13°

23°

Parma

Il Movimento 5 stelle: Il bilancio partecipativo del Comune? Solo un nome

Ricevi gratis le news
0

"Da Edward Bernays sino a Joseph Paul Goebbels, “Ministro della propaganda” del Terzo Reich, l’uso della programmazione neuro linguistica per addomesticare le masse è stata sempre una priorità ed oggi vi sono metodi e strumenti pervasivi sempre più efficaci, spesso mentendo senza alcun pudore - scrive il Movimento Cinque Stelle in una nota stampa - Dunque prima di entrare nel merito della manipolazione messa in opera dalla Giunta comunale di Parma bisogna precisare cosa significa partecipare. Ricordiamoci che la sovranità appartiene al popolo, solo che non lo sa e, pertanto siamo abituati ad una forma degenerata di democrazia rappresentativa. Partecipare significa prendere parte e democrazia significa governo del popolo senza intermediari che possano infastidire il processo deliberativo. Un cittadino che si reca al cinema per vedere un film certamente non partecipa alla realizzazione del film, non è il regista o l’attore, questa è la “partecipazione” offerta dal Comune di Parma. Invece, dove è nato il bilancio partecipativo, a Porto Alegre, dal 1989 i cittadini decidono direttamente come spendere il 25% del bilancio comunale, le proprie tasse, e per arrivare a questo è stata fatta un riforma amministrativa per introdurre il processo deliberativo popolare nello statuto del comune. La Giunta di Parma al pari della propaganda usa le tradizionali consulte e le traveste da “bilancio partecipativo” compiendo una chiara operazione di manipolazione. L’istituto della consulta, come lascia intuire la lingua italiana, è strumento di consultazione popolare e non di democrazia diretta. Il legislatore italiano ha previsto l’introduzione di strumenti di vera democrazia ma nessun partito ha realmente l’intenzione di usarli in maniera efficace. Le ragioni sono ovvie, con strumenti di reale partecipazione popolare partiti, lobby e banchieri perderebbero potere e controllo sui soldi pubblici ed i cittadini comincerebbero a prendere autostima collettiva e credere, giustamente, nelle proprie capacità di auto-governarsi.
A Parma, si lascia usare il referendum per decidere sulle aiuole ma non sull’inceneritore, l’acqua o importanti varianti urbanistiche che spostano o concentrano ingenti somme di denaro nelle mani dei soliti costruttori.
A Porto Alegre le assemblee popolari sono organizzate come plenarie tematiche: ambiente, scuola, cultura, sviluppo economico e turismo, infrastrutture e mobilità urbana lasciando piena autonomia di gestione ai cittadini senza l’intermediazione di rappresentanti eletti come i Consiglieri di quartiere appartenenti ad un partito politico. Prima di iniziare i cittadini conoscono già la parte di bilancio economico destinato al processo deliberativo popolare. Il processo di Porto Alegre è totalmente diverso dal sedicente bilancio partecipativo di Parma, innanzitutto i cittadini accedono a tutti i livelli di conoscenza e di informazione che riguarda il passato economico del comune e cioè il piano pluriennale dei lavori pubblici, leggibile e consultabile on-line e su carta, l’intero processo dura quasi 12 mesi. I cittadini hanno la possibilità di dialogare direttamente con un apposito ufficio del sindaco, senza intermediari. A Porto Alegre sono i cittadini che disegnano il piano urbanistico, scelgono le priorità, dettano l’agenda politica e, dipendenti eletti, tecnici del comune eseguano quanto prescritto dal popolo sovrano. Invece a Parma, come in tutta Italia, piani urbanistici e varianti rappresentano la volontà dell’élite per l’élite, altro che democrazia è la solita oligarchia figlia degli interessi di pochi per rubare ai molti quelle poche risorse che rimangono da sfruttare.
Quello che bisogna sapere in definitiva è che l’intero processo deliberativo non è filtrato da persone vicine al potere ed è costantemente controllato da portavoce del popolo che non sono rappresentanti eletti cioè soggetti legati a doppio filo dai partiti, ma stiamo parlando di organizzazioni spontanee, singoli cittadini, liberi e non condizionati che possono riferire in ambiti pubblici le eventuali scorrettezze e manipolazioni intentate dal potere. Infatti quando il processo deliberativo è genuinamente trasparente chiunque può aiutare e concretamente sostenere le priorità emerse dal basso, ma per farlo le regole, il metodo ed il processo deve essere gestito dal popolo e non da figure dei partiti o del governo locale".
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno