18°

28°

Parma

Scuola a "rotoli": la lettera-appello di 12 consigli di istituto

Scuola a "rotoli": la lettera-appello di 12 consigli di istituto
Ricevi gratis le news
6

Ieri la manifestazione di protesta davanti alla scuola Ferrari. La scuola va a "rotoli", è il significativo slogan che accompagna la protesta di 12 consigli d'istituto, sulla situazione allarmante in cui versano oggi molti istituti. Ecco la loro lettera:

Al Ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca
Al Direttore Generale per la Politica Finanziaria e di Bilancio
Al Dirigente dell’Ufficio scolastico Regionale per l'Emilia-Romagna
Al Dirigente dell’Ufficio scolastico Provinciale di Parma
Al Presidente della Provincia di Parma
Al Sindaco di Parma
All’Assessore alle Politiche Scolastiche della Provincia di Parma
All’Assessore alle Politiche Scolastiche del Comune di Parma
Al Sindaco e all’ Assessore alla Scuola del Comune di Sorbolo
Al Sindaco e all’ Assessore alla Scuola del Comune di Mezzani
Al Sindaco e all’ Assessore alla Scuola del Comune di Collecchio
Al Sindaco e all’ Assessore alla Scuola del Comune di Fontevivo
Al Sindaco e all’ Assessore alla Scuola del Comune di Fontanellato

e p.c.
All’ASAPA
Ai capigruppo del Consiglio Provinciale
Ai capigruppo dei Consigli Comunali 
Agli organi di stampa nazionali e locali

Oggetto: Difficoltà nella gestione del Programma Annuale 2010 -Consigli di Istituto di Parma 

I sottoscritti, presidenti e membri dei Consigli di Istituto e di Circolo di scuole dell’obbligo del Comune di Parma, intendono esprimere alle S.V. la propria preoccupazione di fronte alle criticità che emergono nell’applicazione della nota ministeriale del 14 dic. 2009 n.9537, “Indicazione riepilogative per il P.A.” e dal mancato riconoscimento da parte del Ministero dei residui attivi accumulati negli anni 2006-2009 per il pagamento delle supplenze.
Siamo consapevoli che la situazione di esposizione economica è gravissima a livello di tutti gli istituti scolastici nazionali (vi sono istituti scolastici che vantano crediti verso il Ministero da 100.000 a 360.000 €, per un totale stimato a livello nazionale di € 1.500.000.000 ) ma questo dato non allevia la situazione delle nostre scuole, che si sono trovate in questi giorni a dover approvare il Programma Annuale 2010, senza aver ottenuto risposte urgenti ed efficaci per uscire da questo rischio di paralisi dell’attività didattica ed amministrativa.

1) RESIDUI ATTIVI ANNI 2004-2009
All’1/1/2010 i nostri Istituti devono  ancora ricevere dal Ministero € 1.750.702 (dato delle 13 scuole che ci hanno comunicato l’importo dei residui attivi). Tali spese sono state effettuate tramite anticipi di cassa e sono state necessarie per permettere le regolarità del servizio. A tutt’oggi il Ministero non ha comunicato nessuna volontà di procedere all’assegnazione di questi fondi, nonostante le spese siano originate da obblighi giuridici inderogabili (quali le supplenze di personale). Per i nostri Istituti l’esposizione economica a cui sono stati costretti porterà nei prossimi mesi ad un blocco totale delle attività, dei progetti e delle nomine di supplenti, con ricadute gravissime sul diritto allo studio degli alunni/e.

2) FONDO PER IL FUNZIONAMENTO 2009
Nell’anno finanziario 2009 il Ministero non ha assegnato a molti dei nostri Istituti alcun finanziamento per il funzionamento (finanziamento che è stato assegnato ad un 40% degli istituti scolastici italiani, con criteri indefiniti, se non la sofferenza di cassa). Di fatto questo ha obbligato ad utilizzare i contributi volontari dei genitori ed altri residui di progetti non vincolati per coprire le normali spese di funzionamento dell’istituzione scolastica. Crediamo che sia obbligo del Ministero garantire i finanziamenti pubblici necessari al funzionamento dell’istituzione scolastica.

3) PROGRAMMA ANNUALE 2010
La nota ministeriale del 14 dic. 2009 n.9537 indica per i nostri Istituti risorse assolutamente insufficienti alle spese di supplenza e di funzionamento (si tratta di meno della metà del fabbisogno reale speso nel 2009). Come sarà possibile far fronte alle necessità della scuola con l’assegnazione di queste risorse inadeguate?
Come poter contare su risorse certe, a consuntivo,  quando il Ministero non ha restituito le somme anticipate per il pagamento delle supplenze negli anni 2004- 2009?
Nonostante le indicazioni contenute nella nota ministeriale, non v’è alcuna certezza che consenta di poter continuare ad esporsi in spese (stipendi per supplenti, contributi allo stato, ecc.) dovute ma non riconosciute. Peraltro, la scuola non può continuare ad attingere ai propri fondi vincolati (contributi genitori, fondi per progetti, ecc.), aprendo una gravissima situazione contabile di cassa e togliendosi ogni possibilità di realizzare appieno le proprie finalità didattiche ed educative.
Segnaliamo inoltre che nella nota ministeriale del 14 dic. 2009 n.9537 non vi sono indicazioni relative ad Ore eccedenti, Formazione, Finanziamenti ai sensi della L.440 e Rimborso pasti ai docenti della scuola dell’infanzia.  Si tratta di un ulteriore impoverimento delle risorse disponibili, che obbliga le scuole ad una ricerca di fondi che non compete ad una scuola pubblica.

Considerato quanto esposto, chiediamo alle S.V. di:

1.promuovere ogni forma di azione presso gli organi istituzionali competenti al fine di:
a)rivedere i parametri sulla base dei quali sono state assegnate le risorse, in modo che si possano assicurare finanziamenti atti a garantire agli alunni il diritto allo studio costituzionalmente sancito mediante un’immediata sostituzione del personale assente e il funzionamento didattico e amministrativo;
b)rivedere i criteri di rilevazione del fabbisogno per supplenze brevi e saltuarie e assicurare le risorse adeguate;
c)rimborsare i residui attivi degli anni 2004-2009, con un piano di rientro pluriennale programmato e certo;
d)garantire per tutti gli istituti scolastici una dotazione adeguata per spese di funzionamento;
e)garantire risorse adeguate per l’arricchimento e l’ampliamento dell’offerta formativa (legge 440/97);

Rimaniamo in attesa di vostre comunicazioni a riguardo.

Approvato e sottoscritto dai Presidenti e dai Consigli di Istituto delle seguenti scuole:

I.C. “Sanvitale- Fra Salimbene” - Parma
I.C. di P.le Rondani- Parma
D.D. di via F.lli Bandiera- Parma
I.C. Fontevivo- Fontanellato
I.C. Sorbolo-Mezzani
I.C. Collecchio
I.C. di via Montebello- Parma
I.C. di via Bocchi- Parma
I.C. “Verdi”- Parma
I.C. “Albertelli-Newton”- Parma
I.C. “Salvo D’Acquisto”- Parma
I.C. “Ferrari”- Parma
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paolo Reggiani

    09 Aprile @ 13.17

    Gentile Federico, Lei ha ragione nella Sua nota ed il mio commento è stato una provocazione che però ha detto una grande verità da cui tutto scaturisce in fatto di amministrazione della cosa pubblica nazionale e locale. Quest’anno l’assenteismo (da comprendere anche le schede non valide) è quasi pari al partito più forte. Qualcosa significherà! La scuola è stata progressivamente abbattuta ormai da decenni e quindi politicamente ce n’è per tutti indipendentemente dalla collocazione. Forse è questo fatto che ha sdegnato tanta gente dal votare: chiunque si scelga si finisce male. Negli ultimi tempi la situazione è peggiorata e quelli che protestano hano perfettamente ragione nelle loro lamentele. Ma, ed ecco il busillis, proprio per questo aumento del degrado (basta leggere la Gazzetta) c’è stata l’occasione buona per farlo presente ed invece il destinatario della protesta può accampare il successo elettorale. Anche se avesse votato il 100% degli aventi diritto le cose sarebbero cambiate di poco (o forse di nulla) perché come ho detto il male della scuola viene da lontano; vi ha contribuito anche da chi oggi piange la sua sconfitta. Quindi se avesse vinto avrebbe proseguito nelle sue azioni antiche che hanno portato a quelle di oggi. Il male è il non potere avere fiducia di nessuno.

    Rispondi

  • federico

    09 Aprile @ 11.10

    tutti i nodi verranno al pettine. Magari quelli che protestano hanno votato "contro".Magari prendiamocela con chi è andato al mare, che tanto la scuola chissenefrega.

    Rispondi

  • michele

    09 Aprile @ 08.48

    allucinante! e lo è ancora di più che chi non ha figli a scuola non se ne renda conto!

    Rispondi

  • Paolo Reggiani

    09 Aprile @ 07.09

    Questa è una protesta che è difficle da capire in quanto circa due settimane fa chi ha deciso quanto oggi viene protestato ha avuto l’approvazione dei cittadini elettori vincendo, appunto, le elezioni. E sul fatto che abbia vinto è concorde anche l’opposizione. Forse il mnotivo di tanta protesta è una cosa spuntata in questi ultimi dieci giorni? L’impressione è che non sia così. Ed allora come si può proptestare contro chi ha ottenuto sul suo operato un così valido sostegno dei cittadini? Le elezioni sono l’unica occasione di esprimere –ed in modo significativo- il consenso o l’eventuale dissenso sulle decisioni politiche ed amministrative prese. Dissenso non c’è stato, al di là anche di certe previsioni di alcuni. Sono questi “alcuni” che hanno perso. Tenerlo bene a mente prima di fare manifestazioni. Chi è oggetto della protesta ha l’ottima arma del consenso elettorale per dire che ha fatto bene le cose.

    Rispondi

  • crociato81

    09 Aprile @ 07.03

    Dite a vignali di investire i soldi per lo stadio..... e non tacciatemi con la solita accusa di demagogia....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

5commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

4commenti

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

1commento

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

1commento

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design