14°

26°

Parma

Ghiaia, l'opposizione si scaglia contro il Comune

Ghiaia, l'opposizione si scaglia contro il Comune
Ricevi gratis le news
11

E' guerra dell'opposizione sulla nuova Ghiaia. Giorgio Pagliari (Pd),  Marco Ablondi (Prc), Maria Teresa Guarneri (Altra politica), Gabriella Biacchi (Italia dei Valori) hanno scritto un documento in cui spiegano che il progetto trasformerà la piazza "in qualcosa di totalmente diverso da quello che era prima, con il conseguente stravolgimento della sua funzione tradizionale, sia con riferimento al destino della rete di imprese commerciali presenti prima dell'avvio dei lavori"
"Il fatto che oggi tutto ciò confermi che gli orientamenti delle opposizioni fossero tutto tranne che pregiudiziali e che tali caratteristiche rivestissero, invece, le 'difese d'ufficio' del progetto da parte della Giunta Comunale, non 'consola', né induce a tacere - si continua nella nota -. Appare gravissimo e inaccettabile, in particolare, che: a) non si è garantita a tutte le imprese prima insediate, indipendentemente dalla categoria merceologica, di poter tornare in Piazza Ghiaia; b) per le imprese prima allocate nei box demoliti, sia prevista, ancora oggi con tempi da definire, la sola possibilità della riallocazione in via Romagnosi (cosidetta "piccola Ghiaia") con esclusione aprioristica della ricollocazione nella piazza storica; c) per le imprese, che possono ambire a ritornare in Piazza Ghiaia, sia imposto non solo l'onere del reinsediamento, ma anche quello, a pena di inibizione del reingresso, di entrare in un consorzio, sostanzialmente costitutivo di un centro commerciale, con oneri aggiuntivi".
"Gli scriventi - si prosegue - non intendono, in alcun modo, avallare questo epilogo di una vicenda disgraziata, che la Giunta Comunale ha - ancora - il dovere di concludere nel modo più equilibrato e attento anche alle legittime aspettative degli operatori prima insediati, a nulla rilevando né la loro entità numerica, né la dimensione delle loro aziende, e nemmeno la nazionalità dei titolari delle stesse. I danni causati dall'operazione di Piazza Ghiaia sono già incalcolabili per gli operatori della Ghiaia, per quelli della zona circostante e per la Città, ma l'evoluzione prevista aggiungerebbe danni ancora più gravi, accentuando la responsabilità del Comune. I contorni dell'operazione, così come oggi (finalmente) chiariti, dimostrano infatti che l'operazione, anziché tendere ad una ristrutturazione di Piazza Ghiaia, ha mirato al superamento (=la "cancellazione") della funzione tradizionale di quest'ultima, senza l'attenzione dovuta sia all'immagine della Città, sia al monumento Piazza Ghiaia, sia al sistema economico-imprenditoriale ivi insediato. In ogni caso, tutto può sostenersi (forse!), ma non che il Comune possa abbandonare al proprio destino operatori commerciali, cui con un'operazione unilaterale il Comune stesso modifica la sede di lavoro, senza offrire loro una vera e seria alternativa, e assumendosi la responsabilità della chiusura o del fallimento delle imprese. Gli scriventi richiederanno l'immediata convocazione della competente Commissione consiliare, pur se ritengono che la stessa dovrebbe essere convocata d'iniziativa della presidenza".

IL PD: LA GIUNTA NON MANTIENE GLI IMPEGNI? "Stanno circolando tra i commercianti notizie molto allarmanti che riguardano direttamente tutte le imprese di Piazza Ghiaia, in particolare tutte quelle collocate “provvisoriamente” nei boxes di P.le della Pace.  Risulta infatti che ai commercianti dei boxes di P.le della Pace non venga più riconosciuta la prelazione per ritornare nella nuova Ghiaia, una volta terminati i lavori di ricostruzione - si scrive in un documento a firma di Lorenza Dodi, segretario comunale del Pd di Parma -  Questo sarebbe un comportamento molto grave, una vera e propria presa in giro, per tutta la città oltrechè un danno irreparabile per le imprese interessate, già colpite nel reddito dal trasferimento e ora messe alla porta, insieme ai loro collaboratori e dipendenti.  Pare infatti che spetti al soggetto gestore della struttura la parola finale su chi fare entrare e chi lasciare fuori, quando invece per favorire l’avvio dei lavori venne promesso a tutti che non ci sarebbero stati problemi e che anzi, tutti erano garantiti dal diritto di prelazione, inteso nel senso più ampio: una volta terminati i lavori, tutti sarebbero rientrati.
Il Partito Democratico, da sempre contrario al progetto che ha finito per stravolgere il mercato più antico della città, ancora una volta è costretto a sollecitare pubblicamente la Giunta comunale, il Sindaco Vignali,  affinchè chiariscano pubblicamente quelle che per ora sono notizie non ufficiali, mettendo eventualmente riparo a “trucchi” contrattuali che possono compromettere l’occupazione e il futuro di decine di imprese commerciali.   Lasciamo infine ai cittadini il giudizio su quanto si sta costruendo in Piazza Ghiaia che appare proprio come l’ennesimo sottoprodotto architettonico di questa Amministrazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    20 Marzo @ 09.58

    Vercingetorige la nostalgia è anche dei luoghi, intesa magari come esercizi commerciali. In settembre appena uscito dall'ospedale per esami e due giorni passati a mangiare pasta in bianco ho trovato una vecchia bottega con un signore che parlava in dialetto, profumi di salumi e tanto altro. Naturalmente ho optato per una focaccia con crudo preparata sul momento. Appena uscito ho pensato alla Ghiaia, alla polleria e al mercato alimnetare coperto....cose che non ci sono più. Però non diamo la colpa al comune o ai cinesi, purtroppo funziona così, il vecchio oste deve andare in pensione e il figlio non vuole continuare l'attività del padre (cosa giustissima, conosco in vari campi figli che lavorano o studiano sotto obbligo dei genitori, spesso persone infelici) quindi si chiude e si vende. Tanti giovani hanno poca voglia di aprire un ristorantino o un negozio o bottega alimentare (condivisibile qnache questo, troppi centri commerciali, quì si colpa del comune) quindi si vende a chi compra e spesso sono cinesi che pagano con soldi veri, subito (non da sottovalutare di questi tempi) e tanto.

    Rispondi

  • Francesco

    19 Marzo @ 20.19

    Signor Gigi, a me pare che non ci sian solo le oche di Roma che sternazzano. COMUNQUE , SECONDO ME , LA NOSTALGIA CHE MOLTI HANNO DELLA VECCHIA GHIAJA E' UNA NOSTALGIA DELLE PERSONE PIUTTOSTO CHE DEI LUOGHI. La Ghiaja era un punto di aggregazione della Parmigianità, dove si potevano incontrare le figure più tipiche della nostra tradizione. Questi grossi e lunghi lavori hanno contribuito a disperdere tanto patrimonio umano, che, comunque, si sarebbe disperso lo stesso, perché le persone, purtroppo, finiscono.

    Rispondi

  • Willy

    19 Marzo @ 18.01

    che ne dite del progetto ponte nord , ossia quello che da via brennero salta il fiume Parma e sbuca in via Reggio e poi ?? dovrebbe passare sotto le rotaie e finire nella zona ex campo rugby , ex campo baseball . attenzione il buco che passa sotto le rotaie e' gia fatto .. insomma passate e vedrete che anche questo progetto milionario non ha senso ne utilita' .. ma serve a crestare denaro pubblico ... mah!!

    Rispondi

  • Francesco

    19 Marzo @ 16.59

    Bar, Ristoranti e Librerie sono del tutto estranei alle tradizioni della Ghiaja. I Cinesi, poi, stanno comprando i negozi di mezza Parma. Che facciamo, eliminiamo i negozi ?

    Rispondi

  • michele

    19 Marzo @ 16.04

    a Parigi una volta c'erano Les Halles , con i "frutarol" e compagnia, da qualche decennio c'e' qualcosa di moderno che forse alla fin fine e' meglio buon fine settimana a tutti

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutte le foto del  royal baby

FOTOGALLERY

Tutte le foto del royal baby

Lealtrenotizie

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

1commento

tg parma

Punta un'arma contro la fidanzata del figlio: paura in via Rezzonico Video

il fatto del giorno

Botte alla compagna sotto gli occhi della figlia: condannato Video

tg parma

Cerca di fuggire: pusher "placcato" e arrestato dai carabinieri in Viale Vittoria Video

Un cittadino polacco è stato denunciato per furto

2commenti

SPORT

Centro sportivo di Collecchio: c'è una nuova offerta, si riapre la gara

L'offerta è stata fatta dall'Istituto per il credito sportivo (Ics). Il Parma Calcio 1913 rassicura i tifosi: "Parteciperemo alla prossima asta pubblica"

9commenti

PARMA

Incendio in uno scantinato: vigili del fuoco in zona San Lazzaro

E' successo in via Bondi

LUTTO

Addio a Oddi, pilastro dell'Audace

tg parma

Ok al bilancio di Fondazione Cariparma e via libera al nuovo Cda Video

la segnalazione

"Il parcheggio dell'Ercole Negri pericolosamente al buio da troppo tempo"

PARMA

Uno sprint al tramonto: il 4 maggio torna la Cetilar Run

Ecco il percorso della manifestazione: 8 chilometri dal Parco Ducale alla Cittadella

Parma

Vandalismi all'Itis, la preside chiude il bagno

Soragna

I ragazzini rapinati: abbiamo ancora paura

'NDRANGHETA

Gigliotti deve restare in cella: no del gip alla scarcerazione

FELINO

Invalida per finta e denunciata per davvero

Sosta con un permesso falso sullo stallo per disabili in via Brigate Alpine: un'automobilista originaria del Napoletano scoperta e indagata dai vigili

1commento

IL CASO

Massacro di via San Leonardo, chiesto il rinvio a giudizio di Solomon

PARMA

Casa nel Parco: gioco e lavoro vanno a braccetto Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

1commento

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

ITALIA/MONDO

londra

Per il giudice Alfie può andare a casa, ma non in Italia. I medici frenano

piacenza

Due discoteche chiuse per alcol a minorenni

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

social

Da odio a sesso, le linee guida di Facebook sui post vietati

curiosità

La filastrocca sull'aereo Pippo recitata nei luoghi di Parma sotto le bombe Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento