17°

29°

Parma

Scuola in subbuglio: gli studenti alzano un "muro" di carta igienica davanti al Provveditorato

Scuola in subbuglio: gli studenti alzano un "muro" di carta igienica davanti al Provveditorato
Ricevi gratis le news
18

«La scuola va a rotoli, portiamoli alla Gelmini» recita uno degli striscioni che un grosso gruppo di studenti sta esponendo alla manifestazione in corso davanti al Provveditorato agli studi. Ci sono circa cento persone, fra studenti, insegnanti e genitori.
La protesta si svolge a tratti in modo creativo. Verso le 16,30 i ragazzi hanno costruito un muro di carta igienica, apposto davanti al cancello. Un'ora prima, circa 40 studenti si sono seduti davanti all'ingresso del Provveditorato. Ci sono stati attimi di tensione quando un'auto che doveva uscire ha iniziato a suonare il clacson. I ragazzi non si sono spostati. Nemmeno quando si sono avvicinati esponenti delle forze dell'ordine.
Il provveditore Armando Acri ha incontrato una delegazione dell'istituto Romagnosi. Alle 16,10 è entrata quella dell'istituto Toschi, dove si protesta per la situazione di 12 insegnanti, che da mesi non percepiscono lo stipendio.

La protesta davanti all’ingresso dell’Ufficio Scolastico Provinciale è iniziata alle 15 e rientra nell’iniziativa nazionale «La Scuola a rotoli». Oltre a numerose rappresentanze di genitori, partecipano anche gli insegnanti del gruppo «Maestre e Maestri, autoconvocati, di Parma e provincia», il movimento «Lascuolasiamonoi» e il Comitato Difesa Scuola Pubblica. Ogni partecipante ha portato un rotolo di carta igienica da consegnare alle autorità scolastiche, quale significato simbolico della grave situazione finanziaria in cui versa la scuola italiana, e quella Parmense nel caso specifico.

SABATO PROTESTA L'ISTITUTO TOSCHI. Il «Toschi» scende in piazza. Nell’istituto d’arte, dove da inizio novembre dodici professori non percepiscono lo stipendio e dove è a rischio il corso di discipline dello spettacolo, gli studenti, i loro familiari e gli insegnanti hanno fatto fronte comune. Sabato 20 marzo, dalle ore 9 saranno in piazza Garibaldi in un presidio promosso per sensibilizzare la città sul problema che riguarda 180 studenti, che si ritrova con la possibilità di non poter concludere, nel modo previsto, gli studi. Nella riunione organizzativa di martedì scorso, nell’aula magna del Toschi, le persone preoccupate in prima persona dalla situazione hanno dato vita al «comitato di discipline dello spettacolo». I docenti non ricevono lo stipendio a fronte del lavoro di insegnamento che hanno svolto e che continuano a svolgere regolarmente tutti i giorni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • caspao

    04 Aprile @ 11.03

    peccato sprecare tanta carta igienica.

    Rispondi

  • Massimo

    19 Marzo @ 10.35

    alle elementari la mia classe era di 20 persone contro le 28 di mia figlia oggi (stessa scuola). C'erano inoltre le classi differenziali, oggi lo scalmanato te lo devi tenere in classe. Sul pezzo di carta hai ragione ma non credo valga per le elementari.

    Rispondi

  • ANNA

    19 Marzo @ 10.19

    sono stanca di qualsiasi manifestazione, sulla scuola, sul termovalorizzatore.......tanto alla fine, a quanto pare, il popolo non conta niente!!! è solo uno sfogo ke non porta niente di positivo, anzi...ci avvelena di più il fegato, proprio x il fatto ke nessuno ci c... l'unica soluzione ai problemi italiani è fare una ripulita di "politici datati", e sostituirli con i giovani, con idee originali, per la scuola, per l'ambiente..... ma soprattutto onesti, incensurati, in grado di "disinfettare" questa realtà corrotta ke ci circonda e ke educa (questa realtà) i giovani al "frega-frega" giustificandosi dicendo: "ma come...quelli, al governo possono farsi le leggi ad personam, possono rubare milioni, ed io non posso comportarmi in modo disonesto?"Ci vogliono i giovani "puliti" ke educano altri giovani, alla generazione ke verrà. I giovani hanno un futuro. ma questi politici no!!! "ki se ne frega se costruiscono un termovalorizzatore, tanto non ci saranno più fra 30/40 anni!!". Per quanto riguarda la scuola: continuiamo a vedere i reality show, anche una riforma scolastica più giusta, non ci permetterà un istruzione decente se continiuamo a nutrirci di ca.... e poi credo ke alcuni istituti si stanno approfittando di questa crisi, chiedendoci in continuazione i soldi. Ma alla famiglia ki ci pensa??

    Rispondi

  • pier luigi

    19 Marzo @ 09.34

    Il maestro unico non aveva meno studenti, anzi se vado a vedere le fotografie delle mie classi elementari , medie e superiori, il numero era costante e mai inferiore a 20/25 e tutti erano abbastanza seguiti, c'era sempre quello che si impegnava più degli altri e quelli che studiavano meno. Oggi tutti vogliono 'studiare', in certi casi studiare il modo di continuare gli studi per ritardare il cintatto col lavoro e per un pezzo di carta che permetta di dire 'io a fare quel lavoro? ho il pezzo di carta!'

    Rispondi

  • ERIO

    19 Marzo @ 06.45

    e infatti in Italia si spende poco e malissimo.I corsi fantasma sono solo dei poltronifici per i figli di.... , parenti di..... nipoti di.... ci sono dei corsi universitari studiati prima per le cattedre poi per chi le deve occopare e infine gli studenti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

5commenti

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

3commenti

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

LIRICA

Macbeth inaugura il Festival Verdi 2018 al Teatro Regio

La "prima" è in programma giovedì 27 settembre

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

PGN

La festa di Casaltone, Benassi e i Megaborg al Mu, e il nuovo «Operaswing»

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

MOTORI

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse

motori

Il tempo libero secondo Mercedes