14°

22°

Parma

Aperta la sottoscrizione per aiutare la Ca' Rossa

Aperta la sottoscrizione per aiutare la Ca' Rossa
Ricevi gratis le news
5

E’ stata aperta una sottoscrizione pubblica per Ca’ Rossa. I parmigiani potranno così offrire il proprio contributo per la ricostruzione del circolo Arci di via Europa, andato distrutto durante un incendio divampato nei giorni scorsi.
L’Amministrazione comunale ha offerto la propria disponibilità a contribuire concretamente alla realizzazione della nuova sede. I tecnici del Comune sono già al lavoro per studiare le strade da percorrere per dotare nel più breve tempo possibile la Ca’ Rossa di nuovi spazi. Il progetto della nuova struttura in cui sarà ospitato il circolo verrà presentato in un momento successivo.

Come effettuare una donazione
Per effettuare le donazioni è stato aperto un conto corrente ad hoc nella filiale 19 di via San Leonardo della Cassa di Risparmio di Parma. Il numero del conto è 636274/30 intestato al circolo Arci Ca’ Rossa. Il codice Iban è: IT23Z0623012719000063627430.

Le dichiarazioni
“Siamo già al lavoro - spiega Giuseppe Pellacini, assessore comunale al Patrimonio – per venire incontro alle esigenze del circolo Ca’ Rossa e valutare tutte le soluzioni possibili per arrivare ad una ricostruzione della struttura in tempi brevi. L’Amministrazione comunale è da sempre vicina a realtà come questa che svolgono una significativa funzione sociale”.
“La Ca’ Rossa - sottolinea Lorenzo Lasagna, assessore comunale al Welfare - rappresenta un luogo di socialità fondamentale per il quartiere San Leonardo, un presidio che consente di combattere il degrado e un punto di riferimento per tanti anziani che deve tornare a svolgere la sua importante funzione al più presto”.
Il presidente del circolo Arci Ca’ Rossa, Franco Povesi, ringrazia l’Amministrazione comunale per “essersi prodigata in maniera esemplare nei nostri confronti, dimostrando una grande disponibilità a venire incontro alle nostre necessità” e tutti i parmigiani che “fin dalle ore successive all’incendio ci hanno dimostrato una vicinanza e una sensibilità che mai avremmo immaginato. Ora, grazie all’apertura di questo conto corrente, chi desidera, potrai aiutarci concretamente per ricostruire la Ca’ Rossa”.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marco

    02 Marzo @ 12.21

    Grazie Vercingetorige per la lezione di storia locale. Sapevo di vicende simili nel raggiano ma non a Parma. E' importante ricordarle perché è proprio la solidarietà tra cittadini che manca oggi. Manca la capacità di sognare insieme un mondo giusto, a e più normale e la consapevolezza dei propri interessi e diritti. Diversamente la gente, tutta, saprebbe distinguere tra azioni concrete e populismo, tra cosa è problema e cosa crea il problema.

    Rispondi

  • Francesco

    02 Marzo @ 10.08

    CARO SIGNOR "ANDREA74" , I COMUNISTI SI SONO SEMPRE AIUTATI FRA LORO. AI TEMPI STORICI DEL SINDACALISMO VERO E NON ADDOMESTICATO, TANTO PER FARLE UN ESEMPIO, CI FURONO , NELLA NOTA VETRERIA , CHE, OGGI , NON C' E' PIU', MA INTORNO ALLA QUALE E' NATO IL QUARTIERE DI SAN LEONARDO , SCIOPERI RIMASTI FAMOSI , CHE DURARONO ININTERROTTAMENTE PER SETTIMANE. NATURALMENTE GLI SCIOPERANTI NON VENIVANO PAGATI , ED, ESSENDO DI FAMIGLIE MOLTO MODESTE, PER NON DIR POVERE , AVEVANO DIFFICOLTA' ANCHE A METTERE UN PO' DI PANE IN TAVOLA, MA NON MOLLAVANO. EBBENE, I NEGOZIANTI COMUNISTI DEL QUARTIERE DAVANO LORO IL CIBO A CREDITO , E I CONTADINI COMUNISTI DELLE CAMPAGNE CIRCOSTANTI PORTAVANO IN REGALO AGLI OPERAI IN SCIOPERO I LORO PRODOTTI. PANE, FARINA, UOVA, SALUMI, POLLI, FRUTTA, VERDURA, FORMAGGI. LO SCIOPERO TERMINO' , DOPO DIVERSE SETTIMANE , CON LA VITTORIA DEGLI OPERAI. IL PADRONE DELLA FABBRICA ACCETTO' LE LORO RICHIESTE. IL GUAIO, OGGI, CARO SIGNOR "ANDREA74" , E' CHE I COMUNISTI NON CI SONO PIU'.

    Rispondi

  • Lucas

    02 Marzo @ 09.57

    BRAVO ANDREA74 !!! E' facile dare addosso al comune e al sindaco per ogni cosa e poi piangere aiuto quando ti fa comodo !!!! Non sarebbero neanche comunisti, se no ...

    Rispondi

  • andrea74

    02 Marzo @ 06.05

    CHE SI FACCIANO AIUTARE DAI COMUNISTI VISTO CHE E' UNO SPAZIO ARCI. SE FOSSI NEL COMUNE NON ALZEREI UN DITO

    Rispondi

  • Francesco

    01 Marzo @ 17.24

    "CA' ROSSA : I TECNICI DEL COMUNE SONO AL LAVORO PER NUOVI SPAZI" . COSA VUOL DIRE ? CHE IL CIRCOLO SARA' TRASFERITO ALTROVE ? POTREBBE ESSERE UN BEL FAVORE A QUELLI CHE GLI HANNO DATO FUOCO ! TUTTI AVEVAMO AUSPICATO UNA RAPIDA RICOSTRUZIONE DOV' ERA E COM' ERA , ANCHE PER DARE UN SEGNALE FORTE CONTRO I DELINQUENTI INCENDIARI, INVECE COSA FACCIAMO ? LI ACCONTENTIAMO SPOSTANDO LA CA' ROSSA DA UN' ALTRA PARTE , COSI' NON LI DISTURBA PIU' ? E LE INDAGINI PER PERSEGUIRE I RESPONSABILI ? QUI SUL "BLOG" SI ERA PARLATO DI UNA DENUNCIA PRESENTATA DAL PRESIDENTE DEL CIRCOLO CONTRO ALCUNI SPACCIATORI . QUALCHE LETTORE AVEVA SOLLEVATO SOSPETTI SU AMBIENTI BEN DEFINITI , E GIA' NOTI ALLE FORZE DELL' ORDINE . E ALLORA ? RESTANDO IN TEMA DI INCENDI , CHI E PERCHE' HA DATO FUOCO AL CORPO DI ALBERTO PESCHIERI ? LA CRONACA PASSA SUI FATTI "A VOLO D' UCCELLO" E PRESTO SE LI LASCIA ALLE SPALLE. MA LE COSE OSCURE RESTANO DA CHIARIRE E I DELITTI RESTANO DA PERSEGUIRE.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Avicii, la famiglia rivela: "Non poteva più andare avanti"

MUSICA

Avicii, la famiglia rivela: "Non poteva più andare avanti"

Baye litiga con Aida per il tiramisù: invettive e intimidazioni. E il "Grande Fratello" minaccia provvedimenti

TELEVISIONE

Baye-Aida, violento litigio: il "Grande Fratello" minaccia provvedimenti Foto Video

Cafè Tano: la laurea  di Biagio Foto: ecco chi c'era alla festa

PGN FESTE

Cafè Tano: la laurea di Biagio Foto: ecco chi c'era

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore!": dai "massaggiatori" ai film porno, la rivoluzione sessuale passo per passo Video Foto

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Salvato dall'infarto grazie all'holter

Sanità

Salvato dall'infarto grazie all'holter

TRAVERSETOLO

Allarme droga: siringhe nei bagni pubblici

Progetto

Largo ai giovani con la Dallara Academy

1commento

SALSO

Lo Street Talk di Villani in onda in tutt'Italia

WHATSAPP

«Solo dopo i 16 anni? Giusto, ma non basta»

2commenti

FIDENZA

Addio a Rina Guidelli, esperta contabile e borghigiana doc

Intervista

Anna Pirozzi, diva in Tosca: «Ringrazio mio marito»

gazzareporter

"Parco Bizzozero, perché il secondo cancello resta chiuso?". E intanto i vandali...

IL CASO

La Bandiera Lilla sventola su Fontanellato: il turismo per i disabili

BASSA

Ponte sul Po fra Colorno e Casalmaggiore: a giugno il bando, in primavera la riapertura

Il ponte sarà restaurato e riaperto al traffico: ecco le prossime tappe dell'iter

1commento

vigili del fuoco

Pitone di oltre un metro in un tombino di via Treviso Video

5commenti

il caso

L'inquilina (abusiva) accoglie i proprietari con il coltello

3commenti

Evento

Torna (parco Ex Eridania) il concerto del 1° Maggio a Parma Il programma

TRUFFA

Vende il camper, ma gli rifilano un assegno falso da 30mila euro

3commenti

Prevendita al via

Parma-Ternana, torna "Porta due amici in curva"

GOVERNO

Danni da maltempo: dichiarato lo stato di emergenza anche per l'Appennino di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pd-Di Maio ultima chance per evitare le elezioni

di Vittorio Testa

6commenti

CHICHIBIO

Ustaria dal m’rcà: tradizione fatta in casa con fantasia

1commento

ITALIA/MONDO

violenza

Studentessa accoltellata in centro a Milano per rapina

morbegno

Ritrovata Rebecca, la 15enne scomparsa in provincia di Sondrio

SPORT

PARMA BASEBALL

400 giocatori in 60 anni di storia

PARMA CALCIO

Verso Vercelli: Vacca torna in gruppo, si lavora per il recupero di Scavone Video

SOCIETA'

Posta elettronica

Google cambia Gmail: ora i messaggi si autodistruggono

GAZZAREPORTER

Lago Santo: 25 Aprile al rifugio Mariotti

MOTORI

2017: IL SORPASSO

La CO2 emessa dai benzina supera quella dei diesel

2commenti

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone