10°

23°

Parma

Pestaggio in carcere, spunta una telefonata degli agenti a un ispettore: "Con Cagna abbiamo esagerato"

Pestaggio in carcere, spunta una telefonata degli agenti a un ispettore: "Con Cagna abbiamo esagerato"
Ricevi gratis le news
5

Si è svolta oggi una nuova udienza del processo che vede sul banco degli imputati due agenti di polizia penitenziaria, accusati di aver picchiato in carcere Aldo Cagna (condannato per l'omicidio di Silvia Mantovani, nel settembre 2006). A processo c'è anche un assistente capo, accusato di favoreggiamento. Cagna era presente in aula.
L'episodio al centro del processo sarebbe avvenuto nel febbraio 2007. «Con Cagna abbiamo esagerato», avrebbero detto gli agenti durante una telefonata a un ispettore di polizia penitenziaria, chiamato a deporre in aula. L'ispettore lo ha rivelato rispondendo alle domande del pubblico ministero.
In aula ha risposto alle domande dei magistrati anche un tunisino, compagno di cella di Aldo Cagna. Il nordafricano - che dice di non aver avuto facili rapporti con il parmigiano - ha spiegato che all'epoca avrebbe visto i segni delle percosse a Cagna, sotto un occhio e dietro la schiena. Vide inoltre che piangeva ed era agitato. Il tunisino ha spiegato che se un detenuto viene picchiato nella sezione in cui è rinchiuso, in base a una regola non scritta gli altri si mettono a gridare. Quel giorno però una protesta del genere non sarebbe avvenuta. 
L'udienza è stata rinviata.

Altri particolari sono sulla Gazzetta di Parma in edicola martedì 4 maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • massimo

    04 Maggio @ 20.06

    La cosa ingiusta non é il carcere, la cosa ingiusta é che possa uscire un giorno

    Rispondi

  • Matteo

    04 Maggio @ 13.55

    Non capisco cosa ci sia da scandalizzarsi tanto, ricordiamoci che non si sta parlando di Madre Teresa di Calcutta ma di un omicida! Detto questo, è vero che nessuno è comunque autorizzato a picchiarti in carcere ma è anche vero che non sempre si sa come vanno i fatti. E a parer mio a un assassino un bel po di sane randellate gli stanno come minimo bene. Bisogna scandalizzarsi perchè uno uccide e nonostante tutto esce dopo qualche anno se va bene, non perchè le prende di santa ragione in galera!

    Rispondi

  • sbairsda

    04 Maggio @ 08.37

    certo è che se una persona con problemi come Cagna, viene massacrato di botte in carcere, ditemi voi come cavolo uscirà quando sconterà la sua pena...farà fuori qualcun'altro?Ma il carcere non dovrebbe essere un luogo dove il carcerato viene recuperato per essere reintegrato nella società? Uno lo reintegri a calci e pugni? sia ben chiaro che penso quello che ha fatto sia imperdonabile, ma visto che in italia la giustizia funziona pocco e male, visto che neanche un serial killer sconta l'ergastolo, è ben chiaro che questo assassino uscirà prima o poi...con la psiche chissà in quali condizioni...deve uccidere un'altra 'Silvia'?

    Rispondi

  • FRANCO

    03 Maggio @ 20.01

    possibile che non vengano mai e ripeto mai scritti i nomi ....

    Rispondi

    • dgr

      04 Maggio @ 19.50

      si.........ke ci devi fare con i nomi..........una caccia alle streghe?? perche non ci vai tu in carcere a giocare con tutte quelle personcine che la società non vuole tra i piedi..............

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

A Fidenza i party cult Foto

PGN FESTE

A Fidenza i party cult Foto: ecco chi c'era 

Grande Fratello, soddisfazione a Canale 5: "Esordio da incorniciare"

TELEVISIONE

Grande Fratello, Canale 5: "Esordio da incorniciare" Foto: la casa

Yanchen Gar  2 -  Filippo Chiesa

ARTE

"Yarchen Gar", il corto di Filippo Chiesa premiato a Los Angeles

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

IL VINO

«5 Stelle Sfursat di Nino Negri» rigore ed equilibrio unici

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Parco del Dono, abitanti contro migranti

Polemica

Parco del Dono, abitanti contro migranti

13commenti

DISASTRO COLPOSO

Alluvione, chiesto il rinvio a giudizio di Pizzarotti

10commenti

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

mezzani

Rems più sicura: dopo la fuga di Solomon saranno alzate le recinzioni

1commento

SERIE B

Parma: stop anche per Dezi

2commenti

Varese Ligure

Comune vs parroco: la "guerra" di don Sandro, podista per protesta

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

Sala

Colpi a raffica: rubati soldi, gioielli e una banana

droga

Cocaina per oltre 1500 euro nascosta nelle scarpe: arrestato un 23enne

9commenti

PROSCIUTTO

Inchiesta sulle Dop, sospesi i certificatori. Il Consorzio: "Produttori parte lesa"

Decisione del ministero: stop per 6 mesi e impegno a correzioni

2commenti

FINANZA

Maxi frode dei malati immaginari, ecco tutti i nomi e le accuse Video

11commenti

sorbolo

Incastrato per il furto al bar. Ma nello zaino aveva anche altri bottini: di chi sono?

arresto

Ubriaco, danneggia sei auto parcheggiate e poi si scaglia contro i carabinieri

4commenti

tg parma

Sergio Romano al Collegio Europeo: "In Siria vittoria russa" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Guerre, sete, matrimoni e calci di rigore

di Michele Brambilla

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

ITALIA/MONDO

LUCCA

Minacce e offese al professore: indagati 3 minorenni Il video

2commenti

INGV

Terremoto: lieve scossa a Reggio Emilia

SPORT

Calcio

E Simy fa Ronaldo

MOTOMONDIALE

Gp delle Americhe: Marquez e Rossi verso il prossimo round?

SOCIETA'

SALUTE

Dall'analisi del sangue la diagnosi precoce per il tumore al polmone

l'intervista

Isabella Rossellini: "Io stuprata, ma è tardi per denunciare"

1commento

MOTORI

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti

AUTO

Scaduto l’obbligo di pneumatici invernali: è ora del cambio stagionale