13°

28°

Parma

Inaugurato il nuovo pronto soccorso, Fazio: "E' una grande eccellenza" - Protesta della Cisl

Inaugurato il nuovo pronto soccorso, Fazio: "E' una grande eccellenza" - Protesta della Cisl
Ricevi gratis le news
17

di Andrea Violi

E' stato inaugurato il nuovo Pronto soccorso del Maggiore, realizzato dall'impresa Pizzarotti. Alle 15 il vescovo Enrico Solmi ha benedetto la struttura, poi è stato tagliato il nastro. Dopo una visita nelle sale, il progetto è stato illustrato nel centro congressi del Maggiore. Hanno partecipato il ministro della Salute Ferruccio Fazio e il presidente della Regione Vasco Errani, il prefetto Paolo Scarpis, il sindaco Pietro Vignali, il presidente della Vincenzo Provincia Bernazzoli, il rettore dell'Università Gino Ferretti, l'assessore regionale alla Salute Giovanni Bissoni, Massimo Fabi (direttore generale Ausl), Franco Servadei (direttore del dipartimento Emergenza Urgenza) e Sergio Venturi, direttore dell'azienda ospedaliero-universitaria. Numerosi i partecipanti in sala, dai dipendenti agli esponenti della politica e delle associazioni cittadine.

SODDISFAZIONE DEGLI OPERATORI - I medici e gli infermieri che dovranno lavorare all'interno della struttura si dicono soddisfatti. Nei giorni scorsi hanno effettuato alcune esercitazioni per provare le nuove strutture. L'infermiere  Matteo Usai, ad esempio, spiega che un punto di forza è la ricca dotazione tecnologica, che aiuterà nella cura dei pazienti.
Rita Perteghella, caposala, aggiunge che il nuovo pronto soccorso le piace perché molto più grande e ben organizzato per I pazienti. Oltre al comfort per lavoratori e pazienti, la caposala sottolinea che la privacy è garantita: tra un letto e l'altro ci sono infatti appositi separé.
Il direttore generale dell'ospedale Venturi ha invitato le autorità presenti a partecipare all'apertura del prossimo grande progetto della sanità di Parma: l'Ospedale dei Bambini.

PRESIDIO DELLA CISL - La Cisl ha organizzato un presidio davanti all'ingresso della sala conferenze. Gianni Oliva ha spiegato che in azienda ci sono problemi di organico. In numerosi reparti la reperibilità del personale (cioè la possibilità di richiamarli in regime di straordinario) supera i limiti: anziché 6, si arriva anche a 10-12 chiamate al mese. La Cisl plaude alla nuova struttura, ma auspica che le difficoltà di copertura dei turni arrivino ad essere risolte. Il sindacato chiede inoltre più trasparenza in selezione e progressioni di carriera, più garanzie di sicurezza (ci sono stati anche diversi furti negli spogliatoi), una migliore programmazione del lavoro e la possibilità di parcheggi per tutti i dipendenti.

VIGNALI: "DECISIVO IL CONTRIBUTO DEL GOVERNO, MA RESTANO CRTICITA' NELL'ORGANICO"- Il nuovo pronto soccorso di Parma avra' un'ala ad hoc per i Codici bianchi, che sono circa 20mila all'anno. Il rettore dell'Università Gino Ferretti: "Il progetto è assolutamente innovativo per la maniera in cui si può operare e per l'aspetto logistico - ha detto  -. C'è una buona integrazione fra la cura del malato e cio' che vi gira intorno. Spero che fra un anno potremo inaugurare la nuova Clinica odontoiatrica".
"Il governo ha dato un contributo fondamentale per avviare il percorso verso il nuovo pronto soccorso che la città attendeva da anni - ha detto il sindaco Pietro Vignali -. Un deficit strutturale colmato dalla professionalità del personale, che ha sempre dato il massimo". Vignali si è detto sicuro che  "il nuovo pronto soccorso  farà migliorare l'accessibilità ai reparti. Restano criticità come la scarsita' di organico - ha continuato Vignali -. Senza personale anche le migliori strutture non riescono a funzionare".

ERRANI: "STIAMO COSTRUENDO UN MODO INNOVATIVO DI INTENDERE I SERVIZI PER LA SALUTE" - L'assessore regionale alla Sanità Bissoni sottolinea che il settore ha bisogno di innovazione. "E' impensabile che il pronto soccorso diventi la porta principale per l'accesso a visite specialistiche - ha detto nel suo discorso -. Mettere in piedi una buona rete dei pronto soccorso e un rapporto con i medici di base migliora la capacita' di dare risposte ai cittadini. Parma può essere un ruolo privilegiato per sperimentazioni in tal senso. Progetti che potrebbero accedere a uno dei bandi che il ministro Fazio ha messo in campo per la riorganizzazione della sanità ". Il presidente della Regione Vasco Errani nota che cinque anni fa non era detto che la scelta di Parma per una struttura per un'area vasta avrebbe portato a questo buon risultato. "Stiamo costruendo un modo innovativo di intendere i servizi per la salute - ha detto - . Bisogna superare un atteggiamento economicistico nella sanità, che fa spendere di più e peggio. Meglio la strada dell'innovazione, cui in sanità mai si è arrivati. Le tecnologie sono straordinarie ma ad esempio una cura antitumorale coi farmaci vecchi costava 250 euro; con i nuovi, 2.500 euro". Un altro dato fornito da Errani: nel 2005 in regione sono state fatte 50 milioni di prestazioni specialistiche; nel 2008 erano 65 milioni.
"La spesa in salute è sempre un investimento. Bisogna garantire le prestazioni sanitarie laddove le persone sono nate. No alla mobilità  (dei pazienti, ndr) - ha continuato il presidente della Regione -. Non facciamo doppie liste d'attesa, con esami in 24 ore per chi viene da fuori regione".

FAZIO: "A BREVE RIVEDREMO IL SISTEMA DELLE LISTE D'ATTESA" - Il ministro Ferruccio Fazio ha detto che tornerà a Parma a marzo,  poi per l'inaugurazione della clinica odontoiatrica e dell'Ospedale dei bambini. "Sono già venuto per il prof. Rizzolatti e tornerò a breve - spiega Fazio -. Questo pronto soccorso ha senso perché si inserisce in un percorso territoriale. Il 40% dei ricoveri in Italia riguarda persone oltre i 65 anni: un coordinamento fra ospedale, medici di famiglia, Rsa e cosi via è indispensabile. A breve presenteremo un piano nazionale sulle liste d'attesa. Ci sarà il Cup nazionale e sostituiremo le 50 prestazioni con 4 livelli di prestazioni, in base al'urgenza. Dobbiamo operare su quattro livelli di attesa - ha sottolineato il ministro - ma devono essere basati non sulla prestazione ma sulla urgenza. Ad esempio, una mammografia per un nodulo deve avere sempre la precedenza su un normale esame preventivo".
"Le doppie liste vanno evitate - ha detto ancora Fazio -. L'Istat dice che i due terzi dei cittadini ha pagato per prestazioni sanitarie, negli ultimi anni. Questa è la negazione dell'assistenza. Dovremo sempre più potenziare il ruolo delle farmacie, che non devono essere solo supermercati con medicine da banco e farmaci innovativi".
"Se sono venuto qui tre volte qualche motivo ci sarà - ha detto ancora il ministro -. Vengo a vedere una regione che funziona e che in ambito sanitario è di esempio. Sarà un piacere tornare". A margine della presentazione, specificamente sul nuovo pronto soccorso, il ministro ha sottolineato che "è una grande eccellenza" e Parma è un esempio di collaborazione fra le istituzioni e la rete territoriale.

DALLA GAZZETTA DI DI PARMA DEL 14 FEBBRAIO.
200 OPERAI AL LAVORO. Per realizzare il pronto soccorso sono state necessarie 100mila di lavoro eseguite da circa 200 operai, spiega l'ingegnere Fabrizio Bocchi delle Relazioni esterne del gruppo Pizzarotti, l'impresa che si è aggiudicata l'appalto e che ha coinvolto 30 ditte subappaltatrici, dirette da 8 tecnici dell'impresa parmigiana. «Un'opera importante e significativa», la definisce Bocchi, che spera di «realizzare altre strutture di questo tipo». La Pizzarotti sta costruendo gli ospedali di Prato, Massa, Lucca e Pistoia (oltre all'ospedale pediatrico di Marsiglia) che saranno pronti nel 2013. L'impresa si è inoltre aggiudicata la gestione dei servizi non sanitari, nelle quattro strutture toscane, per 19 anni.

E' GRANDE QUASI IL TRIPLO DEL VECCHIO PRONTO SOCCORSO. Circa 3.490 metri quadri (quasi il triplo dei precedenti 1.230 mq) distribuiti su un ovale allungato (con un piano sotterraneo per impianti e ambulanze e un secondo piano per locali tecnici e depositi), 26 postazioni di assistenza, un'equipe di 30 medici e 88 fra infermieri e operatori sanitari, un costo di 18 milioni e 328 mila euro (10 dallo Stato, quattro dalla Regione e i restanti dall'Azienda ospedaliero-universitaria): questi i numeri di una struttura innovativa, che non ha eguali in Italia, e che si ispira a modelli anglosassoni, in particolare all'ospedale statunitense di Rochester. Fulcro del progetto, i tre semicerchi che accolgono i codici verdi (media gravità), gialli (gravi) e rossi (molto gravi), organizzati come un open space con le postazioni di cura isolate da tendine mobili, posizionate a raggiera e controllate dal personale che presidierà i banconi posizionati al centro.

Al nuovo pronto soccorso (più spostato verso via Volturno rispetto al vecchio) si continuerà ad accedere da via Abbeveratoia: chi è in grado di camminare e arriverà con mezzi propri passerà dall'entrata pedonale (con rampa per disabili) e troverà un bancone di accettazione dal quale passerà nei quattro «triage» per una prima valutazione del medico e l'assegnazione del codice di gravità. Chi invece arriverà in ambulanza (ma anche con auto propria), dopo la rampa d'accesso (riscaldata con serpentine anti-ghiaccio) entrerà in una «camera calda» (l'accesso è da regolato da tende mobili plastificate) di 256 metri quadri che dà sui tre ingressi alla struttura. I pazienti già definiti come codici rossi dal 118 raggiungeranno direttamente la zona di trattamento, gli altri passeranno dal triage.

L'area «verde» comprende 10 postazioni, quella «gialla» otto. Entrambe sono controllate da due banchi da lavoro con strumenti di monitoraggio. Ogni postazione ha un armadio per il materiale sanitario, un lavandino in corian integrato nel piano lavoro per garantire la massima igiene, spazio per la sedia di un eventuale familiare, monitor pensile e pompa-siringa per farmaci. Dietro l'area gialla trova spazio il reparto ad alta intensità di cura: otto box per i pazienti gravi, di cui quattro aperti per non traumatici, e quattro per traumi gravi chiusi da porte a vetri («shock room») e attrezzati per piccole manovre chirurgiche di emergenza con lampade scialitiche. Una delle quattro «shock room» sarà pediatrica, ossia con apparecchiature tarate sui bambini, e avrà una vetrata che si affaccerà su una stanzetta dove i genitori potranno tenere d'occhio i piccoli. Poichè in quest'area non è consentito l'accesso ai familiari, quest'ultimi potranno vedere i propri pazienti - se il medico lo riterrà opportuno - attraverso monitor collegati a otto telecamere brandeggianti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Kristen

    20 Luglio @ 23.16

    Finalmente il PS di Parma è il massimo!! Bravissimi medici e ottimi infermieri... Finalmente possiamo essere orgogliosi del nostro Ospedale!!

    Rispondi

  • LILLYB51

    16 Febbraio @ 06.34

    - Una bellissima festa con tanta bella gente, un rinfresco veramente al massimo, culatello eccezionale, formaggi e salumi pure, per non parlare della Fortana del Taro,decisamente unica, e i dolci ,mmmmmmhhhhhh!!!!!!!! quanto erano buoni. - Speriamo però di non avere bisogno di questa struttura, anche se ieri ho rischiato molto, per una grossa indigestione. - A quando la prossima inaugurazione ? ? - Complimenti e auguri a tutti.

    Rispondi

  • Marco

    15 Febbraio @ 23.36

    Ma i parmigiani oggi sanno solo frignare? Hanno costruito un nuovo PS con tutti i più moderni criteri e c'è già chi pensa che non funzionerà....che tristezza.

    Rispondi

  • Micky

    15 Febbraio @ 23.11

    5 ore per una lastra al piede, sabato 13 al pronto soccorso. per sentirmi dire, alle 5 di mattina, che "il piede non è rotto... ma l'ortopedico non c'è, torni domani". speriamo che il nuovo PS funzioni meglio...

    Rispondi

  • caspao

    15 Febbraio @ 22.13

    certo che manifestare il giorno che si inaugura un centro cosi importante mi sembra veramente da biasimare. Per il resto cosa volete che scriva, la maleducazione ed il menefreghismo della maggior parte dei cittadini rende difficilissimo lavorare nel pubblico per i cittadini. Del resto gli Italiani sono un popolo di ladri sempre pronto a lamentarsi di tutto tranne che a criticare il proprio operato, si arriverà a pagarsi la sanità la scuola e le pensioni risolvendo come d'incanto il problema della evasione fiscale e riducendo cosi drasticamnete le tasse.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

S-Chiusi in galleria

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen ha compiuto 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolta anche una squadra di basket di Parma

16 indagati e sequestro per 25 milioni. Come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

MONTAGNA

Corniglio, 14enne infortunata durante una gita con classe: interviene il Soccorso alpino

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

arte

Restaurata la Cassetta Farnese di Capodimonte: presto sarà (temporaneamente) a Parma

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

decreto sicurezza

Salvini: "Via tutti i campi rom entro fine legislatura"

SPORT

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

CASTELFRANCO EMILIA

Sparano a uno straniero ed esultano: indagini in corso

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

3commenti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno