19°

30°

Parma

Legambiente: "I concerti in Giardino? Atto contro natura" -. Il Comune: "Il Parco sarà rispettato"

Legambiente: "I concerti in Giardino? Atto contro natura" -. Il Comune: "Il Parco sarà rispettato"
Ricevi gratis le news
28

LE ACCUSE DI LEGAMBIENTE -  Laddove non si può  suonare nemmeno un  tamburo, regolamento alla mano, non si possono tenere concerti.  Per Legambiente la  rassegna musicale «Sotto il cielo di Parma», programmata in Giardino,  è «un atto contro natura».   Lo «sconcerto» dell'associazione ambientalista è per «l'assoluta mancanza di riguardo dell'amministrazione comunale verso il Parco Ducale: un parco monumentale snaturato a scenario per concerti  musicali».  Sì perchè  dal 18 giugno  al 24 luglio,  nel polmone verde,    canteranno Bob Dylan, Poalo Conte, Giovanni Allievi, Elisa, Lucio Dalla e Francesco De Gregori, Emir Kustiruca & The no smoking orchestra. Legambiente rileva che «un parco non è un contenitore vuoto: è uno scrigno della natura, un organismo vivo, ricco di biodiversità. Installare una platea di 5mila posti per assistere a concerti con musica sparata ad alto volume (quanto, non è dato sapere), vuol dire compromettere fortemente la tenuta del sistema naturale del Parco Ducale, che come tutti i parmigiani sanno non è uno spiazzo degradato da rivitalizzare. Invece dobbiamo constatare che il verde, per l'amministrazione guidata dal sindaco Vignali, è sempre più considerato solo una funzione estetica».

E poi appunto c'è il regolamento del verde pubblico che - come fa notare Legambiente - «in vigore da pochi mesi  si è ridotto a carta straccia».   L'invito è  a leggere l'articolo 41,  che   tutela il Parco Ducale   in modo rigoroso. («Il Giardino  - si legge nel testo -  riveste, non solo per la città di Parma, ma anche per l’intera collettività  nazionale, un particolare significato storico, culturale e monumentale, dal quale deriva l’esigenza  per l’amministrazione comunale di assicurarne nel tempo il mantenimento delle caratteristiche  peculiari strutturali e morfologiche, attraverso strumenti di tutela in grado di garantirne uso e  funzioni ad esso compatibili»).
Poi Legambiente   cita il comma «g», che vieta di «provocare rumore (ad esempio con tamburi, con urla e schiamazzi), fatta eccezione per il rumore prodotto dalle operazione di manutenzione». Come si può conciliare tale divieto,  chiede Legambiente,  «con eventi sonori quali quelli annunciati nella rassegna "Sotto il cielo di Parma"?».  L'artico 41 vieta inoltre   «di giocare con la palla, con il frisby o con qualsiasi altro oggetto che venga lanciato (comma d)»;  di «calpestare i prati sottoposti a tutela»; di «attraversare le siepi»; di «fare pic nic e campeggio». Legambiente «chiede che venga reso pubblico il verbale e i pareri espressi dai diversi organi tecnici della Commissione provinciale vigilanza degli spettacoli sulla rassegna musicale estiva del Comune».  
 
LA REPLICA DEL COMUNE - In merito alla nota di Legambiente circa l’utilizzo del Parco Ducale per alcuni appuntamenti musicali in programma in città nel 2010, si ritengono necessarie alcune precisazioni.
Vanno sottolineati, innanzitutto, sia il limitato numero di concerti in programma, sia il tipo di esibizioni, che non è certamente “con musica sparata ad alto volume”, come sostiene l’associazione.
Il programma propone infatti una serie di appuntamenti centrati sulla musica raffinata, di qualità, la cui esecuzione avverrà nel pieno rispetto delle specificità ambientali del Parco Ducale.
Si prenda ad esempio l’attesissimo concerto di Bob Dylan: sarà un evento non a caso inserito nel ParmaPoesia Festival, nel quale Dylan si presenterà come artista a tutto tondo, che proporrà uno spettacolo al cui centro starà la parola poetica, insieme naturalmente alla musica.
Non sfuggirà, d'altra parte, a nessuno come molti parchi in Italia e all’estero ospitino da sempre eventi musicale di ampia partecipazione: in questo senso, sono noti, soltanto per restare nel nostro Paese, i casi di Boboli o della Venaria Reale, che ospitano concerti di forte richiamo.
Va infine ricordato che questa Amministrazione comunale ha da sempre puntato sul verde non tanto come elemento estetico, quanto piuttosto come risorsa fondamentale per la qualità della vita: gli spazi verdi possono e devono insomma essere vissuti dai cittadini, sempre nel rispetto dei doverosi parametri di tutela ambientale.
Questo - possiamo garantirlo - avverrà anche in occasione dei concerti previsti nei prossimi mesi, molti dei quali rappresenteranno eventi unici per la città.
 
L'Amministrazione comunale

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Matteo

    20 Aprile @ 14.24

    X Francesca: A parte il commento superfluo sull'andare a vivere in Islanda, da dove per altro potremmo imparare molte cose sulla civiltà...io non sono di Legambiente, e neanche tu a quanto pare, ma questo non vuol dire che abbiamo il diritto di rovinare i pochi spazi verdi rimasti per farci i nostri porci comodi. Di spazi per fare dei concerti ce ne sono anche troppi, il problema è che a Parma di iniziative per i giovani come concerti non ce ne sono, perchè i concerti non sono solo l'Aida le opere di Giuseppe Verdi, basterebbe che i concerti li organizzassero e li facessero nei luoghi adatti. Comunque guarda bene che la Terra non è ne mia, ne tua ne dell'amministrazione comunale, anche se tu pensi il contrario. Il Mondo è già stato rivinato a sufficienza, e qualche volta si farebbe bene a pensare di preservarlo un pochino meglio.

    Rispondi

  • E. Piovani

    20 Aprile @ 10.17

    rispettato? ci prendono in giro? Hanno forse intenzione di tenere il volume della musica ad un livello che si confà alla notte in un parco? Che pena....

    Rispondi

  • francesca

    20 Aprile @ 08.08

    iniziativa stupenda,mi pareva strano che quei cavernicoli di legambiente non ci mettessero lo zampino!ma vadano a vivere in islanda...

    Rispondi

  • Giulio

    20 Aprile @ 07.02

    Come sempre io credo sia utile guardare ad altri luoghi in cui questa esperienza è già stata fatta. I concerti nei parchi (anche in quelli centrali e belli delle capitali) si fanno da 40 anni in tutto il mondo, anche in paesi dove il rispetto e la cura dell'ambiente è molto maggiore che in Italia. E non parlo solo di concerti di musica classica, ma anche di concerti rock, etc. Legambiente!!! Accettate l'inceneritore e alzate la voce per il parco? Beh, penso dobbiate rivedere le vostre priorità.

    Rispondi

  • Michele

    19 Aprile @ 22.22

    Comune scellerato! a quando una bella lottizzazione nel parco?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"