La morte dello chef Narducci e dell'assistente: automobilista indagato per omicidio stradale

SPORT

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

FORMULA UNO

Mercedes davanti a tutti: non è solo questione di gomme

SOCIETA'

cultura

E' morta Chichita, la moglie di Italo Calvino

SOS ANIMALI

Cani da adottare Foto

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse