19°

29°

Parma

Editoriale - Serve un segnale forte contro la corruzione

Ricevi gratis le news
2

Dopo lo stillicidio di rivelazioni degli ultimi giorni, ci attende un'altra settimana di fuoco sul fronte corruzione. Si parla di altri due ministri coinvolti nel caso Anemone, il costruttore sospettato di aver regalato o ristrutturato gratuitamente appartamenti alla «Roma bene» in cambio di appalti pubblici e favori di varia natura. E si fanno sempre più insistenti le voci di imminenti dimissioni del capo della protezione civile, Guido Bertolaso. Lo stesso Berlusconi, che lo ha difeso a oltranza, si sarebbe reso conto della necessità di un ricambio. Il governo per ora non vacilla, ma il premier, pressato da leghisti e finiani, ha scelto un deciso cambio di rotta. «Nessuna indulgenza, nessuna impunità, chi ha sbagliato dovrà pagare», ha detto Berlusconi, sollecitando una rapida approvazione del ddl anticorruzione. A questo proposito, anche fra i più stretti collaboratori del presidente del Consiglio, c'è chi spinge per un testo molto più severo e rigoroso di quello presentato che a giudizio dell'opposizione non sarebbe altro che «uno spot senza sostanza».

Il ministro Meloni, ad esempio, auspica una norma che preveda la «squalifica a vita», per i politici condannati in via definitiva per corruzione o per qualunque altro reato commesso nell’esercizio della propria funzione. Non c'è dubbio che il governo debba dare un segnale forte all'opinione pubblica, indignata per i privilegi della casta, schifata dal «magna-magna» di una cricca prepotente e sicura dell'impunità. Qui non siamo di fronte a casi isolati di corruzione, a due o tre mariuoli avidi di denaro: quello che emerge dalle inchieste è un dilagante sistema di malaffare, una ragnatela di favori incrociati a danno dell'erario e della collettività, un sottobosco squallido di personaggi di ogni tipo, fra cui esponenti politici, militari e del clero, che approfittavano della propria posizione per un tornaconto personale. Per non pagare la casa o per pagarla la metà del dovuto, per avere la ristrutturazione gratuita, per trasformare un sottotetto fatiscente in una lussuosa mansarda. E tutti si rivolgevano a lui, Diego Anemone.

Il costruttore quarantenne, con entrature di primo piano nel mondo politico, assegnatario per anni dei più ambiti appalti pubblici, teneva un diario. Un elenco dettagliatissimo di tutti i lavori fatti in uffici pubblici e in case private, con indirizzi, nomi e cognomi. Questa lista di 380 nominativi, trovata dalla Guardia di Finanza sul suo computer, è finita sui giornali prima che sulle scrivanie dei magistrati di Perugia, titolari dell'inchiesta.

«E' un gioco al massacro - ha tuonato il Pdl - una lista di proscrizione, una caccia alle streghe». Ha ragione Berlusconi a dire che un elenco di clienti di una ditta non può essere presentato come una lista di colpevoli. Ma questi signori, che oggi protestano contro la gogna mediatica, se sono in regola non hanno niente da temere. Quando l'autorità giudiziaria li chiamerà, portino con sé le fatture, le matrici degli assegni, dimostrino di aver pagato il giusto prezzo. Non siamo giustizialisti, ma abbiamo la sensazione che non saranno molti quelli che ne usciranno a testa alta e con le mani pulite.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • dispiaciuta

    16 Maggio @ 13.23

    Fuori tutti!!!!!!!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Andrea

    16 Maggio @ 10.28

    "Lupus in fabula" ... quando il più discusso, indagato e impaludato in una sequela di procedimenti giudiziari è proprio il capo ... le dimissioni di Berlusconi da Presidente del Consiglio sono precondizione a qualunque discorso sul ritorno alla moralità e trasparenza nella gestione della cosa pubblica.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

1commento

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

carabinieri

Salumi contraffatti: sequestri a Parma (Reggio e Piacenza) Video

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

5commenti

visita

Ferrero, il presidente "esplosivo" a Parma

incontro

Nando Dalla Chiesa: "Criminalità, mai abbassare la guardia" Video

trasporti

Campari (Lega) richiama Ferrovie: "Alta velocità, collegamenti con Parma carenti"

QUARTIERE TAMBURI

Fondazione Pizzarotti e Parole di Lulù onlus insieme per i bambini di Taranto

gazzareporter

Bici e pure la borsetta sotto il ponte

PARMA

Riporta il carrello dopo la spesa e la borsa sparisce dall'auto: denunciato un 29enne

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

MILANO

Pedofilia: 6 anni e 4 mesi a don Galli

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

SPORT

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

Serie C

Sospese fino a data da destinarsi le gare dell'Entella

SOCIETA'

STATI UNITI

Aragoste sedate con la marijuana prima di finire in pentola

dublino

Aereo tenta l'atterraggio: il vento costringe a riprendere il volo

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse