12°

25°

Parma

Moschea, arriva l'ordine di demolizione. Ma il Comune ricorre

Moschea, arriva l'ordine di demolizione. Ma il Comune ricorre
Ricevi gratis le news
14

Il consigliere regionale leghista  Roberto Corradi commenta positivamente una 'Ingiunzione per la demolizione ed il ripristino dello stato dei luoghi' stilata per  il capannone di Parma adibito a moschea l’11 gennaio scorso". Il Comune di Parma replica che contro la sentenza del  Tar che prevede quell'ingiunzione è stato presentato ricorso al  Consiglio di Stato. E la comunità islamica è stata invitata a  chiedere i permessi corretti come «sede di organizzazione  religiosa».
L'ingiunzione, sottolinea Corradi, è stata firmata da un  funzionario del Comune di Parma, intimando al rappresentante  «della Comunità islamica e al suo progettista e direttore  lavori, di demolire entro 60 giorni tutto quello che avevano realizzato, visto che la moschea era abusiva». E un messo  comunale – precisa – ha notificato l’ingiunzione «il 15 gennaio  2010». Si impone così di ripristinare lo stato del capannone  prima della ristrutturazione a moschea, che era stata concessa  dall’Amministrazione di Parma con «ogni sorta di permesso ed  autorizzazione. Per anni – prosegue Corradi – la Lega nord ha  affermato che l’Amministrazione di Parma stava sbagliando tutto,  e per anni l’Amministrazione di Parma ha dipinto i leghisti come  ignoranti. Il 26 novembre 2009 arriva la sentenza del Tar»,  dichiarando «illegittima la collocazione della moschea e  annullando le autorizzazioni rilasciate dal Comune», che «si  affretta a dichiarare che la sentenza del Tar non cambiava  nulla». Lasciando così, continua Corradi, «con il cerino in  mano il funzionario di turno», il quale però, «non volendo  pagare di persona gli errori commessi da politicanti», ha  deciso di firmare l’ingiunzione.
L'assessore comunale Francesco Manfredi replica invitando  «il consigliere Corradi, che ha un ruolo importante nelle  istituzioni oltre ad avere la responsabilità della Lega su  tutto il territorio provinciale, a valutare con serenità il  dovere delle amministrazioni locali di identificare nuovi  percorsi ed azioni per l’integrazione nella nostra comunità dei  nuovi cittadini». Ricorda il Patto di cittadinanza con  l'Associazione culturale islamica che «sta producendo i primi  risultati» e anche che per quel capannone «il Comune di Parma  ha semplicemente confermato la situazione in essere dal 1993  (anno in cui il titolo edilizio fu rilasciato per un centro  culturale con autorizzazione edilizia n.33/93), comportandosi  come la gran parte dei Comuni italiani. In attesa del primo  responso del Consiglio di Stato, che abbiamo sollecitato, si è  informata l’associazione culturale islamica di Parma e provincia  - continua l’assessore – della possibilità di dover chiedere un  nuovo titolo questa volta come sede di organizzazione religiosa,  un atto dovuto in seguito alla sentenza del Tar».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • paolo gonzaga

    03 Febbraio @ 15.27

    MA quale imporre i loro costumi? Ma se chiedono solo un luogo dove pregare, in zona industriale? E che c'entrano le Chiese? Siamo in Italia e deve valere la nostra Costituzione! Poi nel mondo islamico, eccetto Arabia Saudita e in parte i paesi del Golfo ci sono Chiese, senz'altro più che moschee da noi, ma cosa c'entra? I paesi arabi o islamici in generale sono paesi dove regnano dittature feroci, che noi occidente appoggiamo chiamandoli "governi islamici moderati". Cosa c'è di moderato nella repressione di ogni libertà democratica in Tunisia o in Egitto? Come possiamo pensare che i musulmani si integrino e amino la società e lo Stato italiano se non facciamo che privarli di diritti? Perché i musulmani che chiedono di potersi costruire la moschea sono gli stessi che lavorano nelle nostre fabbriche e case ogni giorno. In più l'atteggiamento della Lega è il più pericoloso, perché negando il diritto stesso per i musulmani ad esistere come comunità religiosa non si potrà mai lavorare con loro per un migliore inserimento, con corsi civici sulla Costituzione, sui valori europei, sulla cultura dei diritti e della tolleranza. Rispetto alla legalità poi la Lega è meglio che stia zitta: castelli e Bossi hanno subito condanne, hanno fatto fallire una banca scappando con i soldi dei risparmiatori, appoggiano un governo guidato da un presidente sospettato di avere avuto legami fortissimi con la mafia, pluri-processato e che ha evitato una condanna definitiva solo grazie ad una amnistia di Craxi nel 1989 e poi grazie alle leggi che abolivano i reati da lui commessi (falso in bilancio) o che dimezzavano le prescrizioni per processi dove era già stato condannato in primo grado. La Lega ci sta portando alla rovina come nazione, illudendo i cittadini, quando invece in tutti gli anni che ha governato la situazione è solo peggiorata. 'immigrazione e la clandestinità sono aumentate e tutto perché invece di trovare soluzioni reali e pragmatiche ai problemi si cerca di non affrontarli.

    Rispondi

  • luca

    31 Gennaio @ 14.18

    Giancarlo.... non è che loro vengono qui e abbandonano i loro usi e costumi.....li vogliono imporre a noi.... questa non è sottomissione nei loro confronti.... è l'esatto contrario... o piu' precisamente, INVASIONE.... e sfido chiunque a sostenere il contrario..... stringendo.... TU 6 A CASA MIA E FAI COME DICO IO... SENNO'.... ARIA AI MONTI... PEDALA..... PASSI LUNGHI E BEN DISTESI.... di siffatta gente non ne abbiamo bisogno.... al 90% ien gram.... ci manca altro che tentano di abolire il maiale... moglie e buoi dei paesi tuoi,recita un vecchio proverbio.... qui,ormai è diventata una bomba ad orologeria..... quando scoppierà (e prima o poi succederà, in quanto sento in giro che la gente comincia a stancarsi) per certa gente saranno c***i amari..... una cosa è sicura.... che se la sono cercata..... concludo dicendo che è proprio vero che "la religione è l'oppio dei popoli".... io mi son fortunato a non credere in niente..... e stagh ben da màt.....

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    31 Gennaio @ 11.05

    Il TAR si è pronunciato, sarebbe giusto che il ricorso al Consiglio di Stato lo pagassero personalmente di tasca propria i componenti dell'Amministazione di Parma! Inoltre vorrei ricordare a Franceso Manfredi che le regole di edilizia valgono per tutti i cittadini !!! anch'io per essere integrato bene vorrei allargare la mia casa!!

    Rispondi

  • giancarlo

    30 Gennaio @ 19.57

    Egregio signorr Luca,il mio ragionamento parte dal presupposto che in una società globale come la nostra,inserita in occidente e soggetta continuamente a migrazioni da paesi poveri ed arretrati bisognerebbe ragionare sul che fare e non sul respingimento a prescindere.Anche perchè nella storia non c'è mai stata una nazione che sia stata in grado di affrontare da sola l'impatto di milioni di migranti che si muovono per migliorare le proprie condizioni di vita.Le faccio un esempio a noi vicino.Gli emigranti italiani sono stati circa 20 milioni e la maggior parte di loro si sono diretti verso il nord america,nonostante nella seconda fase della migrazione,le autorità soprattutto degli USA,hanno cercato di limitare l'immigrazione (così come sta accadendo oggi per il Messico).Non è che gli italiani venivano considerati meglio.Queste migrazioni,oltre che a sconvolgere gli assetti sociali,economici e politici hanno avuto ed hanno un forte impatto sui costumi e sulle culture dei paesi in cui sono avvenute ed avvengono e purtroppo non possiamo farci granchè.Allora il problema non è più l'ordine pubblico ma l'atteggiamento culturale che abbiamo nei confronti di questi cambiamenti epocali.Non mi si venga però a parlare di integrazione,nel senso che chi usa questo termine sottindende l'abbandono da parte dei migranti della loro identità e cultura.Questa si che sarebbe sottomissione.Io preferisco parlare di interazione nel senso che la nostra cultura può interagire e conoscerne altre ed arricchirci reciprocamente.Questa è la strada che probabilmente la mia generazione non riuscirà a percorrere perchè intrisa da troppi pregiudizi ma che sicuramente sarà percorsa dalle prossime generazioni.

    Rispondi

  • Giuseppe Camerlingo

    30 Gennaio @ 15.32

    la tolleranza è uno dei valori fondamentali della cultura occidentale moderna, oltre che del cristianesimo come dell'islam. Forse i padani/celti non si riconoscono nei valori occidentali?

    Rispondi

    • chiara

      30 Gennaio @ 17.03

      sarà anche cero,ma non è possibile che mi senta estranea a casa mia.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna

Sudafrica

Leoni, zebre, rapaci: il fascino della natura africana vista da un giovane di Soragna Foto

«Ballando con le stelle 2018»: i vincitori sono Cesare Bocci e Alessandra Tripoli

televisione

«Ballando con le stelle 2018», vincono Cesare Bocci e Alessandra Tripoli

Attrice denuncia Luc Besson per stupro, lui nega ogni accusa

cinema

Attrice denuncia Luc Besson per stupro, lui nega ogni accusa

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'auto del futuro? Anche diesel: l'Euro6d è pulito. Ma il parco italiano è vecchio

UNRAE

L'auto del futuro? Anche diesel: l'Euro6d è pulito. Ma il parco italiano è vecchio

Lealtrenotizie

Lite fra sudamericani finisce con denuncia

carabinieri

Lite in via Europa: accoltellato un 21enne dominicano

2commenti

GAZZAREPORTER

Forte temporale in Valceno

PARMA

Gag, giochi e tanti sorrisi: la giornata dei clown Vip in piazza Garibaldi Foto

CALCIO

A Iacoponi e D'Aversa i voti più alti

festa

"BentornAto in A": esplode la gioia sui social di tutto il mondo Gallery

Frosinone-Foggia

Non solo Floriano: guardate la parata di Noppert al 91'

Ricordo

La Corsa di Tommy e Marco Federici Gallery: chi c'era - Video

WEEKEND

Una domenica tra Appennifest, vino e fattorie aperte: l'agenda

truffa

Si spaccia per poliziotto e finge la vendita di uno smartphone: denunciato un 57enne

12 tg parma

Schianto, resta gravissimo il 42enne di Collecchio

PARMA

Una domenica con la Festa del vino in via Bixio Foto

LA FESTA

Una notte per salutare la A

CALCIO

"Facce da tifosi": foto dalla lunga notte della promozione

Ecco una serie di scatti dalla festa più bella per il Parma calcio

AVEVA 57 ANNI

Se n'è andato Giovanni Molossi

FIDENZA

Addio a Umberto Zanella, una vita in viaggio

BUSSETO

L'addio all'avvocato Trabucchi sulle note di Verdi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Non solo calcio. Così Parma in tre anni ha vinto tutto

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Ristorante da Giovanni», una tappa-culto per gourmet e appassionati

di Chichibio

ITALIA/MONDO

chieti

Lancia la figlia da un ponte A14 e minaccia il suicidio

3commenti

Anniversario

Terremoto: 6 anni fa la prima scossa che ha ferito l'Emilia Foto

SPORT

MOTOGP

Francia; trionfo Marquez, poi Petrucci e Rossi

ciclismo

Giro d'Italia: Yates vince anche a Sappada ed è sempre più in rosa

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, quel “Libro” da scoprire Video

usa

Ex modella di Playboy si getta dal 25/mo piano con il figlio di 7 anni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuovo Vw Touareg, il Suv supertecnologico Foto

IL TEST

Mercedes Classe A, l'auto che parla? C'è molto di più