18°

28°

Parma

Medesano, denunciato un nuovo caso di bullismo

Medesano, denunciato un nuovo caso di bullismo
Ricevi gratis le news
30

Ha visto il suo bambino stare male, piangere nel sonno, vivere nel terrore. E quando ha chiesto aiuto si è sentita abbandonata. Un’altra mamma che racconta a Medesano e che lo fa senza paura a pronunciare quella parola odiosa: bullismo. Durante il periodo delle elementari, il figlio, da quest’anno iscritto alle medie, sarebbe stato puntualmente preso di mira da uno dei ragazzini responsabili dei presunti episodi di violenza emersi negli ultimi giorni (dall’11enne che ha sferrato un pugno a una compagna di scuola, ai bulli in azione sul bus). «Mio figlio ha subito ingiurie, botte, angherie, e offese verbali - ripercorre la mamma -. Piangeva nel sonno e si lamentava dicendo: “Non picchiarmi”. Era diventato apatico e si rifiutava di andare a scuola». Due gli episodi che questa mamma non potrà dimenticare: «Tutti accaduti davanti a testimoni - racconta -. Il primo è successo alla fine dello scorso inverno, di domenica, e quindi non a scuola. Quel ragazzo e un cugino hanno accerchiato mio figlio e lo hanno picchiato colpendolo alla testa. La seconda aggressione è avvenuta qualche giorno dopo, stavolta all’uscita della scuola elementare, quando il solito bambino ha sferrato un pugno a mio figlio. Lo abbiamo portato al pronto soccorso di Fidenza con un orecchio tumefatto: la prognosi fu di tre giorni. Se c'è bisogno di provarlo, ho i referti medici».
(L'articolo completo di Ilaria Moretti oggi sulla Gazzetta)
Guarda i commenti precedenti: 1 - 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • roberto

    22 Febbraio @ 22.20

    Ti rispondo solo con una domanda: Hai visto il caso Bonsu di Parma? Dopo pochi giorni era da Santoro e su tutti i giornali d'Italia. IO ti chiedo se al suo posto c'era un italiano e non un ragazzo di colore si sarebbero scatenati ugualmente i media? Forse no, non avrebbe fatto notizia! Preciso, per non essere frainteso, io condanno ogni tipo di violenza verso tutti, e quando dico tutti, dico tutti!!! Vedremo come andrà a finire anche questa triste storia, vista da tutte le angolazioni!

    Rispondi

  • rosy

    22 Febbraio @ 20.19

    La cosa triste di tutta la faccenda è la violenza gratuita o no. Mi chiedo comunque, "Se le parti interessati fossero di nazionalità italiana, la cosa avrebbe avuto lo stesso impatto?".

    Rispondi

  • roberto

    22 Febbraio @ 18.55

    Prego Giovanna, Giovannino sarà un tuo conoscente! Alla fine vuoi dire che se c'è gente che mena, uccide, stupra, violenta, ruba, rapina la colpa è di chi se le va a cercare queste cose e non di chi li commette. Io ti dico se mi dimentico la porta aperta mentre sono in cortile se passi tu e mi entri in casa e te ne vai con tutto l'oro di famiglia è giustificato perchè ti ho permesso di entrare! Non ti chiedi come mai tu ti sei permessa di entrare nella mia casa, ovvero che hai sbagliato casa e anche portagioie dove prelevare i miei gioielli? E se io rientro e ti stendo per sempre prima che tu mi stenda, la legge mi punisce perchè dovevi essere tu a stendere me e poi ne avremmo dovuto parlare, se non eri già fuggita. Questa è la giustizia dei forti e dei violenti a danno dei deboli. Io non ci sto a ragionare in questo modo. A proposito io ho due belle gambe e un bel fisico cerco di non mettermi la minigonna perchè se mi violentano poi, se tutti ragionano come te, li ho provocati e i quindi mi danno anche torto.

    Rispondi

    • rosy

      23 Febbraio @ 09.33

      Insisto a scrivere: il bullismo esista e va sradicato con mezzi adeguati, ma a volte bullismo viene scambiato con "liti tra ragazzi prepotenti". Naturalmente, vince il più forte. Spesso le mamme in questione si attaccano e ingradiscono questi liti per legittimare il proprio figlio. Bisognerebbe chiedersi, "Mio figlio ha mai amato ad andare a scuola o ha sempre fatto capricci per andarci? Mio figlio ha delle difficoltà ad inserirsi nel gruppo tra i compagni di scuola? Mio figlio ha sempre usato parolacce come se la cosa fosse nella norma? Mio figlio è prepotente se le cose non vanno secondo i suoi desideri? Mio figlio è educato con il prossimo e tra le mura di casa?"

      Rispondi

  • roberto

    22 Febbraio @ 14.44

    Rosy ho capito tutto: Tu li giustifichi, minimizzi il problema, sei una di quelle che vuol coprire com'è accaduto fino a 10 gg fa'. Tu la pensi così, e in libertà ti rispetto. Ti auguro solo che da questo momento in poi un tuo figlio si trovi coinvolto come parte lesa, non dico a Medesano, ma in Italia, in fatti simili e poi voglio vedere se ancora ragioni così. Quando i figli sono degli altri tutto sta bene ma quando sono i tuoi...se sei una mamma vera, devi pur difendere la vita e il futuro psicologico dei tuoi figli. I sindaci? Che mi vieni a dire! Sono dei politici e tali rimangono la loro prima preoccupazione è di salvare i voti e da questa vicenda (o simili) saltarci fuori in piedi, il resto come dicono loro sono ragazzate e poco di più anche quando si finisce all'ospedale. Visti che conosci tutti i tutto di questa vicenda fai da pacere fra le varie parti e riporti gioia in questa scuola e nelle famiglie.

    Rispondi

  • roberto

    22 Febbraio @ 00.35

    Ma va, Rosy sembri ben informata, sai tutto! Caso mai sei un'insegnante o una mamma che sei a conoscenza di questi fatti! E' la prima volta che esce (nemmeno sulla stampa) che certi litigi sono avvenuti a Felegara! E' la novità della domenica sera. Non te l'hanno mai detto Rosy che chi tace acconsente!!! E allora ti chiedo: come mai questi fatti, che alcune mamme hanno sottoscritto accadono, e altre dicono che sono accadute in anni passati, sono stati tenuti "nascosti" fino ad oggi? L'uomo del bar sai cosa dice: fino ad oggi nessuno ha smentito questi fatti, anzi la diretrice scolastica ha ammesso che ci sono problemi e allora non possono che essere veri. Se fosse un solo caso è possibile dire che qualcuno esagera ma quando sono diversi io penso che non tutto sia esagerazione. Sinceramente io mi sarei già aspettata da qualche giornno la visita degli Ispettori del provveditorato agli studi di Parma (dove sono finiti? Con la riforma hanno abolito anche loro?) a far saltare carte e registri all'Istituto Comprensivo di Medesano non per condannare ma per fare chiarezza. E i Carabinieri, vigili che fanno? Se poi emerge che qualcuno ha sbagliato, ha omesso, non ha fatto quello che doveva fare: PAGA. Se ha fatto il suo dovere va pubblicamente messo IN RISALTO. Come mamma che ha un figlio che frequenterà presto la media sono preoccupata dalla situazione nel suo complesso. Mi sono già chiesta: cosa farei se mio figlio venisse a casa con dei lividi e mi dicesse Tizio, Caio e Sempronio mi hanno pestato bene; fra tre giorni gli stessi, o altri, "mamma mi hanno sputato in faccia"..."mamma mi dicono parolacce", "mamma non mi lasciano sedere"?? Io lo so!! Ma sono curiosa di sapere cosa faresti tu che ti vedo di grande generosità verso chi evidenzia comportamenti che io li definisco comunque non civili?

    Rispondi

    • rosy

      22 Febbraio @ 16.39

      Dimenticavo Giovannino, Come mai io non ho MAI avuto questi problemi presso la scuola di mio figlio? Nessuno ha mai pensato di disturbarlo. Scusami, ma anche se certe cose non sono mai giustificate, ribadisco, molte volte il problema non è a senso unico. Molte volte qualcuno se la va a cercare e, secondo il mio modesto parere, alcuni genitori gettano fango su altri bambini per giustificare i propri. Certo, non sto riferendomi a questo caso in quanto non sarebbe giusto e non ho gli elementi per farlo.

      Rispondi

    • rosy

      22 Febbraio @ 13.07

      Non sono un insegnante, ma ho avuto sentore dell'incidente già prima della descrizione dato nell'articolo. Ognuno racconta la sua verità, ma bisogna anche sapere la storia dietro gli interessati, le loro personalità o forse il bisogno di dire o distorcere i fatti. Si fa presto a gridare "alle streghe", dimostrando degli atteggiamenti sterili e chiusi, La società, volenti o dolenti, sta evolvendosi verso una dimensione "multietnico", quindi il migliori atteggiamenti per il bene di tutti sono di comprensione e apertura. Questo non significa accettare lo sbagliato e gli atti di bullismi ovunque originano. Basta riflettere sui fatti di ogni giorno, come l'assassino del marocchino a Ferrara per arrivare a un modo di pensare equilibrato. E' necessario ammettere che siamo tutti appartenenti alla razza "umana" e come tali abbiamo gli stessi diritti e gli stessi doveri. La settimana scorsa, mi pare, ci sia già stata una riunione interessante dove un sindaco del nostro territorio ha mirato a cercare un qualcosa di più costruttivo per risolvere in parte il problema.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

57 annunci di lavoro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

AUDITORIUM PAGANINI

"Il meglio di noi": 12 TvParma presenta le novità, dal palinsesto ai nuovi studi

2commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

CARABINIERI

Minaccia l'ex compagna e pretende sempre più denaro: arrestato 33enne di Polesine 

L'uomo è accusato di estorsione. E' stato arrestato dai carabinieri dopo l'ultima richiesta: 300 euro da consegnare in un parcheggio

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

5commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

2commenti

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

ITALIA/MONDO

A21

Incidente a Piacenza: un morto e tre feriti gravissimi. Due bimbi portati al Maggiore

ROMA

Auto investe pedoni vicino a San Pietro: 4 polacchi feriti

SPORT

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

INTERVISTA

Golf, inizia il Tour Championship: sfida importante per Francesco Molinari Video

SOCIETA'

nuoto

Federica Pellegrini: "Credo ancora all'amore ma con meno paranoie"

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design