13°

23°

Parma

Emergenza giovani: «bamboccioni» per forza - Raccontate le vostre storie

Emergenza giovani: «bamboccioni» per forza - Raccontate le vostre storie
Ricevi gratis le news
15

 La crisi pesa soprattutto sui giovani. Sono loro i più penalizzati dal dissesto economico di questo ultimo periodo. Non hanno molto su cui contare: poca occupazione, poca formazione, pochissima mobilità sociale. In una parola: poco futuro per le più giovani generazioni. L'Istat, che ieri ha presentato il rapporto annuale sulla situazione nel paese 2009, ha lanciato un allarme. «C'è una forte preoccupazione per i giovani – ha detto il presidente dell’Istat Enrico Giovannini – bisogna investire di più, anche da parte delle imprese, nel capitale umano, di più nell’università, nella scuola, nella formazione».

Ecco le cifre di questa emergenza. La disoccupazione nell’ultimo anno ha interessato i giovani: sono loro ad aver assorbito l’80% del calo di occupazione. La categoria non ha  usufruito degli interventi della cassa integrazione andata per lo più ai capofamiglia (58%). Nel lavoro atipico la caduta ha registrato -110 mila posti. Il tasso di occupazione dei 18-29enni è sceso in un solo anno di circa tre punti arrivando al 44%; è una caduta tre volte superiore a quella del tasso di occupazione totale. La disoccupazione giovanile è arrivata al 25%, fra le più alte rispetto ai paesi europei e circa il triplo di quella totale nel nostro paese. Ci sono poi oltre due milioni di giovani fra i 15 e 29 anni - è un primato europeo – che non lavorano e non studiano, e per questo sono a rischio esclusione. Si chiamano Neet (Non in education, employment or training), il cui numero è molto cresciuto nel 2009, a causa della crisi: 126 mila in più, concentrati al nord (+85 mila) e al centro (+27 mila). Il maggior numero, oltre un milione, si trova nel Mezzogiorno. 
C'è un’emergenza capitale umano per i giovani che hanno meno competenze rispetto ai colleghi europei. L’Italia, ad esempio, si distingue negativamente nel contesto europeo per la quota di early school leavers (giovani di 18-24 anni che abbandonano la scuola senza aver conseguito il diploma).

Oltre il danno anche la beffa per i giovani.
Sono visti come  bamboccioni (parola che per l’Istat dovrebbe essere abrogata perché «banalizza» una questione complessa), il loro numero è triplicato dal 1983, perché non lasciano la casa dei genitori. In realtà è una convivenza forzata, dovuta a problemi economici: in sei anni sono calati di ben nove punti i giovani (18-34 anni) che scelgono di stare con mamma e papà. La prolungata convivenza dei figli con genitori dipende soprattutto da questioni economiche. (40,2%) e dalla necessità di proseguire gli studi (34%); la scelta vera e propria arriva solo come terza battuta (31,4%), era la prima qualche anno fa.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Antani

    28 Maggio @ 11.32

    Questo avvicendarsi di commenti è molto interssante, prezioso, fa riflettere... ogni esperienza uno scorcio di realtà, una manifesto di quello che è il vivere comune. Però quello che emerge da ogni commento è il timore, la paura, per un fututro che non c'è; che sia da parte del genitore per il figlio o dello stesso figlio... che i bamboccioni, compreso il sottoscritto, (34enne sottostipendiato, vincolatissimo ad una banca locale da un prezioso, per la banca, mututo-casa) non arrivino alla pubertà.... verrebbe da dire: che le colpe dei padri......

    Rispondi

  • massimo

    28 Maggio @ 08.47

    Servono due cose, MEZZI PUBBLICI EFFICIENTI a tutte le ore del giorno ( perchè se no avere la macchina ti tira via il 50% dello stipendio) e VIA I CO CO PRO E TUTTI QUEI CONTRATTI SPECULATIVI nessuno che abbia un minimo di coscienza si comprometterebbe a pagare qualcosa non sapendo se effettivamente lo potrà pagare.

    Rispondi

  • SIMONE

    28 Maggio @ 08.37

    Ho 29 anni, vivo ancora a casa con i miei. Prendo 1200 euro al mese, mi ritengo fortunato, lavoro da un'anno in un'azienda molto seria che paga puntuale e mi ha assunto subito a tempo indeterminato. Pensate, devo ancora prendere 11000 € dall'azienda dove lavoravo prima, sto facendo una causa da più di un anno per poter vedere la mia liquidazione e stipendi arretrati, ma non ho ancora visto niente, nonostante decreti ingiuntivi, istanze di fallimento, ecc. Bella la legge italiana... intanto il mio vecchio capo si sta facendo il bagno in piscina nella sua villa!! Sono 4 anni che cerco annunci di affitti, case in vendita, ma ogni volta che provo a fare il calcolo di quello che mi rimane pagato l'affitto o il mutuo e le spese mi chiedo.. "come potrei mai fare ad andare avanti con 500 € al mese?". La risposta che mi sono dato è: IMPOSSIBILE!! E così eccomi qua a 29 anni a casa con i miei, lavorerei anche il sabato e la domenica per poter avere la mia indipendenza. Non c'è nessun futuro per noi giovani, e così mi spiego perchè molti giovani di oggi cadono nell'alcool o nelle droghe, viviamo nell'incertezza, non abbiamo più nessuno stimolo, nessuna voglia di andare avanti, di farsi una famiglia, di realizzarsi!! Questa è la verità.

    Rispondi

  • carmela

    27 Maggio @ 18.34

    Mi chiedo: con tutti gli esperti, gli analisti, gli enti di ricerca e studio, le commissioni ecc. ecc. .. possibile che ci vuole un ministro presuntuoso ed arrogante che metta un marchio così svilente a questi ragazzi che vivono un periodo di precarietà mai visto... POLITICI VERGOGNATEVI !!! E PROVATE VOI AD ANDARE A LAVORARE INVECE CHE FARE I BAMBOCCIONI A CASA DI TUTTI NOI ITALIANI... VERGOGNA !!!

    Rispondi

  • Gianni Ls

    27 Maggio @ 18.31

    Attenzione signori perchè ci sono ragazzi e ragazzi. Io li didivo essenzialmete per tre categorie principali: A)Ragazzi che come titolo di studio si sono fermati alla licenza media/liceale B) Ragazzi laureati in indirizzi "soft" C) Ragazzi laureati in Medicina/Ingegneria/Chimica/materi comunque scientifiche. Bene, se per la categoria A il trovare lavoro o comunque trovare un lavoro poco redditizio "credo" (mia personale opinione) sia "normale" in questo periodo, il problema è per la categoria B ma soprattutto C che in questo momento non trovano lavoro o lavorano per due soldi dopo essersi spaccati la schiena sui libri, io analalizzerei questo aspetto e non i soliti bamboccioni che la fatica non sanno nemmeno dov'è sul vocabolario. Gianni

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno