20°

31°

polfer

Derubavano gli studenti pendolari: fermati in cinque

Derubavano gli studenti pendolari: fermati in cinque
Ricevi gratis le news
13

Studenti pendolari nel mirino dei borseggiatori, sia in stazione, sia sui bus che fermano in piazzale Dalla Chiesa. L'obbiettivo sono in particolare smartphone e iPad, ed è in seguito a tre denunce presentate dalle vittime - spesso minorenni - e dai loro genitori, che la Polfer si è messa in azione ed è riuscita a risalire a cinque autori di furti.

In un caso un minorenne si era presentato insieme ai genitori raccontando che un giovane gli aveva strappato di mano lo smartphone mentre si trovava all’interno del piano – 2. Grazie alla visione delle registrazioni del sistema di videosorveglianza è stato possibile individuare i fotogrammi in cui si vedeva il borseggiatore in azione. Il ladro - un minorenne- è stato individuato nei giorni successivi nuovamente all’interno della stazione ferroviaria: identificato, era ancora in possesso dello smartphone rubato, e dopo essere stato fotosegnalato, è stato denunciato in stato di libertà per furto con strappo e riaffidato ad una struttura di accoglienza per minori dove era stato già collocato in precedenza.

In un secondo caso la Polfer ha accolto la denuncia di una giovane viaggiatrice che lamentava il furto del proprio I-Pod, riposto nella tasca esterna dello zaino e sparito negli istanti immediatamente successivi all'arrivo col treno nella stazione di Parma. Ancora una volta grazie alle riprese del sistema di video sorveglianza della stazione, gli agenti hanno ritrovato la sequenza del borseggio e visto in azione due giovani. La svolta alle indagini è arrivata alcuni giorni dopo, quando uno dei poliziotti impegnato negli abituali controlli in stazione ha riconosciuto uno dei responsabili del borseggio. Ulteriori indagini hanno poi permesso di risalire alle generalità del complice, anche grazie al fatto che la coppia è "seriale", avendo compiuto analoghi furti in varie località della regione. I due, ventenni di nazionalità marocchina e rispettivamente residenti nella bassa reggiana e
mantovana, dopo essere stati riconosciuti dalla vittima sono stati denunciati per furto aggravato in concorso.


Nei giorni scorsi, invece, sono state due studentesse, di cui una minorenne, a denunciare due borseggi avvenuti in due separate date a bordo di autobus provenienti dai vari istituti scolastici cittadini e diretti in  stazione. Gli agenti, valutato l’analogo “modus operandi” dei ladri, ossia sfilare portafogli e i-Phone dalle tasche esterne degli zaini che le giovani studentesse
portavano sulle spalle, e grazie alla descrizione dei sospettati ed al prezioso contributo delle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza della stazione, sono riusciti ad individuare due giovani che scendevano dagli autobus sui quali erano le stesse studentesse. Nei giorni successivi, sulla base delle immagini acquisite, i due sono stati raggiunti e bloccati all’interno della stazione ferroviaria e nel corso dei conseguenti controlli trovati in possesso della refurtiva.
I due giovani, poco più che ventenni, di nazionalità senegalese e residenti nel parmense, sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione in concorso continuata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    18 Novembre @ 10.25

    ....ma robe dell'altro mondo! quasi certa che non sia italiano.....ancora riaffidato! ancora? ma basta! a calci,in galera a casa sua! è italiano ? a calci in via burla! ma basta davvero!

    Rispondi

  • Bastet

    18 Novembre @ 10.24

    ....ma robe dell'altro mondo! quasi certa che non sia italiano.....ancora riaffidato! ancora? ma basta! a calci,in galera a casa sua! è italiano ? a calci in via burla! ma basta davvero!

    Rispondi

  • Massimiliano

    17 Novembre @ 21.50

    @ redazione (G. B.) chiedo scusa.... Non volevo in alcun modo istigare nessuno alla violenza. Come avete giustamente detto voi, in questi giorni di violenza ne abbiamo avuta già troppa.

