17°

28°

Parma

Barroso a Parma: "Città a vocazione europea" - Sul ponte nord: "Idea originale". Sabato la prima pietra - Discorso al Regio: "L'Europa superi i particolarismi"

Barroso a Parma: "Città a vocazione europea" - Sul ponte nord: "Idea originale". Sabato la prima pietra - Discorso al Regio: "L'Europa superi i particolarismi"
Ricevi gratis le news
1

Il presidente della Commissione europea José Manuel Durão Barroso oggi è in visita a Parma: prima un incontro in municipio, dove ha incontrato il sindaco Pietro Vignali, poi una lectio magistralis al Teatro Regio sulle sfide dell'Europa. Barroso è ospite della Fondazione Collegio Europeo.

"PARMA CITTA' EUROPEA, E' UN ESEMPIO". Barroso ha definito Parma come una città "a vocazione europea". Vignali ha mostrato al presidente Barroso, nel proprio ufficio, i plastici di quattro opere cardine della trasformazione di Parma in chiave europea: la nuova sede dell'Efsa, la Scuola europea, la nuova stazione ferroviaria e il ponte nord, del quale sabato sarà posata la prima pietra. «Sarà un ponte vissuto», ha sottolineato Vignali, mentre Barroso ha apprezzato l'«idea originale». 
«È la terza volta che vengo a Parma - ha detto il presidente della Commissione -. Devo dire che ogni volta sono colpito dalla vocazione europea di questa città. Si vede anche in queste opere che stanno crescendo, come la sede Efsa e lo stesso Collegio europeo, istituzioni che danno alla città un respiro europeo. È quello che c'è anche in Italia e che auspicherei ci fosse in tutta l'Unione europea. Spero nella crescita dello spirito europeo» in tutto il continente. «Qui a Parma - ha detto ancora Barroso - c'è l'esempio di come si possa lavorare bene per l'Europa».
Il sindaco Vignali, presentando i plastici a Barroso, ha sottolineato in particolare che ci sono tante richieste di aspiranti insegnanti per la Scuola europea. Molti docenti madrelingua hanno chiesto di venire a Parma, rispondendo al bando europeo anche più di quanto pensassero in Comune. 

"ECONOMIA SOLIDA, MA SERVE UNO SFORZO SUI CONTI". Poi un commento sulla situazione economica. Secondo il presidente della Commissione europea, l’economia italiana è «solida e forte», anche se nell’affrontare la crisi «come per altri Paesi è necessario uno sforzo» sui conti pubblici. Barroso dice che sui conti pubblici «l'Italia, come altri Paesi, deve fare uno sforzo» e «mantenere la disciplina». «A nostro giudizio - ha aggiunto il presidente - l'economia italiana è solida».
Incontrando i cronisti fra la visita in municipio e la sua lectio magistralis al Regio, Barroso ha detto inoltre che l'accordo raggiunto ieri su un prestito da 30 miliardi per la Grecia è «una buona decisione». Ssulla posizione della Germania, Barroso commenta: «Abbiamo raggiunto un compromesso, un compromesso all’Europea». Poi, sorridendo, aggiunge: «Diciamo un compromesso all’italiana».
L'ospite ha risposto anche a una domanda sulla questione Ogm. «Come Commissione europea non siamo per principio né a favore né contro» gli organismi geneticamente modificati, ha aggiunto José Barroso, rispondendo ai cronisti in Comune. Il presidente sottolinea così che «recentemente è stata presa una decisione sugli Ogm basata sulla posizione dell’Agenzia europea per la Sicurezza alimentare di Parma. Ci basiamo su consigli scientifici, su quello che ci dicono gli esperti».

FUORI PROGRAMMA CULTURALE. Mentre si recava al Teatro Regio, Barroso ha fatto una «deviazione» di carattere culturale: ha visitato brevemente il Teatro Farnese e la Galleria Nazionale (era interessato in particolare a «La schiava turca» di Parmigianino e «Testa di fanciulla» attribuita a Leonardo da Vinci).
Subito dopo, l'incontro al Parma point con il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli, che l’ha salutato con una calorosa stretta di mano: “Questo è il Palazzo della Provincia. E qui abbiamo aperto un punto informativo per i turisti: il Parma point, vera e propria “vetrina” di Parma e del Parmense”. “Verdi, Toscanini… Parmigianino”, ha detto Barroso guardandosi intorno. Prima di uscire, una sosta nella sala del touch screen, davanti alla raffigurazione del territorio provinciale. “I castelli, le città d’arte, l’Appennino, le terme, la musica… e tanto altro. La caratteristica della nostra provincia è proprio questa: una grande ricchezza di emergenze. In qualunque direzione si vada si trova qualcosa di bello e di interessante, per tanti gusti diversi”, ha detto Bernazzoli a Barroso, che ha ricevuto in dono un libro sui castelli di Parma e Piacenza e una stampa raffigurante il Palazzo della Provincia.

LA LECTIO MAGISTRALIS. Nella sua lectio magistralis, il presidente della Commissione ha detto che la strada maestra per l'Europa è il superamento dei particolarismi nazionali. «Non possiamo lasciare che gli egoismi nazionali tornino a prenderci la mano, e vedo qua e là qualche tentazione di farlo», ha detto in particolare il relatore, sottolineando che nell’affrontare la crisi, e nel delineare le «riforme ambiziose» che servono in Europa per guardare al futuro, «sarebbe un errore contrapporre interessi nazionali: si può essere patrioti e allo stesso tempo difendere l’Europa. Bisogna lavorare insieme». Un esempio della giusta collaborazione fra i Paesi membri è l'intesa su un prestito da 30 miliardi di euro alla Grecia, che lui definisce «un test di credibilità per l'Europa».
Barroso ha aggiunto che in ogni caso bisogna mantenere alta l'attenzione sulla coesione sociale: l'Europa «non può abbandonare i più deboli», altrimenti «è destinata a declinare».
Uno degli studenti del Collegio europeo ha fatto all'ospite di oggi una domanda sulla strategia della Commissione nell’affrontare la crisi e Barroso ha colto l’occasione per sottolineare ancora che non devono esserci contrapposizioni tra politiche nazionali ed europee. «Quando mi chiedono delle strategie delle commissioni chiarisco quello che sto dicendo a tutti i governi, da Berlusconi a Sarkozy alla Merkel: è la 'nostrà strategia». Per Barroso «tutti sono titolari delle strategie adottate» a Bruxelles «ed è un’idea sbagliata quella di pensare che ci sia uno in alto ed altri in basso: tutti, ad ogni livello, dai Comuni alla Commissione europea, dobbiamo giocare un ruolo in prima persona». I singoli Paesi non devono seguire una loro strada ma è anche sbagliato pensare che «tutto debba essere fatto e deciso a Bruxelles», sottolinea Barroso, ribadendo un invito «a lavorare insieme».

IL MENU DEGLI CHEF DI MAXIM'S. Dopo aver risposto alle domande di alcuni studenti del Collegio europeo, José Barroso ha partecipato al pranzo organizzato al Circolo di lettura: sono stati preparati 84 coperti (fra rappresentanti delle istituzioni, imprenditori e ospiti vari). Gli chef di Maxim's hanno preparato un menu con culatello, risotto alla Giuseppe Verdi, lombo grigliato e un dessert della casa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • manuel

    12 Aprile @ 11.14

    ah si? economia solida? non pensavo..alla conferenza di confindustria hanno detto tutti il contrario...ma va bene così, non si vorrà mica cambiare strada eh?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

parma calcio

D'Aversa promuove Gervinho: "Per Parma fa la differenza" Video

viabilità

Domani chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati Video

ricerche in corso

Albareto, soccorsi attivati per un altro fungaiolo disperso

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

parma

Lavoro nero: sospesa la licenza a un kebab di via D'Azeglio. Multati altri locali

Controlli interforze in diverse zone della città

1commento

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

3commenti

NUOTO

Commenti beceri verso Giulia Ghiretti: denuncia (e tanto sostegno) via Facebook

L'atleta paralimpica pubblica la schermata con alcuni commenti per i quali si definisce "disgustata"

3commenti

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

sicurezza stradale

Massese, allarme per quelle righe orizzontali ormai "fantasma"

politica

Pizzarotti sulla vicenda Casalino: "Le minacce sono il metodo 5 Stelle"

1commento

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

ECONOMIA

Rinnovato il contratto integrativo in Barilla: previsto premio da 10.800 euro in 4 anni

PARMA

Viale Vittoria: cartello anti-spaccio già strappato e gettato nella campana del vetro Foto

6commenti

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

governo

Pensioni: ipotesi quota 100 con 36-37 anni contributi

1commento

SPORT

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

Moto

Super pole di Lorenzo, pasticcio Valentino Rossi: 18esimo

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"