18°

Parma

Digitale terrestre: conto alla rovescia e caccia ai decoder

Digitale terrestre: conto alla rovescia e caccia ai decoder
Ricevi gratis le news
10
di Margherita Portelli
È iniziato il conto alla rovescia che separa il vecchio «analogico» dal definitivo pensionamento. A Parma  dal 18 maggio Retequattro e Raidue saranno visibili unicamente attraverso il digitale terrestre. Per gli appassionati teleamatori che vorranno continuare a vedere questi  due canali, e per gli irriducibili dell’informazione che non potranno fare a meno di Emilio Fede o Michele Santoro, l’unica soluzione sarà  munirsi di un apposito decoder o di acquistare una tv predisposta per il digitale terrestre. 
Continua così la progressiva espansione del dtt (digital terrestrial television) che, entro la fine del 2012, coinvolgerà tutta la penisola. Dopo Sardegna, Valle D’Aosta, Trentino, Alto Adige, Piemonte occidentale, Lazio e Campania ora è la volta di Parma e Piacenza, con le province lombarde e del Piemonte orientale.
Seguendo   precise scadenze, fra poco più di due settimane anche nella città ducale prenderà il via lo  «switch over», ovvero una fase intermedia di passaggio al digitale terrestre che si concluderà tra la metà di settembre e la metà di ottobre con lo «switch off», letteralmente «lo spegnimento». Da quel momento avverrà l’interruzione di tutti i segnali analogici e per guardare la tv bisognerà farlo «in digitale». I nostalgici del vecchio tubo catodico si preparino quindi a un periodo di cambiamento.  Da qui a ottobre, ogni utente dovrà dotare le proprie televisioni di un decoder in grado di garantire il segnale, o sostituire il vecchio schermo con uno di ultima generazione.
Due le principali preoccupazioni dei telespettatori: i prezzi e la difficoltà d’installazione. Il costo di un decoder varia dai 19 ai 139 euro, a seconda delle esigenze dell’utente. «I decoder più economici permetteranno di vedere i canali cosiddetti "free" - spiega Simone Zanaga di Mediaworld -, mentre quelli "interattivi" consentiranno di inserire l’apposita scheda per i canali a pagamento. La tessera sarà ricaricabile o ad abbonamento».
Ma saremo tutti in grado di adeguarci in autonomia ai cambiamenti o avremo bisogno di una mano esperta per installare il decoder? «Il decoder è autoinstallante - assicura Francesco Minetti di Marco Polo Expert -, quindi non sono necessarie particolari attitudini tecnologiche per configurarlo. Però in molti casi sarà necessario intervenire sulle antenne». 

Difficile fare una stima precisa, ma si presume che circa il 90% delle abitazioni necessiterà dell’intervento di un antennista. «Converrà quindi organizzarsi per tempo» conclude l’esperto. Per i più allergici alla tecnologia, comunque, ci sono diversi servizi: gli sms promemoria agli abbonati, il numero verde, l’installazione del decoder ad opera di un tecnico specializzato: «A mio parere saranno maggiori i vantaggi rispetto ai disagi, che comunque saranno limitati solo alla fase di avvio - spiega Michele De Simoni della De Simoni di via Tanara -. Ci saranno più canali, fino a otto per frequenza, e la qualità dell’immagine sarà migliore. Fra qualche anno si arriverà anche al digitale terrestre ad alta definizione».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ippotommaso

    03 Maggio @ 16.38

    Ricapitolando: la Rai a Parma si prende già e da molto tempo sia il mux con Ra1-2-3 che quello sul 48 con Rainews, Gulp, ecc. Il primo però è ricevibile dal sito di 'Ca' del vento' nel reggiano, verso il quale, a Parma, generalmente nessuno ha le antenne puntate. Il puntamento principale delle antenne di Parma è verso l'allineamento m.te Genesio di Medesano, m.te Canate di Pellegrino e m.te Penice tra Piacenza e Pavia. Da questi siti arriva il 98% dei canali ricevuti su Parma e qui non c'è il mux Rai coi tre 1-2-3. Questo mux verrà attivato con lo switch-over del 18 maggio che prevede lo spegnimento di Rai2 e Rete4 analogici e l'attivazione su quei canali dei mux digitali (in teoria in giornata viene spento l'analogico ed attivato il segnale digitale, se tutto va bene). Per il discorso antenne l'affare si complica perché, in linea generale, il problema non è l'antenna in sé ma il centralino che potrebbe essere del tipo canalizzato (a filtri) ed impedire la ricezione di alcuni canali digitali. Il motivo per cui Parma e Piacenza switchano con la Lombardia ed il Piemonte orientale è che, come detto, diversi canali, in particolare Rai2, vengono trasmessi dal m.te Penice che venendo convertito al digitale lascerebbe Parma al buio se non si seguisse lo switch-over anche da noi. Ecco perché sia Parma che Piacenza sono stati inglobati nell'area tecnica di cui sopra.

    Rispondi

  • franco

    03 Maggio @ 13.01

    Se fosse per "Fido" farei volentieri a meno......... ;o)

    Rispondi

  • marcel

    03 Maggio @ 12.41

    in realtà (purtroppo) il sito di dgtvi non sempre viene aggiornato in tempo reale, soprattutto per la composizione dei mux

    Rispondi

  • marcel

    03 Maggio @ 12.36

    Se è corretto quanto ho letto su vari siti specializzati il 18 spengono raidue e rete4 in analogico, e sulle stesse frequenze accendono un mux (blocco di canali) digitale. per quanto riguarda la rai in digitale al momento parma è coperta dal monte canate (pellegrino) e sul canale 48 viene trasmesso il mux B (rai news24, raisport, raigulp, raistoria + tv2000 che non è rai). dal 18 sulla frequenza di rai2 dovrebbe essere trasmesso il mux1 che dovrebbe contenere rai 1-2-3, per rai 4 occorre aspettare ancora. Per quanto riguarda il resto dei canali posso garantire che con le classiche 2 antenne puntate su monte canate e monte penice vedo rete4, canale5,italia1, la 7, boing, k2 e un'altra ventina di canali. p.s. per l'antennista ho speso 80 euro per cambiare un filtro.

    Rispondi

  • federico

    03 Maggio @ 11.44

    le informazioni le trovate tutte su www.dgtvi.it c'è tutto. La rai trasmette in digitale solo alcuni canali TEMATICI per ora, dal 18 si dovrebbe vedere RAI2. Il discorso dell'antenna effettivamente è un po' complicato, pare davvero che le antenne vadano più o meno modificate o tarate, considerate comunque che la maggior parte delle antenne sono vecchie se non vecchissime è impensabile che dopo 20 0 30 anni la stessa antenna possa andare ancora bene. Mi auguro solo che gli antennisti non ci marcino.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

1commento

PARMA

Scontro auto-bici in via Zarotto: un ferito

Fuga di gas nella notte: vigili del fuoco in via Gobetti

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

2commenti

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

2commenti

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

2commenti

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

6commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

MODENA

Pugni e testate alla capotreno sul Bologna-Parma: denunciata 26enne

3commenti

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

ZOCCA

Un 16enne confessa l'omicidio del ragazzo trovato morto in un pozzo

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel