17°

30°

Parma

L'addio a Guri fra litanie indù e i «perché» degli amici

L'addio a Guri fra litanie indù e i «perché» degli amici
Ricevi gratis le news
3

di Laura Frugoni

L'India è un miraggio del cuore, un ricordo che fa male. Ieri mattina per l'addio a Gurinder Saini, il diciottenne ucciso un mese fa in piazzale Sicilia, non c'era un tempio indù scavato nella roccia con i bagliori dei fuochi sacri a squarciare la penombra, ma il tempio spartano di Valera con le colonne di mattoni rossi, tutti uguali.
Ieri mattina, l'India la facevano le facce: facce stravolte di una moltitudine arrivata dalla città e dalle campagne della Bassa, gli uomini con i turbanti sulle tenute da lavoro, le donne con i sari che spuntavano dai giacconi pesanti.
Si sono aspettati e ritrovati tutti, in questa mattina livida: i ragazzi dell'Ipsia scesi dal pullman, accompagnati dalla preside Anna Berna e da alcuni professori. Si sono sparpagliati in silenzio sui banchi del tempio, in attesa di non si sapeva bene cosa,  perché non c'era un prete a dire messa, non un rosario da sgranare. Solo la bara di Guri al centro dello spazio e  coperta da un mazzo di fiori, e un religioso in tunica e turbante bianco che arriverà a scandire una preghiera da ripetere insieme.
Quando è entrato il padre di Guri e con lui la parte maschile del corteo, gli studenti sono usciti dai banchi per far posto agli indiani ma alla fine sono rimasti gli uni e gli altri in piedi, disposti a corolla con le schiene appoggiate ai muri. Solo un grappolo di donne - l'ultimo a entrare, con la madre e la sorella di Guri e le loro grida che spezzavano l'aria - è rimasto seduto durante la cerimonia.
L'integrazione che non rimane una parola vuota la puoi scoprire anche in un funerale diverso come questo: dove metà della gente non capisce la litania oscura delle esequie indù e soltanto l'altra metà si toglie le scarpe a un certo punto del rito. E guardando quei due gruppi di adolescenti figli di mondi infinitamente lontani, non puoi fare a meno di confonderli: stesse zazzere sparate dal gel,  stesse scarpe da ginnastica, stessi sguardi persi. Con l'urgenza di spartirsi sulle spalle di ciascuno questo dolore ancora stupefatto per la morte di un compagno di scuola, «uno di noi» in cui fino a ieri scherzavi nel bagno dei maschi o dividevi il panino durante l'intervallo.
I ragazzi dell'Ipsia arrivati ieri mattina al tempio di Valera erano quelli della classe  dove Guri studiava da un mese e di quella dove studia Jaspinder,  l'amico indiano che rimase pure lui ferito dal coltello in quella tragica mattina: ora sta bene, è tornato a scuola.
Ci sono anche alcuni ragazzi albanesi, nemmeno per loro è stato facile il ritorno dalle vacanze di Natale. «Io non so niente di quello che è successo quella mattina - dice uno del gruppetto - Avevo un po' di paura a tornare a scuola, temevo che gli indiani mi guardassero male, e invece non è successo».
In un angolo piangono abbracciate due ragazzine: una tunisina e l'altra pakistana, sono arrivate da Modena in treno («ma questo non scriverlo, perché mia mamma non lo sa»), raccontano che Guri l'avevano conosciuto a Rimini in un meeting per le scuole, e ancora non si capacitano che possa essere morto così, a quindici anni un perchè proprio non lo trovi. Una ha sottobraccio un pacco di fogli: ci sono le foto di Guri scaricate da internet, le fotocopie degli articoli sull'indagine. Un dossier che non serve a rispondere a tutte le domande: «Ma il colpevole pagherà? E il processo quando lo fanno? Spero che stia in prigione il tempo per rendersi conto del male che ha fatto». 
Comincia la parte più intima del rito funebre, i ragazzi dell'Ipsia scivolano fuori e tornano sul pullman. E' il momento dell'ultimo saluto prima della cremazione: la bara viene inghiottita dietro una porta, resta il rumore dei pianti e delle preghiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Saini Nikita

    23 Febbraio @ 16.14

    Guri mi manchi tanto

    Rispondi

    • Robina

      24 Febbraio @ 12.08

      Anche dopo tutto quello che è successo non ti dirò mai addio...peerchè in fondo rimarrai per sempre e ci proteggerai dall'alto. :'(

      Rispondi

  • nikita

    23 Febbraio @ 16.13

    ciao

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

1commento

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Sicurezza, il Comune ingaggia le guardie giurate

Fontevivo

Sicurezza, il Comune ingaggia le guardie giurate

Nella zona del Tardini

Anziana truffata da un finto tecnico Iren

Bellezza

Miss Mondo: le parmigiane Lorena e Fabiana in corsa per il titolo nazionale

Sfida

Giochi delle 7 frazioni: si torna all'antico

Arbitri

La festa delle giacchette nere

FIDENZA

Grande Guerra, torna a casa la piastrina del soldato

Curiosità

Il sindaco di Medesano si sposa con un assessore di Collecchio

Traversetolo

Raid alla Sandrini Legnami. «E' il dodicesimo, non ne possiamo più»

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

1commento

calestano

Cade da una scarpata: un 40enne motociclista è grave al Maggiore

evento

Una suggestiva (senza auto) piazza Garibaldi pronta per la Notte del Terzo Giorno Video

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

CARABINIERI

Banda del caveau: ecco come i malviventi si orientavano nel sottosuolo di Parma Video

2commenti

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

PARMA

Rissa con feriti: la questura sospende per 20 giorni l'attività di un circolo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

Il ristorante: «Il buonumore» - Il «pescato» del giorno nel piatto

ITALIA/MONDO

Il caso

Rossella fu abusata per settimane dalla banda di Izzo

nasa

E' morto Bean, il quarto uomo a sbarcare sulla Luna

SPORT

Calcio

Il Real batte il Liverpool e vince la Champions per la terza volta consecutiva

formula uno

F1, Gp Montecarlo: una "pole" che cambia il mercato piloti

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional