19°

32°

Comune

Folli: "Nuova legge sui rifiuti, 710mila euro per Parma"

Ambiente

L'inceneritore di Parma

Ricevi gratis le news
12

Rifiuti: incentivo di 710mila euro per Parma, "primo e unico capoluogo in regione, a beneficiare degli effetti della nuova legge regionale sull’economia circolare che premia i comuni virtuosi in base alla riduzione del rifiuto pro capite inviato a smaltimento". Lo dice l'assessore all'Ambiente Gabriele Folli, che in un comunicato spiega le novità legate al meccanismo incentivante della nuova legge regionale sulla gestione dei rifiuti. 
Prosegue la nota del Comune: 

Non è più dunque la percentuale di raccolta differenziata l’indicatore di riferimento, spesso falsato da alte percentuali di assimilazione di rifiuti speciali o anomale raccolte di sfalci e potature, ma gli effettivi materiali non recuperabili che vengono inviati ad incenerimento o in discarica che rappresentano il vero costo economico ed ambientale della gestione rifiuti.
In pratica circa il 13% del fondo incentivante regionale, costituito con il contributo sulle tonnellate a smaltimento che ognuno dei 340 comuni comincerà a versare a partire da quest’anno, viene erogato al comune capoluogo.
La legge adottata lo scorso ottobre dalla giunta regionale, è nata su iniziativa della Rete Rifiuti Zero Emilia-Romagna, Eco Istituto di Faenza, GCR, WWF, Legambiente e sostenuta da diversi comuni tra cui anche il Comune di Parma e mira ad incentivare le amministrazioni che si dotano di sistemi efficaci per il raggiungimento degli obiettivi di riduzione rifiuto a smaltimento come porta a porta e tariffazione puntuale.
L’assessore Folli a questo proposito dichiara: “E’ un grande risultato frutto dell’impegno dei parmigiani che verrà reinvestito nel miglioramento dei servizi e per la riduzione della bolletta e che inoltre è destinato ad incrementarsi progressivamente anche nei prossimi anni visto che è basato sui risultati ottenuti nel 2014.”
Tra i comuni capoluogo come detto spiccano i risultati del Comune di Parma che vedrà un incentivo di 710.000 euro mentre tutti gli altri capoluoghi dovranno invece sostenere costi aggiuntivi sulla bolletta variabili da 20.000 a oltre 200.000 euro in funzione dell’eco tassa sostenuta.
Notevole per Parma anche la percentuale di effettivo recupero registrata che si attesta sul 65,70% non lontano quindi da quel 70% che il piano regionale richiede per il 2020. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gigio

    30 Marzo @ 10.24

    Gente scollegata dalla realtà: mi domando se credono davvero a quello che dicono (probabilmente si, e questo è ancora più preoccupante). Possono essere anche arrivati alla differenziazione del 70% e passa, ma quello che non dicono è che per arrivare a questo risultato la città è stata ridotta un letamaio. Probabilmente gli illuminati pentastellati non vivono nella mia stessa città, non vedono quello che c'è in giro: pensano che sparare numeri a caso induca la gente a pensare che stanno facendo un buon lavoro, ed in questo modo guadagnino voti. Non vedo l'ora che arrivino le amministrative, perchè sono curioso di vedere quanti voti prenderanno questi personaggi (di sicuro prenderanno il voto di federicot).

    Rispondi

  • Luca

    29 Marzo @ 15.21

    ......classica trovata pre-elettorale.....ma loro non hanno nulla a che vedere con la vecchia politica........"abbiamo fatto diventare Parma la piu' virtuosa dell'Emilia Romagna sulla gestione dei rifiuti" mi sembra gia' di sentire questi proclami.......bella roba!!!!

    Rispondi

  • giuliano

    29 Marzo @ 14.38

    Con i quattrini che arrivano potrebbero scegliere sacchi per la plastica più resistenti e sacchettini per l'organico della lunghezza dei bidoncini, che quelli in dotazione oggi sono più corti e una volta riempiti si raccolgono sul fondo del contenitore...

