19°

30°

Parma

"Ridateci il treno delle 7.36": il calvario dei pendolari

"Ridateci il treno delle 7.36": il calvario dei pendolari
Ricevi gratis le news
9

di Francesco Bandini 

Se tutti i giorni sei costretto a stare fuori di casa dalla mattina alla sera perché il posto di lavoro non ce l'hai proprio dietro l'an­golo, ma a Milano, ogni volta che ti cambiano gli orari dei treni e ti costringono a uscire un po' pri­ma e a fare ritorno un po' più tardi, senti che quello è tempo rubato alla tua vita, anche se si tratta «solo» di una mezz'ora o di un'ora. Rubato perché è tem­po sottratto alla tua famiglia, al­la tua casa, al piacere di stare nella tua città; perché hai la cer­tezza che sia tempo perso inu­tilmente in un viaggio che po­trebbe essere più veloce, su treni più puntuali, in orari realmente studiati per chi viaggia tutti i santi giorni.
E'  la spiacevole sensazione che provando i tanti pendolari par­migiani che ogni mattina pren­dono il treno per andare a la­vorare a Milano, e che ieri la «Gazzetta di Parma» ha accom­pagnato in uno dei loro sposta­menti quotidiani. E lo pensano ancor di più dallo scorso 13 di­cembre, quando il nuovo orario delle Ferrovie dello Stato entrato in vigore quel giorno ha riservato loro qualche spiacevole sorpre­sa: cancellato il regionale delle 7.19; l'Eurostar city delle 7.36 po­sticipato alle 8.10, per di più sen­za la fermata fondamentale a Mi­lano Rogoredo (dove si prende la metro che ti porta in centro); un nuovo regionale introdotto alle 7.05, di fatto però inservibile per­ché impiega quasi due ore per arrivare a destinazione.
Risultato: in una delle fasce orarie più calde per gli sposta­menti dei pendolari, ovvero dalle 7.05 alle 8.10, adesso di fatto non ci sono più treni diretti al capo­luogo lombardo.

Leggi l'inchiesta sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • VINCENZO R

    02 Febbraio @ 11.21

    Grazie alla Gazzetta per il lavoro professionale e meritorio. Aggiungo solo ai giusti commenti che il nuovo treno delle 8.10, oltre a non rispondere alle esigenze dei pendolari, è anche partito da Parma SEMPRE in ritardo (e solo 4-5 volte con recupero in arrivo) dalla sua attivazione il 13 dicembre (quando non soppresso). Sempre. Tutti i giorni. Ma proprio tutti!! Tra i 10 e i 30 minuti, stando alla segnaletica delle ferrivie. (e proviene da Bologna pure...)

    Rispondi

  • Lino

    27 Gennaio @ 22.35

    Buongiorno a tutti....provate a prendere il regionale per MI delle 8.13....è una cosa indecorosa....in tanti anni di pendolarismo ( 15 ) non ho mai preso una pattumiera simile....provate....provate....

    Rispondi

  • Roby

    27 Gennaio @ 21.16

    Con il nuovo orario ho ben 3 nuove possibilità per andare al lavoro a Milano: 1) alzarmi 40 minuti prima 2) arrivare al lavoro con 40 minuti di ritardo 3) andare in auto e spndere 30 euro al giorno in più. Tutto questo quando non ci sono scioperi, senza ritardi e in assenza di cancellazioni... Grazie Moretti, che vita piatta e monotona sarebbe senza di te!

    Rispondi

  • mario

    27 Gennaio @ 16.53

    e non parliamo della pulizia

    Rispondi

  • ciao

    27 Gennaio @ 12.34

    Oramai non ci sono più parole per descrivere lo stato in cui versa Trenitalia, quello che mette in pratica è nient'altro che una vessazione e rimango sempre più basita da come questo monopolista-azienda privata-a partecipazione statale continui imperterrita a NON offrire un servizio. Già di per sé recarsi al lavoro non mette di buonumore, tantomeno quando devi percorrere più di cento chilometri, in più devi sborsare e metterci un'eternità. Già, perché non solo dal 13 dicembre ci è stato soppresso l'unico treno "decente", ma per di più i prezzi dei biglietti sono aumentati (tra Eurostar City plus e Frecce Bianche). E mai che venga spiegato il motivo dell'aumento. Ci sono più treni? No. Quelli esistenti sono in condizioni migliori, sono più puntuali, le biglietterie efficienti? No, no e no. Quindi, perché? E si aggiunga a questo che l'ad Moretti a Natale ci aveva consigliato di portarci coperte e panini da casa. Ma non si vergognano nemmeno un po'? E' accettabile che nel 2010 viaggiamo con vagoni degli anni Settanta, su rotaie del Ventennio, con percorsi per l'80% a binario singolo (eh sì, ecco perché i treni spesso si fermano nel nulla, per farne passare un altro che ha la precedenza). Citando il magnifico Gioele Dix: "La frase peggiore è quella che il capotreno dice per ultima: "Grazie per aver scelto Trenitalia". Scusa?! Perché, c'era forse un'alternativa?".

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"