    Rispondi

  • Ilaria

    17 Novembre @ 19.54

    Degrado, furti continui, violenza, sporcizia, povera Parma e povera Italia...... ormai è tardi, non si torna indietro e credo che il peggio debba ancora arrivare

    Rispondi

  • Massimiliano

    17 Novembre @ 19.47

    @ redazione ( G. B.) Bah, chi sa perché non avete pubblicato il mio commento su questi teppisti africani, ladri e parassiti.....

    Rispondi

    • 17 Novembre @ 19.48

      g.b. - E' solo fra quelli in parcheggio: la frase finale mi sembrava un incitamento alla violenza e quindi la voglio rileggere bene. Di incitamenti alla violenza ne abbiamo un po' troppoìi in giro per aggiungerne in questo spazio

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino

Sport

E' il giorno di Cristiano Ronaldo a Torino. Primo autografo a un bambino Foto

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

LONDRA

Il battesimo reale del principe Louis: le foto

Modelle e mode estive

MODA

Il bikini "girato" che non intralcia l'abbronzatura: ecco come fare Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La favola di Natale dei Pogues

IL DISCO

La favola di Natale dei Pogues

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi

PARMA

Nuovo violento temporale: due alberi caduti, "acqua alta" nei sottopassi  Video

Nel video, il momento più forte del temporale a Coloreto

2commenti

MARTORANO

Spara alla moglie e si getta nel vuoto: lei è salva per miracolo, lui è in Rianimazione

Testimonianza

«Negli ultimi tempi era cupo e nervoso»

Gazzetta domani

Parma a processo, lo stillicidio delle indiscrezioni sulle richieste dell'accusa

PARMA CALCIO

Caso sms, promozione a rischio: Calaiò lascia il ritiro per partecipare al processo

Secondo indiscrezioni, sarà chiesta una dura sanzione per il Parma. Anche per il Chievo è a rischio la serie A

24commenti

APPENNINO

Grandine e vento, l'assessore regionale: "Entro pochi giorni la prima stima dei danni" Video

L'assessore regionale alla Protezione civile Paola Gazzolo ha visitato Bardi, Calestano e Neviano

COLLECCHIO

Violento scontro in tangenziale: furgone sventrato da un autoarticolato Foto

Paura e contusioni per il conducente del furgone

FELINO

Le piadine di Igor fanno furore in Australia

AUTOSTRADA

Scontro fra 5 auto tra Fidenza e Parma: un ferito. Veicolo in avaria: 6 km di coda

Inchiesta

Violenza sulle donne, il centro che recupera gli «orchi»

1commento

RIMPATRIATA

Quei «ragazzi» della mitica 3ªG sessant'anni dopo

Federconsumatori

Polizze vita, il raggiro porta in Irlanda

Lutto

Bersellini, il macellaio innamorato della Cittadella

Viabilità

Tangenziale di Parma: asfaltatura al via fra le uscite 4 e 3 verso Reggio

1commento

GAZZAREPORTER

Allagamenti e vento forte: un albero cade su un'auto a Salso Foto

SERVIZI

Dal 16 luglio carta di identità elettronica rilasciata solo su appuntamento Come fare

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le donne e quei maschi da educare

di Georgia Azzali

CHICHIBIO

«Trattoria Cattivelli» - Una storia che va oltre la buona cucina

ITALIA/MONDO

PISA

Choc anafilattico: muore dopo la cena

VIALE ZARA

Si dà fuoco a Milano: 27enne in gravi condizioni

SPORT

CALCIO

E' finita per la Reggiana: salta la vendita, niente iscrizione al campionato

4commenti

Serie A

Gazzola, il Parma nel cuore

SOCIETA'

SALUTE

Due studi universitari: niente fumo e più sesso per un cuore sano

1commento

GAZZAFUN

Le scuole sono chiuse ma gli esami non finiscono mai: oggi quiz di geografia

MOTORI

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani

ANTEPRIMA

Volkswagen (s)maschera il piccolo Suv T-Cross Fotogallery