    Rispondi

  • Enzo

    29 Marzo @ 12.05

    Sembrano tanti ma non sono neanche10 € a famiglia. Abbiamo ridotto la città a uno schifo per 10 €. Se poi è vero che i costi per la raccolta sono aumentati di 600 mila euro rispetto ai cassonetti, ne restano 100000, pari a 1,30 €/famiglia

    Rispondi

    • federicot

      29 Marzo @ 15.42

      federicot

      eh e credi che buttare i rifiuti in modo corretto sia meno dispendioso? Se non lo sai la corretta gestione del rudo è molto più costosa ( ovviamente) . per me 10 euro sono il 3% in meno sulla tassa annuale.

      Rispondi

    • Filippo

      29 Marzo @ 13.26

      Condivido pienamente: la solita vuota propaganda.

      Rispondi

      • LUGHI

        29 Marzo @ 14.37

        Avete proprio ragione!!! I 710 mila euro era meglio pagarli...................

        Rispondi

        • Filippo

          29 Marzo @ 18.38

          No, ma il concetto è semplice: neanche la differenziata al 100% può giustificare lo stato in cui è ridotta la città, con il rudo ovunque, esposto nei giorni di raccolta da chi rispetta le regole o gettato in giro da chi non le rispetta. Per chi non è accecato dall'ideologismo talebanecologico, è meglio avere differenziata al 50% e città decorosamente pulita, che il contrario.

          Rispondi

      • Daniela

        29 Marzo @ 14.17

        esatto, propaganda..visto che ormai siamo in dirittura d'arrivo si comincia con la campagna elettorale

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Realcake dinastico

LONDRA

Servita al battesimo di Louis la torta nuziale dei principi. Sette anni dopo

Bohemian Rhapsody: ecco le prime scene del film sui Queen

CINEMA

Bohemian Rhapsody: ecco le prime scene del film sui Queen Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate"

FOTO

Gazzareporter: ecco i tre vincitori. E adesso... "Racconta l'estate" Gallery

Lealtrenotizie

Paura per un uomo armato di coltello

Viale Duca Alessandro

Paura per un uomo armato di coltello

Denunciato

Il commesso ruba nel proprio negozio

CARABINIERI

Ruba la borsa di un medico a San Secondo: arrestata 50enne Video

POLEMICA

Onu contro il Parmigiano, Beltrami: «Grave errore demonizzarlo»

2commenti

MUSICA

Il concerto di Mannarino a Fontanellato: ecco chi c'era Foto

Parma calcio

Carra: «Siamo ottimisti e il mercato procede ma che danno d'immagine per noi»

PARMA

Francesco Barbieri (ex Gcr): "Sull'inceneritore solo delusioni" Video

PARMA

Tep, crescono viaggiatori e ricavi. Aumentano anche le multe

Enpa

Gatti, è allarme randagismo

2commenti

Berceto

Sciacalli a Valbona, rubate le pietre del «Castello»

SPACCIO

Affari d'oro con i ragazzini: condannati i baby pusher di piazzale Borri

5commenti

Università

Reggio, ritardi al test di Psicologia

fiume po

PoGrande: successo al ministero per il progetto valorizza il tratto medio del fiume

Il Dossier supera l’esame del Comitato Tecnico Nazionale del ministero dell'Ambiente

OSPEDALI

La Regione stanzia 56 milioni per la sanità: interventi anche al Maggiore

PARMA

Lavori in tangenziale nord: code e rallentamenti in zona aeroporto

2commenti

PREFETTURA

Ispezione del gruppo interforze nei cantieri della "Tirreno-Brennero"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

5commenti

CHICHIBIO

"Trattoria della pieve", la tradizione e i sapori del paese

di Chichibio

ITALIA/MONDO

MILANO

Kabobo in carcere lavora e studia l'italiano

6commenti

violenza

Tassista abusivo stupra una 20enne a Milano: arrestato

SPORT

formula 1

Hamilton rinnova con la Mercedes fino al 2020

DAL RITIRO

Rigoni raggiunge la squadra. Fermo Iacoponi, Scozzarella si allena a parte Video

SOCIETA'

curiosità

Spopola sul web il primo robot in cerca di un'anima

VERONA

Grave tamponamento in A4: ferite due donne, indagato l'attore Marco Paolini

MOTORI

MOTORI

"Spiaggina 58": rinasce la 500 della Dolce Vita

Motori

Allarme Assogomma: sempre più lisci gli pneumatici degli italiani