15°

26°

Parma

Il cellulare anti-Islam? Era a Cortile San Martino

Ricevi gratis le news
0

La «centrale telefonica» del Fronte cristiano combattente? In un cestino dei rifiuti a Cortile San Martino. E' qui, lungo l'Autosole, che ha fatto tappa la Digos di Milano impegnata nelle indagini sul gruppo ritenuto responsabile di attentati anti-Islam. Nel cestino era infilato - probabilmente in un angolo nascosto della struttura che regge i sacchetti cambiati ogni giorno - il cellulare utilizzato come recapito dall'organizzazione. Al telefonino i poliziotti sono arrivati grazie alle indicazioni di Maurizio Peruzzi, il cosiddetto «secondo uomo» del Fronte, arrestato l'altra sera nel Piacentino. Un'inchiesta che corre lungo l'asse della via Emilia: a Parma il cellulare, nel Piacentino il secondo uomo.

E a Milano (città nella quale sono stati compiuti gli attentati anti-Islam) il primo arresto, quattro giorni fa: in manette, Roberto Sandalo, ex militante di Prima Linea. Sandalo avrebbe ammesso di essere l'autore degli attentati incendiari a due auto accanto alla moschea di via Quaranta a Milano. L'ipotesi degli investigatori è che tutti i raid anti-Islam - a partire da quello al Fondaco dei Mori, nell'agosto del 2006 - portino la sua firma e del suo presunto complice. Incastrato dalle intercettazioni ambientali, Sandalo avrebbe negato di nutrire «odio o pregiudizio verso alcuna religione o razza».

La sua battaglia sarebbe invece «contro il totalitarismo islamico e i fondamentalismi che inneggiano alla guerra santa». Peruzzi, 52 anni, perito chimico residente in un cascinale a Molino Rizzo di Nibbiano, in val Tidone, a una cinquantina di chilometri da Piacenza, secondo gli accertamenti avrebbe fornito le sostanze chimiche, il diserbante e le istruzioni a Sandalo per confezionare gli ordigni. Inoltre, è ritenuto l'uomo che avrebbe attivato il telefono utilizzato come recapito dell’organizzazione chiamata Lega Antislamica, di cui era il principale referente, e che si pubblicizzava in ambito nazionale attraverso le scritte «Stop Islam», con a fianco il numero a cui telefonare. A Peruzzi, durante l’esecuzione del fermo, nel suo cascinale sono state sequestrate taniche di diserbante identico a quello trovato sull'auto di Sandalo, altre sostanze chimiche, tra cui nitrato d’ammonio, due targhe rubate, appunti e manuali, per il confezionamento e la fabbricazione di esplosivi. Al perito chimico piacentino sono stati contestati i reati di concorso in incendio doloso, detenzione e porto di materiale esplodente nonché furto delle targhe con l’aggravante della discriminazione religiosa. «La mia intenzione era di organizzare una società segreta finalizzata alla difesa del cittadino contro l’Islam». Queste le parole che avrebbe riferito Peruzzi agli uomini della Digos di Milano, che hanno compiuto l'operazione in stretta collaborazione con i colleghi della Digos di Piacenza.

Il perito chimico, che pare avesse fondato una società per la produzione e la vendita di detergenti da lui stesso fabbricati e diffusi, vive in una casa di quindici stanze, ristrutturata e adattata a bed and breakfast, gestito da una coppia di romeni. Un posto discreto ed isolato. Oltre a diserbanti, prodotti chimici e detergenti, sono saltati fuori un manuale per la fabbricazione di esplosivi, due targhe rubate, una carta d’identità falsa e un telefono cellulare. Inoltre, sono stati trovati ampolle, alambicchi, strumenti vari e anche una scatola del Piccolo chimico. Discordanti i commenti dei vicini. «Mi dispiace per quello che è accaduto a Peruzzi – ha detto uno –. Io di tanto in tanto facevo qualche lavoretto per lui, come quello di badare ai suoi cani». «Non mi piaceva» ha detto un altro. Le indagini continuano: la Digos vuole fare luce su altri tre attentati rivendicati dal Fronte cristiano combattente, per i quali sembra ci siano altri quattro indagati. Cortile San Martino Poliziotti nell'area di servizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nadia Toffa per la prima volta senza parrucca

social network

La prima volta di Nadia Toffa senza parrucca: selfie con la mamma

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa

FESTE

Swinging Ballroom Closing Party: ecco chi c'era alla festa Foto

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

manifestazione

Quanta Parma a Vinitaly (Guarda chi c'era)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

LA MOSTRA

"Il terzo giorno": foto-cronaca di un debutto

Lealtrenotizie

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

via zanardelli

Il pensionato e l'officina in nero: sequestro e multa da 10mila euro Video

8commenti

FATTO DEL GIORNO

Strattonano un'anziana, la fanno cadere e la rapinano alla fermata del bus

2commenti

PARMA

Un logo per la Barilla, concorso al Toschi: ecco le studentesse premiate Foto

Un concorso per premiare i dipendenti con 25 anni di anzianità in azienda

polizia

Aggressione nella notte in via D'Azeglio

1commento

segnalazione

San Leonardo, bossoli di arma da fuoco sul marciapiede

3commenti

POLIZIA MUNICIPALE

Sequestrate 120 paia di scarpe e giubbotti contraffatti. Video: ecco come scoprire i falsi

Denunciati due senegalesi

1commento

carabinieri

Colpì il giardiniere a badilate: arrestato commerciante di Langhirano

1commento

ALLUVIONE

La Procura replica all'attacco di Pizzarotti: «Parole scomposte»

13commenti

bardi

Cade nel bosco mentre fa legna: soccorsi difficili per un 67enne ferito

CARABINIERI

Prima il furto all'Ikea, poi l'aggressione al cassiere: arrestato 30enne reggiano

E' divenuta esecutiva la condanna per rapina e lesioni nei confronti di un uomo per un episodio del novembre 2014

CALCIO

D'Aversa: "Il sistema di gioco si decide in base ai giocatori disponibili" Video

lutto

Addop a Maria Piovani, la "nonnina" di Marzolara

Vedova di Enrico Alfieri dal 1971, diceva spesso: «Se mi garantissero che quando muoio lo ritrovo di là, non ci penserei due volte»

reggio emilia

Cellulare rubato passa di mano, due denunciati a Montechiarugolo, due a Felino

Inchiodati grazie al tracciamento, ma il telefono è sparito

COLORNO

Dopo l'incidente scappa: «inchiodato» dalle telecamere

gazzareporter

Rissa fra ragazze: volano bottiglie di birra (e infrangono un portone)

Stazione

Chiude il piano dei senzatetto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La crisi e l'alibi del voto regionale

di Luca Tentoni

NOSTRE INIZIATIVE

"Il terzo giorno": la mostra in 8 pagine speciali

ITALIA/MONDO

Genova

Cinque Terre, misteriosa macchia bianca in mare

TRAFFICO

Camion si ribalta in tangenziale a Milano, tondini sulla carreggiata: 5 feriti, traffico bloccato

SPORT

MOTOGP

Austin: Iannone il più veloce. Quarto Rossi

RUGBY

I giocatori delle Zebre allenano i piccoli giocatori Foto

SOCIETA'

usa

"Carrie" tifa per l'amica "Miranda" governatrice di New York

FOTOGRAFIA

Figure contro, la fotografia della differenza: mostra allo Csac Foto

MOTORI

NOVITA'

Kia Picanto X-Line: la citycar diventa crossover

NOVITA'

Audi A7 Sportback: linea da coupé, qualità da ammiraglia