18°

28°

Parma

Romagnosi, i presidi: "Tornate a dialogare"

Romagnosi, i presidi: "Tornate a dialogare"
Ricevi gratis le news
14

Enrico Gotti 
Un gesto di pace. Per riportare serenità alla scuola. I presidi di Parma intervengono sul «caso» Romagnosi. E cercano di calma­re gli animi, ricomponendo il conflitto. Undici dirigenti scola­stici del territorio cercano una soluzione allo scontro tra la di­rigente scolastica Maria Giovan­na Forlani e numerosi studenti e docenti della scuola e invitano a «ricomporre al dialogo».

Il documento è firmato dai presidi degli istituti Ferrari, Fra' Salimbene, Micheli, Montebello, Verdi, Melloni, Bocchi, Maria Luigia e Giordani, oltre ai diri­genti degli istituti di Corniglio e Medesano. Nel documento si sottolinea come il primo anno di lavoro di un dirigente in un nuo­vo istituto sia complesso e dif­ficile e come sia necessaria la col­laborazione dei docenti per ri­solvere i problemi, creando un clima «in cui trova spazio la re­ciprocità ».

Il testo della lettera sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

LA VICENDA - Arrivati gli ispettori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • alberto

    15 Marzo @ 09.30

    Da tempo sto dicendo che la preside è inadeguata al ruolo che le è stato assegnato. Dopo le sue esternazioni su "Di Più", rivista dall'alto contenuto culturale, ritengo che sia INDEGNA di rivestire quel ruolo. Quale dialogo pensa di instaurare in questo modo ? E` lei che per prima si è messa al di fuori di ogni possibilità di dialogo. Ed ai ragazzi, quale "lezione" sta dando ? Provate ad andare su Facebook, e leggere come gli studenti del Romagnosi si sentono dopo l'intervista a "DI Più": calunniati, umiliati, e soprattutto non rispettati come persone. Coloro che qui e altrove esprimono solidarietà alla preside (senza sapere) si sono fatti questa domanda ? E soprattutto, si sono fatti questa domanda i colleghi che invocano il dialogo ? Se fossi un preside, mi vergognerei di avere come collega la Dott.sa Forlani.

    Rispondi

  • anna painelli

    14 Marzo @ 17.51

    Mi associo allo sdegno di Mario. E in più segnalo che , dall'alto delle sue due lauree ecc... ecc... la Signora Preside (appellativo che non intende essere offensivo) non trova di meglio da fare che rilasciare interviste ad UN GIORNALE DI GOSSIP. Povera Italia se questi sono i tuoi nuovi dirigenti scolastici!!!

    Rispondi

  • mario

    14 Marzo @ 14.02

    Il colmo dei colmi! in tutto questo, con ispezione ministeriale in corso, la preside rilascia un'altra intervista diffamante per tutta la scuola al settimanale "Di Più", ultimo numero (n. 11), nella quale dice che secondo lei tutti ce l'hanno con lei perchè è non vedente! E altre cose con cui dipinge la scuola come scuola di studentelli che fanno capricci per qualche regoletta, che invece c'è sempre stata e che non è arrivata lei a mettere.... Lascio ai lettori avveduti ogni altro commento, io sono sdegnato e per me è stato superato ogni limite.

    Rispondi

  • Carlo

    14 Marzo @ 10.45

    Consideriamo la figura di un manager (tale dovrebbe essere quella di un Preside) che, insediatosi in una nuova realtà aziendale ne rileva problemi gestionali ed elementi di criticità: la prima elementare cosa da fare è: a) comporre un team di persone capaci all'interno dell'organizzazione da lui /lei diretta, b)approfondire le cause di tali problematiche, c)ascoltare i suggerimenti di tutti, effettuare delle scelte gestionali d) preoccuparsi che siamo condivise dalla maggior parte dei collaboratori e) provare, ad effettuare i cambiamenti (paso dopo passo). Esiste, inoltre, un processo di feed back ovvero di riscontro sul campo dell'efficacia delle scelte operate e un manager avveduto sarà pronto a "cambiare rotta" se le scelte effettuate dovvessero rivelarsi alla prova dei fatti non risolutive. In ogni caso il "brand", il "marchio", la "reputazione" dell'Azienda in cui tutti operano non deve MAI, sottolineo MAI, essere messo a repentaglio. Tutti coloro che operano in una azienda, infatti, si identificano nel suo "nome" , nella sua tradizione, nei "prodotti" che realizza; esporre al vilipendio di tutti "la bandiera" vuol dire gettare discredito su quanti operano, credono e si identificano in quella "bandiera". E' ciò che è accaduto al Romagnosi, la "fabbrica della cultura", l'Azienda che sforna "i cervelli", che forma i ragazzi perchè diventino la "classe dirigente" del domani. Il nome dell'Istituto, la "bandiera" in cui tutti i ragazzi (forse l'inter città) si identifica come la "tradizione" scolastica di prestigio, è stata irragionevolmente compromessa con una campagna stampa denigratoria che a mio avviso altro non ha fatto che porre in luce i gravissimi limiti, l'inesperienza ed l'inadeguatezza del manager preposto alla guida di una importante istituzione culturale cittadina. Che la scuola abbia dei problemi è cosa nota, che anche il Romagnosi possa esserne afflitto è cosa comprensibile. direi inevitabile in quanto scuola che vive e "trasuda" nel contesto cittadino; la strada intrapresa per risolvere questi problemi è inadeguata e non conduce da nessuna parte. Chiedo alla d.sa Forlani, qual è ora il passo che intende fare per governare il processo di cambiamento di questa scuola; è indubbio infatti che la Preside con questa sconsiderata uscita sui giornali ha avocato a se ogni "potere" di iniziativa: in parole povere ha provocato questo disastro ? Come pensa ora di ricomporre la situazione. Sopratutto qual è la direzione in cui intende condurre il suo mandato, in cosa intende "cambiare" questo istituto, con quali forze, con quale consenso. In una parola qual è il programma che ha in mente. A mio avviso i passi che un manager o meglio che un leader deve compiere sono elementari ma non per questo facili da attuare. 1) chiedere scusa per l'uscita infelice; 2) dichiararsi fiera del prestigioso compito assegnatole (ovvero quello di dirige il Romagnosi) 3) comunicare il programma di cambiamenti che intende effettuare; 4) preoccuparsi di ascoltare tutti coloro i quali vorranno darle un contributo anche critico; 5) ricomporre le critiche all'interno del Programma da attuare; 6) assegnare compiti affinché il programma venga svolto da ognuno per la parte che compete (professori, studenti, ausiliari, etc) 7) rivedere il Programma dopo i primi sei mesi per verificarne l'efficacia. Questo è il vero modo di insegnare ai nostri ragazzi qualcosa, questo ha veramente un senso: dare l'esempio di un Capo che chiede scusa quando comprende di aver sbagliato. Solo così si può essere credibili quando si impartisce un ordine; aver dentro l'umanità di comprendere i propri errori ed accettare gli errori altrui. In tal caso D.sa Forlani gli studenti del Romagnosi, i suoi eccellenti professori, tutti gli operatori scolastici saranno pronti a seguirla ovunque, aiutandola a sostenere il peso della Bandiera nelle battaglie più cruente.

    Rispondi

  • virgi

    14 Marzo @ 08.31

    brava monica fialmente un commento che riconosce la tolleranza come valore.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

5commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

4commenti

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

1commento

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

1commento

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design