19°

29°

Parma

«Caso» Romagnosi: fatta la scelta migliore

«Caso» Romagnosi: fatta la scelta migliore
Ricevi gratis le news
3

Pino Agnetti

Decisione pilatesca? Di quelle, cioè, che non accontentano nessuno lasciando tutti scontenti? Non diremmo. Semmai, quanto disposto dall’Ufficio scolastico regionale in ordine al «caso Romagnosi», al termine della lunga ispezione che ha interessato l’antico liceo classico cittadino, ci pare di gran lunga la scelta più saggia e giusta che si potesse prendere nella situazione data. Perché va nella direzione, innanzitutto, di salvaguardare gli studenti e la regolare conclusione dell’anno scolastico. Scrutini ed esami di maturità inclusi (come sempre giustamente ha rilevato fra gli altri l’assessore provinciale alla Scuola, Giuseppe Romanini). In secondo luogo, perché pone finalmente fine (almeno si spera ed è logico augurarsi) al clima di isterica contrapposizione che ha caratterizzato fin dall’inizio l’intera vicenda. Fino a trasformarla in uno scontro un pò surreale e non privo di evidenti cadute di stile da ambo le parti. Scontro in cui si è davvero visto e sentito di tutto. Compresi i ripetuti e nemmeno tanto larvati inviti a farsi «gli affari loro» indirizzati a quanti, su questo stesso giornale, si sono prodigati nel tentativo di far prevalere un’unica cosa: il bene comune. Il bene di tutti: insegnanti, preside, genitori e soprattutto - lo ripetiamo - studenti. Oltre che, di riflesso, il bene della città.

Ecco perché, a questo punto, lasciamo volentieri ad altri lo sfizio (ma anche la responsabilità) di riattizzare la polemica e lo scontro provando a «tirare» a proprio favore il provvedimento appena assunto dalle autorità scolastiche. Non c’è stata la «decapitazione» richiesta a gran voce dal fronte dei contestatori della preside Forlani. Questo è certo. Così come è certo che l’«affiancamento» di quest’ultima con un altro dirigente, da qui alla fine dell’anno scolastico, suona a riconoscimento di una situazione ingestibile con gli assetti e nelle circostanze attuali. Ma solo mettendo insieme questi due elementi è possibile cogliere l’aspetto probabilmente più autentico e, almeno per quanto ci riguarda, pienamente da sottoscrivere della soluzione adottata. Che, come esplicitato per altro dallo stesso ispettorato regionale, rappresenta una «soluzione di dialogo». In altre parole, un «ponte» lanciato verso un futuro di cui ora toccherà alle diverse parti in campo dimostrare di essere veramente all’altezza. Oppure no. Insomma, d’ora in poi saranno i comportamenti quotidiani di tutti - valutati stavolta direttamente dall’interno da una figura che rappresenta di fatto una continuità dell’ispezione appena terminata - a dirci nei prossimi mesi quale potrà essere il domani effettivamente migliore del «Romagnosi». E a chi si ostinerà a parlare di un verdetto nel frattempo «alla Ponzio Pilato», vorremmo ulteriormente replicare citando un altro famoso «giudizio» biblico. Quello di re Salomone che, per dirimere il caso delle due donne che si contendevano lo stesso bambino, ordinò per finta di tagliare in due il neonato e di consegnare metà del corpo a ciascuna delle contendenti. Sappiamo bene che la vera madre, pur di salvare la sua creatura, fece un passo indietro. Proprio ciò che adesso ci attendiamo di vedere finalmente compiere, per il bene esclusivo del «Romagnosi», ai vari protagonisti di questa assurda e, sotto ogni aspetto, sbagliata «guerra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • cristina

    30 Aprile @ 15.30

    Per la cronaca, pare che la Forlani vada dicendo che la persona che le è stata affiancata non è qui per lei (!) ma per fare il lavoro dei professori che hanno dato le dimissioni dai loro vari incarichi......................Continua a negare l'evidenza. Comunque è giusto finire l'anno scolastico (pensiamo ai ragazzi che hanno la maturità!), ma poi a settembre per favore fatela sparire, datele una bella promozione e speditela da qualche altra parte (nella pubblica amministrazione si fa così con i dirigenti incapaci).

    Rispondi

  • angelo

    30 Aprile @ 07.47

    ....condivido quello che ha scritto il Sig. Michele e aggiungo che tutti si sono concentrati sulla Preside e non si sono accorti dei tanti insegnanti precari che stanno a scuola..........pensate, cari genitori di alunni che frequentano il Romagnosi, che il continuo cambio di insegnanti dentro l'istituzione scolastica, favorisce l'impoverimento culturale e formativo dei nostri figli.....ma di questo ovviamente nessuno si preoccupa. Ricordo a tutti che la scuola (come del resto tutte le istituzioni statali e private) non è fatta dai dirigenti che appunto dirigono solo, ma dagli insegnanti; è la loro stabilità che garantisce ai nostri figli un'ottimale formazione. Provate ad immaginare un cantiere senza operai ma con cinque o sei dirigenti (ingegneri etc..) - la costruzione non prenderebbe mai vita. Quindi provate ad immaginare dove gli operai sono i professori cosa potrebbe accadere. Non concentratevi sui dirigenti, perderemo di vista l'obiettivo. Ovviamente non voglio dire che il dirigente non è importante - personalmente però credo che è l'insegnante quello che bisogna ringraziare quando l'alunno apprende e si forma. I nostri dirigenti in Italia gestiscono solo numeri; e i numeri più sono alti e più fanno onore; parola data dall'esperienza ventennale nell'apparato statale. Saluti a tutti

    Rispondi

  • michele montali

    29 Aprile @ 19.02

    Buonasera, rintengo che sia stata fatta la scelta peggiore: -per i tempi blblici occorsi -perche' di fatto si e' preferito non scegliere -perche' i giovani studenti sono sempre piu' spaizzati (e' grave quando un adulto "barcolla" ma e' piu' grave non tenenrne conto infine l' uffico scolatisco regionale (visto che quello provinciale non e' stato nemmeno ponzio pialto) pubblichi sui giornali la retribuzione della preside e del dirigente aggiunto; la somma di entrambi deve essere identica alla normale retribuzione di un preside non di due!!!. In momenti in cui la scuola ha bisogno di denaro, raddoppiamo i dirigenti (visto che effettivamente fra le righe si capisce che una non e' capace al 100%)? Io chiedo le dimissioni anche del direttore dell' ufficio scolatisco regionale e provinciale per manifesta incapacita' di decidere (sono pagati per questo). In merito al fatto che la sig.ra Forlani sia diversamente abile ha tutta la mia comprensione, ma di cio' si deve fare carico il welfare (cioe' tutti noi) aiutandola nel modo piu' opportuno, non la scuola. Sttolineo il fatto che non sono parte in causa in quanto non ho nessun parente che frequenti quella scuola come alunno o come insegnate, sono solo un cittadino molto incavolato!!!. Dobbiamo telefonare a Brunetta ? Chii e' d'accordo ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

Manovra

Di Maio: "Il reddito di cittadinanza solo agli italiani". E Salvini applaude

1commento

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse