17°

30°

allarme

I Verdi: "I parmigiani muoiono di inquinamento"

I Verdi:
Ricevi gratis le news
17

I Verdi di Parma lanciano un allarme "i parmigiani muoiono d'inquinamento". Fornendo anche un dato degli ultimi 5 giorni: nell'aria di Parma pullulano polveri sottili". Un allarme contenuto in un comunicato.

Lunghe file di persone in farmacia per acquistare broncodilatatori e antistaminici.
Tutto scorre, come se nessuno di noi, singoli cittadini, istituzioni, media, fossimo in grado di far capire la drammaticità dell’inquinamento atmosferico a Parma, e soprattutto capaci di generare un repentino miglioramento della Qualità dell’Aria attraverso meccanismi esemplari e comportamenti virtuosi.
Dinnanzi alla certificata cancerogenità delle PM10, alle graduatorie scientifiche che pongono Parma tra le città più inquinate d’Europa, finora ci si è fermati alle dichiarazioni di intenti, o a poche e non impattanti azioni politiche.
Da 5 giorni, nell’aria di Parma, pullulano polveri sottili cancerogene in presenza superiore ai limiti di legge.

Dati PM10 in Emilia Romagna

Invitiamo il Comune di Parma a farsi promotore di comportamenti inusuali e virtuosi nella riduzione dell’emissione di agenti inquinanti, attivando un forte e capillare sistema di attenzione almeno attorno al mondo dei bambini e delle scuole.
Si blocchi la mobilità delle auto (blocco totale) per più giorni e si riduca fortemente (nei fatti) il ricorso al riscaldamento (cambiare le abitudini delle persone, si può fare quando di mezzo c’è la vita, la sana vita, nostra e dei nostri figli).
Questo non è un accanimento da ambientalisti, è una necessità di tutte le persone che stanno sempre più divenendo coscienti della gravità dell’inquinamento a Parma: oggi è il momento delle scelte rivoluzionarie e inconsuete.
Nell’attesa di azioni concrete da parte del Sindaco e dell’Arpa, invitiamo le persone a seguire queste indicazioni di buon senso:
evitare di rimanere a lungo all'aperto nelle giornate inquinate (per informazioni controllare i bollettini meteo PM10 dell’ARPA Emilia Romagna)
ricambiare l'aria nelle stanze solo nelle prime ore della giornata, in quanto la concentrazione del PM10 è più bassa
chiudere con un sigillante gli spifferi: dei cassonetti delle finestre, spazi muro-corsie tapparelle e spazi muro-telaio finestra
spostarsi in città a piedi e in bicicletta scegliere i percorsi a minor traffico
- evitare esercizi e sforzi fisici nelle zone urbane, dove maggiore è la concentrazione dei PM10
- utilizzare il meno possibile il motorino e l'automobile, oltre ad aumentare l'inquinamento non è dimostrato che all'interno della macchina si sia protetti dalle polveri
- in commercio non esistono al momento filtri per l'abitacolo per automobili efficaci contro le polveri sottili
- le normali mascherine non proteggono dalle polveri sottili
- quando le concentrazioni di PM10 sono elevate, come in questi giorni, utilizzare maschere del tipo Filtro Facciale Protezione 3 (FFP3 questa sigla è stampigliata sulla mascherina), che proteggono da polveri tossiche, sono dotate di valvola che favorisce l'espirazione e aderiscono con facilità alla forma del viso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Remo

    25 Gennaio @ 21.14

    una soluzione gia' a portata per diminuire l'inquinamento in citta', almeno per quanto riguarda l'inquinamento da auto, specialmente diesel(in Francia, a Parigi, le stanno vietando), sono le auto elettriche:e' vero che costano di piu' rispetto alle auto "normali", ma adesso la regione Emilia-Romagna ha messo degli incentivi per chi acquista auto elettriche:... https://www.google.it/webhp?sourceid=chrome-instant&ion=1&espv=2&ie=UTF-8#q=regione+emilia+romagna+incentivi+auto+elettrica+2016 ...se anche il Comune mettesse degli incentivi, se ne potrebbe parlarne!Ed i verdi-ecologisti-ambientalisti dovrebbero capire che andare a piedi od in bici al lavoro od a scuola puo' andare bene per chi abita a 4 passi dalla destinazione, ma non per un lavoratore pendolare che abita a 40-80 km dal luogo di lavoro, oppure per un genitore che deve portare il figlio all'asilo dall'altra parte della citta', e poi andare al lavoro fuori Parma ... le auto elettriche risolverebbero il problema da inquinamento da auto, ma rimarrebbe quello da camion(tir in special modo), sulle autostrade(molto inquinamento in val Padana arriva dalle autostrade,fino in citta'), quindi bisognerebbe favorire il trasporto su rotaia, e le consegne in citta' dovrebbero essere fatte con camioncini elettrici! E poi, in citta' girano un bel po' di autobus vecchi ed a gasolio, bisognerebbe dove possibile mettere altri filobus, e dove non possibile altri autobus a metano!

    Rispondi

    • Filippo

      26 Gennaio @ 09.22

      Questi che ci amministrano, le auto più ecologiche le tassano con un'assurda gabella annuale, con un'ancor piu' idiota burocrazia, che costringe tutti gli anni a portare di persona al Duc la stessa documentazione che hanno già in archivio... Vedi te come siamo messi... Soluzioni? Questi non sono capaci neanche di trovarsi il naso

      Rispondi

      • salamandra

        26 Gennaio @ 15.37

        immagino stia parlando del permesso auto amica. Dato alle auto elettriche ma anche quelle GPL o metano. Per le elettriche ha un senso e sono a favore dell'esenzione bollo decretata dalla regione. Per le auto a gas sarebbe ora di abolirlo perché comunque inquinano. E lo dico da possessore del permesso in questione.

        Rispondi

  • Lavapiatti

    25 Gennaio @ 18.09

    Verdi quando Pizzarotti torna con la testa fra noi anziché a Roma vi risponde... Bah oltre a lavare le strade (secondo me adeguato) si potrebbero lavare i marciapiedi...far capire alla gente che non si fa la pipì o non si lasciano i sacchetti del rudo in giro...oppure si potrebbe incentivare il mezzo pubblico...se magari non fosse abitato perennemente da extracomunitari! Mai preso le corse delle 17 e delle 18 provenienti da Langhirano o da Traversetolo??? Poi se non hanno il biglietto gli danno la multa...ma a che serve? A momenti non hanno i soldi per comprarsi le ricariche telefoniche...stanno a spese dello stato la multa la cestinano!!! È il sistema che va rivisitato! Io se non ho l'abbonamento sono 5€ subito o se non mi presento entro 5 giorni sono 60€!!! Loro invece viaggiano gratis, come vari parmigiani del resto...

    Rispondi

  • gigiprimo

    25 Gennaio @ 16.39

    vignolipierluigi@alice.it

    Finalmente ho trovato chi mi risponderà!!! Quante morti nel reggiano per il trentennale funzionamento dell'antidiluviano inceneritore? O è un segreto di stato o meglio del pci?

    Rispondi

    • Remo

      25 Gennaio @ 21.18

      non so se e' giusto, ma i reggiani il loro lo chiamano termo-valorizzatore, mentre il nostro lo chiamano inceneritore...ma il nostro, e' adeguato alle ultime normative europee?di quelle italiane, non ne parliamo...

      Rispondi

    • Vercingetorige

      25 Gennaio @ 20.12

      ECCO ! BRAVO ! Aspettiamo i dati , se possibile da fonte attendibile , non da quelli che vedono fosforescente il latte delle puerpere di Bardi !

      Rispondi

      • leoprimo

        25 Gennaio @ 21.32

        Ha mai sentito parlare del professor Tomatis? Non era un tutto logo ma un oncologo di una certa fama.

        Rispondi

  • ugorav

    25 Gennaio @ 14.41

    Basterebbe lavare le strade come si faceva una volta

    Rispondi

  • federicot

    25 Gennaio @ 14.14

    federicot

    ma vah?? siamo i quarti più ricchi d'Italia...ovvio che andiamo sempre in giro con la macchina sotto il c.... Cari Verdi, secondo voi la colpa di chi è se non dei parmaioli?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

1commento

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Colpo nella notte al Mercatone uno di via Mantova

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

1commento

calestano

Cade da una scarpata: un 40enne motociclista è grave al Maggiore

evento

Una suggestiva (senza auto) piazza Garibaldi pronta per la Notte del Terzo Giorno Video

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

CARABINIERI

Banda del caveau: ecco come i malviventi si orientavano nel sottosuolo di Parma Video

2commenti

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

PARMA

Rissa con feriti: la questura sospende per 20 giorni l'attività di un circolo

VIA CALATAFIMI

Rubata la borsa lasciata in auto: dentro un tablet e 300 euro

1commento

Violenze alla materna

Una mamma: «In un video ho visto mio figlio maltrattato»

CALCIO

I calciatori del Parma in municipio. Domani arriva Lizhang Video

Il ds Faggiano: "I big? Solo se hanno voglia"

GAZZAREPORTER

Auto in fiamme: l'intervento in viale Vittoria Video

Ecco un video sull'emergenza di ieri pomeriggio

FIDENZA

Camion perde una barriera «new jersey», tragedia sfiorata

PARMA

Anziana truffata da un finto addetto Iren in via Furlotti Video

E' intervenuta la polizia: ecco la notizia del 12 TgParma

OLTRETORRENTE

Premio da 10mila euro con un "gratta e vinci" in via D'Azeglio

CARABINIERI

Traffico di droga: sequestrati beni per 500mila euro a un 45enne agli arresti domiciliari a Parma

Leonardo Losito, pregiudicato, è accusato di essere l'organizzatore di un traffico di droga nella zona di Andria, in Puglia

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

Il ristorante: «Il buonumore» - Il «pescato» del giorno nel piatto

ITALIA/MONDO

Il caso

Rossella fu abusata per settimane dalla banda di Izzo

nasa

E' morto Bean, il quarto uomo a sbarcare sulla Luna

SPORT

Calcio

Il Real batte il Liverpool e vince la Champions per la terza volta consecutiva

formula uno

F1, Gp Montecarlo: una "pole" che cambia il mercato piloti

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional