17°

27°

Parma

Crac Parmalat, Bonici: "Io, vittima della truffa di Collecchio"

Crac Parmalat, Bonici: "Io, vittima della truffa di Collecchio"
Ricevi gratis le news
1

Sono state le dichiarazioni spontanee più lunghe che il processo Parmalat abbia finora registrato. Giovanni Bonici, ex Parmalat Venezuela ed ex Bonlat, ha parlato per due ore e mezzo di fronte al Collegio chiamato a giudicare gli ex amministratori e sindaci del colosso di Collecchio travolto dal crac del 2003.
E Bonici ha riportato numeri, date, atti e documenti che attestano, a suo dire, la sua completa estraneità alla «truffa» orchestrata da Calisto Tanzi e Fausto Tonna ai danni di migliaia di risparmiatori. Entrato in Parmalat come impiegato di terzo livello, nel 1988 diventa direttore amministrativo della centrale del latte di Genova nel '94 dopo aver fatto esperienza negli stabilimenti Parmalat di Puglia e Basilicata. Nel febbraio del '97 viene spedito in Venezuela con l’incarico di direttore amministrativo della società che gestiva il mercato del latte nel paese sudamericano per conto dei vertici di Collecchio. Stando a Bonici, il suo è un incarico di ristrutturazione perchè il gruppo Parmalat in Venezuela sta attraversando un momento di crisi: «Troppi dipendenti e troppi stabilimenti, infatti io ne chiuderò alcuni e ridurrò il numero delle persone impiegate nel gruppo venezuelano». Risultati che Bonici giudica ottimi visto che il Gruppo di cui diventa presidente nel 2000 già nel 2002 registra margini operativi sopra il 10%. «Superiori – ha spiegato – a quelli della stessa Parmalat attuale». La Parmalat di Calisto Tanzi però continua a comunicare al mercato margini più bassi rispetto a quelli effettivamente realizzati durante la gestione Bonici. Su Bonlat, società cassonetto del Gruppo Parmalat, Bonici dice di non aver saputo «null'altro che quello che sapevano la maggioranza dei dirigenti e cioè che Bonlat era una società che raccoglieva contributi da altre società del Gruppo, ritenuti utili, e li girava alle società che avevano bisogno». Secondo Bonici inoltre la gestione degli insediamenti produttivi di Collecchio in Sudamerica è stata rimessa per lunghi anni a Gianni Grisendi. «Fino alla mia nomina a presidente di Parmalat Venezuela era Grisendi che gestiva tutti i comparti sudamericani anche se formalmente era capo solo di quello brasiliano. Quando si parlava di Brasile si parlava quindi di Sudamerica. Mi hanno accusato di aver partecipato a questa gestione perchè, dicevano, che ero stato invitato a partecipare alle riunioni di area ma non è così. Non sono mai stato invitato nè vi ho mai preso parte». Per quanto riguarda invece la questione del latte in polvere che Bonlat avrebbe fittiziamente commercializzato allo scopo di ridurre il debito delle società del Gruppo, Bonici ha detto di aver firmato «alcuni contratti» ma non il numero di accordi commerciali che la Procura gli imputa. «Alcuni di quegli accordi che mi vengono contestati sono firmati da persona che non sono io». D’altronde, ha continuato l’ex manager Parmalat, il numero di tonnellate (centinaia di migliaia) di latte in polvere asseritamente commercializzato era credibile perchè rientrava «in una politica di speculazione economica che anche Cuba conduce come quella sul petrolio». Su Bonlat, insomma, Bonici rispedisce al mittente le accuse della Procura che lo vogliono responsabile delle operazioni condotte attraverso la società «cassonetto». «Di quello che faceva Bonlat sono venuto a conoscenza solo nei giorni del crac, prima nessuno faceva riferimento a me per il compimento delle operazioni». Stesso discorso per Epicurum, il Fondo dove Parmalat avrebbe dovuto avere 3,8 miliardi di euro. «Il verbale del Cda di Bonlat dove si approva l’investimento in Epicurum non l’ho mai firmato – ha detto sul punto Bonici – lo stesso sostiene anche Pessina». Prima di chiudere le proprie dichiarazioni spontanee l’ex dirigente di Collecchio che oggi vive e lavora in Venezuela in un’azienda gestita da imprenditori italiani ha spiegato che dal 2005 ha fatto causa a Parmalat per danni morali e materiali: «Io sono una vittima della truffa». L’udienza è aggiornata all’8 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mirco

    30 Marzo @ 09.57

    Poverino, un vittima del crak ! lui non sapeva nulla, è tutta colpa di Francesca Tanzi, la sola in carcere a scontare la pena.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

SICUREZZA

L'amarezza di Pizzarotti e Casa: «Poliziotti in più solo grazie a Minniti»

5commenti

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

TIZZANO

Frana di Capriglio, l'ira del sindaco Bodria: «I lavori subito o evacuo il paese»

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

SERIE A

Parma, che tour de force

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

Lentigione

Piena dell'Enza, risarcimenti e polemiche

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

10commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

3commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

USA

Coppia insospettabile "drogava e stuprava donne": forse centinaia di casi

scosse

Terremoto di magnitudo 2.5 e replica a Pozzuoli

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design