16°

21°

Parma

Lettera aperta - I genitori di Giorgia ringraziano commossi

Lettera aperta - I genitori di Giorgia ringraziano commossi
Ricevi gratis le news
3
"Non riusciamo più a contarli; non siamo più in grado di stimare quanti – effettivamente – siano le mamme e i papà, i nonni e i nipoti che conoscono e amano la nostra bambina. 
Siamo costretti ad approssimare, basandoci sul totalizzatore di un sito che ha regalato a Giorgia, quindi a noi, una notorietà tutta positiva ma non richiesta. Diamo un senso a ogni giorno, schiacciato da un dolore che proviamo a soffocare, grazie ai messaggi e ai gesti di questo esercito apparentemente infinito di parenti acquisiti. 
Non sappiamo più come esprimere loro gratitudine tanto è commovente la partecipazione di chi – pur attraverso una tastiera – c’è, e si fa sentire; dà il buongiorno a Giorgia, le offre un biscotto fabbricato con l’immaginazione – dolcissimo – e una tazza di latte fumante; a metà mattina le accarezza il viso e a pranzo avvicina il seggiolone al desco per renderla protagonista, unica, del pranzo di famiglia; il pomeriggio è il turno della merenda e dei cartoni animati che qualsiasi grande guarda accanto a lei con inaspettata presenza; a sera la cena e un bacio a labbra umide sulle sue guance tonde ma piccolissime come una bambina di 16 mesi non dovrebbe avere.
Sono con Giorgia grazie a un computer i nostri centomila parenti, ma è come se – prima - fossero stati in un salone immenso accanto al nostro “monolocale” nell’ospedale di Parma, pronti a turnarsi senza sosta per assicurare cucchiai di pappa e giocattoli alla piccola, e ora fossero a Parigi, stipati negli alberghi nei dintorni del Necker per continuare a garantirle cure da mamme e da nonni.
Siamo circondati, felicemente sopraffatti da un affetto per risarcire il quale i “grazie” sembrano non avere più il significato che vorremmo; non vorremmo si sbiadisse per il troppo reiterarlo, ma non possiamo fare diversamente. 
Sappiate quindi, nostri commoventi “parenti”, che ogni grazie che dice Giorgia (lo pensa e lo traduce in mani che si tendono), che sospira Elisa, che conferma Salvatore, e Tamara e Daniela, e tutti i parenti d’anagrafe della nostra bimba, è un grazie che vale come il primo, detto al principio col valore che hanno tutte le cose fatte e dette una volta sola.
Siete la nostra maniglia, l’appiglio a cui ci sorreggiamo perché il dolore che taglia le gambe, che accende la schiena con brividi mai provati, non ci sfianchi. Siete una maniglia di rara fattura; la immaginiamo di metallo pregiatissimo, solida, che mai abbandona chi ha bisogno di un sostegno. Però cari “zii” reali e virtuali - e siamo sicuri comprendiate fino in fondo il senso di queste parole - quella maniglia non l’avremmo voluta; non avremmo voluto essere una “Notizia”, una foto appesa negli uffici, un conto corrente segnato sull’agenda, una fila in banca, un pensiero costante che accompagna il cappuccino, l’attesa al semaforo, i panni da asciugare. Non abbiamo richiesto quella notorietà che deve arrivare dai libri e dai dischi, non dalla complessità di una malattia che, purtroppo, accende l’interesse (e il sentimento) quanto più è difficile da contrastare. Avremmo desiderato essere anonimi, amati da dieci persone e non da centomila, avremmo voluto perfino i non apprezzamenti per la bellezza della nostra bimba che, non fosse stata sfregiata da questo male, sarebbe stata notata solo da parenti e amici incontrati tra le luminarie della festa.
Quella maniglia però ci è stata offerta da un destino con cui facciamo i conti e niente più; spesso gli urliamo contro, ma senza esternarlo, consapevoli che serva solo ad assecondare il bisogno fisiologico di uno sfogo. Non ci abbandoniamo all’interrogativo che spegne ogni resistenza, al “perché proprio a noi” che – se ascoltato – porta a tirare i remi in barca e a farsi travolgere dalle onde.
Il sostegno primo è la fede, la fiducia nella Provvidenza che dispone al meglio le cose, creando dal nulla – per esempio – la maniglia dei nostri motivatori. 
Non vogliamo soffermarci, in questo appello implicito, sulla necessità dei tantissimi soldi di cui sapete, ma sulla “strategia” migliore da usare per aiutare concretamente Giorgia.
Vi ringraziamo ancor più di quanto siamo capaci di fare, cari Amici, se misura ed equilibrio – mai polemiche - continueranno a caratterizzare ogni gesto per la bambina. Ogni messaggio su Internet, ogni passaggio sui giornali, ogni frase detta per strada condiziona il fragilissimo equilibrio costruito intorno a Giorgia. 
Siamo infinitamente grati a tutti, da chi lascia sulla bacheca della nostra “casa digitale” la frase di sostegno più breve a chi ci aiuta a diffondere nei media la nostra storia, a chi – nel silenzio, ricoprendo nella società ruoli fino ai più importanti – si spende ogni giorno per rendere meno sdrucciolevole la strada su cui - speriamo presto - sgambetterà Giorgia.
Non sappiamo affrontare, da famiglia ordinaria quale siamo, i sospetti delle truffe, i commenti obliqui, le considerazioni sommarie che nostro malgrado ci mettono in grave difficoltà.
Non abbiamo una squadra di legali, di giornalisti, di psicologi con cui combattere questa battaglia. Abbiamo solo una maniglia di platino, forgiata da Voi. Che domani, quando Giorgia si dibatterà tra equazioni e motorini, fonderemo nella testiera del suo letto, perché possa dormire il più vicino possibile al cuore della Vostra bambina".
Famiglia Pagano Barone   ( I genitori di Giorgia)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • katia

    21 Maggio @ 05.07

    come fare per prendere un appuntamento all ospedale necker grazie katia

    Rispondi

  • Donnicola Marcello

    24 Dicembre @ 15.50

    Buone feste piccola Giorgia,la tua mamma il tuo papà,e tutte le persone che ti vogliono bene ti saranno sempre vicinni..................ciao

    Rispondi

  • Raffaele G.Pluchino

    24 Dicembre @ 02.03

    Buon Natale, dolcissima Giorgia!Gesù Bambino porti serenità e speranza a te e ai tuoi cari genitori.Auguri!Un nonno!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant  convola a nozze con Anna Eberstein

cinema

Tre figli e... un matrimonio: Hugh Grant convola a nozze con Anna Eberstein

L’ex gieffina Veronica Graf rilancia: presto in Italia per presentare la sua prima collezione di costumi

TELEVISIONE

Da Grande Fratello e Sex Time alla moda: Veronica Graf lancia una linea di costumi

Proposta di matrimonio sugli spalti di San Siro

Immagine da Sky Sport

MILANO

La proposta di matrimonio arriva con uno striscione... a San Siro

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna

FOTOGRAFIA

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna Foto

Lealtrenotizie

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

PARMA

Alimenti preparati fra sporcizia e scarafaggi: chiusi due locali in strada dei Mercati e in via D'Azeglio Foto

7commenti

Fidenza

Camion perde una lastra di cemento a San Michele Campagna Video

Paura per una donna incinta, al volante dell'auto dietro al camion: è stata portata al pronto soccorso

PARMA

Grosso ramo cade in via XXII Luglio: strada chiusa, disagi anche sullo Stradone Foto

Problemi al traffico nel tardo pomeriggio anche in Strada Elevata a causa di un incidente

ANTEPRIMA GAZZETTA

Uccisa un'oca al Parco Ducale: è polemica

La promozione del Parma: analisi, dati e curiosità

noceto

Esplosione alla Polveriera: un operaio di 37 anni in Rianimazione

1commento

Spavento

Bimbo scappa dalla materna. Trovato dopo mezz'ora

4commenti

regione

Via libera alle fusioni Colorno-Torrile e Sorbolo-Mezzani. Entro l'anno il referendum

REGIONE

Borgotaro: è nato il tavolo di controllo ambientale sulle emissioni Laminam

Il Tavolo di garanzia sarà coordinato da Paola Gazzolo

12 tg parma

Domenica festa-promozione con Lizhang. Serie A: ecco le date-chiave 2018-2019

Quattro squadre dell'Emilia-Romagna si affronteranno nella massima serie. Si inizia il 19 agosto

PARMA

Peppe incontra... Giuseppe: il maestro Vessicchio sulla panchina di Verdi

1commento

VIABILITA'

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

POLITICA

Intesa Lega-M5S: alta affluenza nei gazebo a Parma e provincia Video

La cronaca e le interviste del 12 Tg Parma

Polemica

Ubriachi in via D'Azeglio. Protesta dei residenti

PARMA

Intonaco pericolante: via Garibaldi chiusa questa mattina Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

In strada

Ciclisti e automobilisti, convivenza difficile

7commenti

carabinieri

Lite in via Europa: accoltellato un 21enne dominicano

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quelli delle Br non furono “errori”: furono crimini

di Michele Brambilla

3commenti

L'ESPERTO

Lavorare per una società straniera: ecco come muoversi

di Daniele Rubini e Davide Manzelli

ITALIA/MONDO

ancona

Litiga con la moglie, le spara col fucile da caccia e la uccide

firenze

Albero cade su un bus turistico: 5 feriti Foto

SPORT

parma calcio

Lucarelli: "E ora possiamo dire a chi ci ha fatto male: 'Siamo tornati' " Video

2commenti

L'INTERVISTA

L'ad Carra: «Parma in A con merito e sofferenza»

SOCIETA'

Band

I Nomadi venerdì a Salso, intervista a Carletti

LA PEPPA

La ricetta Crostatine alle pesche, dolci che fanno gola a tutti

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuovo Vw Touareg, il Suv supertecnologico Foto

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più