16°

28°

Parma

Sissa ha deciso di uscire dall'Unione Terre Verdiane

Sissa ha deciso di uscire dall'Unione Terre Verdiane
Ricevi gratis le news
0

Cristian Calestani

Un’Unione troppo costosa, certamente mai troppo amata. Ora il Comune di Sissa ha deciso di esercitare il diritto di recesso dall’Unione delle Terre Verdiane. La questione verrà affrontata ufficialmente durante il consiglio comunale in programma domani sera, mentre la definitiva fuoriuscita dall’Unione diventerà operativa - secondo quanto prevede lo statuto dell’Unione stessa - a partire dal primo gennaio del 2012. 
Quella intrapresa dal comune rivierasco è una scelta epocale che segna l’inizio di un nuovo percorso. Formalmente durante il consiglio comunale di domani sera (si inizia alle 21 nella sala consigliare della Rocca dei Terzi) sarà necessaria la maggioranza qualificata dei consiglieri per approvare la delibera inserita al punto 5 dell’ordine del giorno e relativa, per l’appunto, al «recesso unilaterale del Comune di Sissa dall’Unione delle Terre Verdiane». 
Potrebbero dunque bastare i voti favorevoli dei soli consiglieri della lista di maggioranza «I cittadini del cambiamento». 
Il voto arriverà dopo la presentazione, da parte del sindaco Grazia Cavanna, di una serie di dati che dimostreranno come l’Unione abbia comportato dalla sua costituzione ufficiale, nel 2006, un progressivo aumento dei costi per le casse comunali sissesi. 
«Sissa uscirà dall’Unione delle Terre Verdiane - ha confermato il primo cittadino  - semplicemente perché il bilancio del Comune non consente più di rimanere all’interno di questo ente. Dalla nascita dell’Unione i costi sono aumentati costantemente ed ora sono troppo elevati. Per questa ragione l’amministrazione ritiene che non sia più opportuno, per il nostro paese, rimanere all’interno dell’Unione». 
Non ci sono ragioni di tipo politico a monte della scelta operata da Sissa. «Anzi - ha precisato il sindaco - rispetto al passato ci sono molte più amministrazioni di centrodestra (dopo il cambio di colore di Fidenza e Soragna ndr) e lo stesso presidente Giorgio Quarantelli sta svolgendo un grande lavoro alla guida dell’ente. Noi usciamo semplicemente per ragioni di tipo economico».  Di sicuro però a Sissa l’Unione delle Terre Verdiane non ha mai convinto pienamente e, infatti, il sindaco Cavanna non ha mancato di sottolineare i limiti «di un apparato, quello dell’Unione, molto grosso con la contemporanea presenza di comuni grandi come Fidenza e Salsomaggiore al cospetto di centri più piccoli come Sissa che hanno esigenze diverse. Personalmente - ha aggiunto il primo cittadino - non ho mai creduto troppo nei grossi carrozzoni, così come non mi convince la neonata Asp, perché alla fine dei conti queste realtà non portano a quella razionalizzazione delle spese e a quelle economia di scale di cui si parla al momento della loro costituzione». 
Sul piano pratico, dopo il passaggio in consiglio comunale di domani sera, Sissa rimarrà a tutti gli effetti all’interno dell’Unione per un altro anno e mezzo, sino al primo gennaio del 2012. Da quel momento tutti i servizi conferiti nell’Unione torneranno di piena competenza del Comune di Sissa.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

2commenti

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

4commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

ASTI

Il pick-up del padre lo investe: muore un bimbo di tre anni

brescia

Carabiniere dà fuoco ai peluches della figlia e la chiude nella casa in fiamme

SPORT

MotoGp

Ad Aragon vince Marquez davanti a Dovizioso. Rossi solo ottavo

Tour Championship

Il ritorno della tigre: tutti pazzi per Tiger Woods Video

SOCIETA'

verona

Sciame di calabroni durante una gara podistica, in sette all'ospedale

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"