20°

Parma

Le assenze dei dipendenti pubblici a marzo: -65% a Langhirano, +24% a Montechiarugolo

Le assenze dei dipendenti pubblici a marzo: -65% a Langhirano, +24% a Montechiarugolo
Ricevi gratis le news
11

A marzo le assenze per malattia dei dipendenti pubblici sono aumentate del 5,3% a livello nazionale. In aumento anche le assenze per malattie nella scuola con un forte incremento (+14,6%) da parte del personale tecnico amministrativo, in miglior salute stanno invece gli insegnati, che hanno registrato un aumento di giorni di assenza solo del 2,4%. Fra i dipendenti pubblici calano le assenze per malattia al Sud e nella Isole (-2,8%), aumentano invece nel Nord (+12%), e arrivano a +20,4% per il personale tecnico amministrativo della scuola del Nord- Est.
È quanto risulta dall’ultima rilevazione statistica realizzata dal ministero per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione in collaborazione con l’Istat.
Fra i dipendenti pubblici calano invece gli eventi di assenza per malattia superiori a 10 giorni (-2,3%) sia le assenze per altri motivi (-6,5%). Stesso trend anche nelle scuole dove gli stessi eventi sono diminuiti del 12,5% tra gli insegnanti e del 27,1% tra il personale tecnico amministrativo.
Dalla lettura dei dati - rileva il ministero - si ha quindi la conferma per il quarto mese consecutivo della stabilizzazione delle assenze per malattia dopo i forti incrementi registrati a partire dall’estate scorsa (in media +22% al netto dei picchi influenzali).

IN EMILIA-ROMAGNA. Il ministero della Pubblica amministrazione ha inserito sul suo sito web i dati delle assenze per malattia, nel mese di marzo, nelle amministrazioni pubbliche con 50 dipendenti o più.
In Emilia-Romagna il calo più corposo delle assenze per malattia è al Comune di San Felice sul Panaro (MO): - 91,4% a marzo 2010, rispetto a marzo 2009. L'aumento maggiore è nel Comune di Budrio (BO): +88,7%.
In mezzo ci sono molte amministrazioni pubbliche del Parmense. Il calo più vistoso è nel Comune di Langhirano, l'aumento più forte è nel Comune di Montechiarugolo.
Gazzettadiparma.it riporta i dati del ministero, che riportiamo nell'allegato a fondo pagina (scaricabile dal sito www.innovazionepa.gov.it). Va ricordato che la variazione percentuale è condizionata dal totale di dipendenti di una singola amministrazione e che non sono state rilevate le amministrazioni con meno di 50 dipendenti.

I DATI DEL MINISTERO: LANGHIRANO -65%, MONTECHIARUGOLO +24. Dove calano le assenze per malattia in marzo? Prima di tutto fra i dipendenti del Comune di Langhirano: - 65,2% rispetto a marzo 2009, vale a dire 0,13 giorni di assenze per malattia pro-capite.
Scorrendo la «classifica» del ministero, dopo varie località reggiane e modenesi si trova il Comune di Salsomaggiore: - 32,3% (0,64 giorni di malattia per ogni dipendente). E poi il Comune di Fidenza: - 25,7% (0,43 giorni pro-capite).
L'Amministrazione provinciale vede un calo del 15,1% nelle assenze per malattia (0,47 gg pro-capite).
Castenaso e Castellarano sono “al centro” della graduatoria, con una variazione nulla rispetto al marzo 2009.
Scorrendo le pagine si incontrano ora le Amministrazioni che hanno visto un aumento delle assenze per malattia fra i propri dipendenti. Dopo vari Comuni, ospedali e Asl fra Modena, Bologna e la Romagna, si trovano tre amministrazioni del Parmense di seguito. In Comune a Collecchio le assenze sono aumentate del 12,8% rispetto a dodici mesi fa (0,92 giorni di assenze pro-capite). In Comune a Parma, +13% (0,93 gg) e +13,5% l'azienda ospedaliera (0,90 gg). Fra chi lavora all'Asl di Parma si nota un aumento delle assenze del 17,4% (0,88 giorni pro-capite). L'amministrazione parmense con almeno 50 dipendenti che vede l'aumento maggiore di assenze per malattia a marzo è il Comune di Montechiarugolo. Qui il ministero rileva un aumento del 24,2% rispetto a marzo 2009 (per ogni dipendente di questo Comune sono stati fatti 1,40 giorni di assenza per malattia).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    24 Aprile @ 13.23

    Massimo sarà sicuramente un fenomeno più diffuso al sud ma il fenomeno esiste ed è molto evidente anche quì a parma e non solo di gente del sud. Il problema è che se tu sei uno statale che lavori bene e provi a denunciare la cosa vieni fatto fuori e alla fine l'unico a pagare sarai te che lavori bene e per colpa di magari dieci imbecilli ci rimettono tutti gli statali onesti e lavoratori che, nonostante le leggende metropolitane, sono ancora la maggioranza. Comunque, per rispondere ad eleonora, le persone che non lavorano o lavoraNO MALE ci sono anche nel privato. Il brutto della riforma brunetta è che si sono volute colpire le fasce più deboli dello statalismo, quelle che magari hanno una percentuale di assenteisti molto bassa mentre non subiscono nessun controllo le fasce più alte dove chi non lavorava prima continua a non lavorare. Il problema è che uno di basso livello a non lavorare crea danni magari per 1000 euro al mese, 4 di alto livello (la proporzione è questa) crea danni per 15/20 mila euro al mese. Comunque bisogna stare attenti a leggere i dati perchè brunetta ha diffuso dati incompleti prima di fare la riforma scrivendo che le assenze medie di uno statale erano di 31 giorni all'anno. Ok gisuto ma si è dimenticato di inserire la voce (facilmente verificabile nel sito della pubblica amministrazione) in cui in questi gironi erano comprese le ferie quindi il risultato era di una media di assenza di circa 1 giorno annuo per dipendente. Tra l'altro io (sono un dipendente privato, specifichiamo) secondo i dati di brunetta avrei fatto anche peggio perchè nel 2009 ho fatto 6 settimane di ferie (avevo un pò di arretrati) e 5 settimane abbondanti di malattia per problemi fisici seri a cui aggiungiamo circa una settimana di assenze (con permessi, non malattia) per verie visite mediche raggiungendo un totale di circa 60 giorni di assenza in un anno. Capite bene che c'è differenza tra dire 60 gironi di assenza dal lavoro facendo riferimento alla malattia e dire 30 giorni in un anno (perchè i restanti 30 giorni erano riferiti alle mie ferie spettanti e dovute)

    Rispondi

  • ciao

    24 Aprile @ 11.38

    Si ammalano (cancro, sla, gravidanze a rischio, diabete... e la peste nera no?) e hanno problemi di figli come ogni altro lavoratore. I dipendenti pubblici vorrebbero essere pagati "come si deve"? Beh, benvenuti nel club e mettetevi in fila, che la coda è lunga e davanti a voi c'è chi non ha sindacati né cartellini da timbrare grazie ai quali andare a far la spesa/parrucchiere/bar etc etc. Voglia di lavorare saltami addosso, lavora tu che io non posso...

    Rispondi

  • bibi

    23 Aprile @ 21.06

    E' grave che quando si parla di assenze degli statali si faccia riferimento sempre a vacanze, spesa al supermercato, doppio lavoro ecc. I dipendenti statali si ammalano di cancro, di sla, di diabete fanno la dialisi hanno gravidanze a rischio ecc. come qualunque altro dipendente. Quando ci sono impennate come quelle che vediamo molto probabilmente è successo qualcosa di grave. I dati dopo la legge Brunetta, non molto dissimili da quelli precedenti, non fanno che confermare quel che già era stato detto a suo tempo. E' una legge propagandistica che non ha cambiato la sostanza delle cose. Sapete qual'è l'unica differenza? che se si comporta male un dipendente statale finisce su striscia la notizia e magari è l'unico su 1000. Non dimentichiamo inoltre che per anni la politica è stata di concedere agevolazioni al posto di aumenti di stipendio (con grande risparmio dei contribuenti). Paghiamoli come si deve e forse le mamme che alla mattina si alzano col bimbo con la febbre, anzichè darsi malate potranno chiamare una baby sitter.

    Rispondi

  • massimo

    23 Aprile @ 21.00

    Ci sono alcuni comuni SPECIALMENTE NEL SUD in cui non é necessario mettersi in malattia basta timbrare il cartellino e uscire o trovare qualcuno che lo faccia al posto suo. Almeno a Montechiarugolo le cose funzionano e non ci sono sprechi come a Parma ASPETTIAMO I GETTONI PRESENZA DEI PARLAMENTARI

    Rispondi

  • Hugo

    23 Aprile @ 16.32

    Gianni , il ministro non fa nessuna assenza, anzi lavora anche i festivi! Dopodichè....che ciazzecca!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

1commento

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel