17°

29°

Parma

Censimento e disinfezione delle "torri" per il raffreddamento dell'acqua: firmata l'ordinanza

Legionella, l'esperto: «Si può guarire in due settimane»
Ricevi gratis le news
4

Come preannunciato dopo il tavolo di coordinamento interistituzionale che si è svolto ieri nella sede dell'Ausl, il sindaco Federico Pizzarotti ha firmato oggi l'ordinanza per il censimento e la disinfezione delle "torri evaporative". L'ordinanza impone "ai proprietari e gestori delle attività presso le quali sono installate apparecchiature per il raffreddamento dell'acqua riconducibili alla tipologia "Torri di raffreddamento ad umido e condensatori evaporativi" installate nel territorio comunale, di comunicare immediatamente al Comune di Parma e all'USL (Servizio Igiene e Sanità Pubblica e Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro) la presenza di tali apparecchiature, accompagnata dalla relazione tecnica descrittiva del funzionamento, planimetria e prospetti dell'insediamento, in cui sia messa in evidenza la collocazione delle suddette apparecchiature".
Pizzarotti inoltre ordina di "provvedere ad immediati interventi di pulizia, disinfezione e trattamento finalizzato al controllo del rischio di diffusione del batterio legionella, avvalendosi di tecnici specializzati e nel rispetto della normativa di tutela dei lavoratori". 
Entro 15 giorni i gestori degli impianti dovranno documentare la tipologia degli interventi effettuati, mettendo la suddetta documentazione a disposizione degli organi di controllo (AUSL e Polizia Municipale), che verificheranno il rispetto dell'ordinanza, relazionando al sindaco e comunicando eventuali inottemperanze all'autorità giudiziaria.
L'emissione dell'ordinanza era stata preannunciata anche ieri sera dallo stesso Sindaco Federico Pizzarotti nel corso dell'assemblea dei cittadini presso la scuola Don Milani, ritenendo che le torri di evaporazione, dopo aver pressochè escluso che il contagio possa derivare dalla rete idrica, possano essere in qualche modo le principali indiziate come possibili veicoli del batterio che ha colpito diversi cittadini , soprattutto residenti nel quartiere Montebello.
Il provvedimento vale per gli impianti ubicati sull'intero territorio comunale ed ha effetto immediato.

Il testo completo dell'ordinanza: 

ORDINANZA PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLA LEGIONELLOSI NEL TERRITORIO COMUNALE AI SENSI DELl’Accordo Stato-Regioni del 07/05/2015 intitolato “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi”

IL SINDACO


Premesso:
che in data 6/10/2016 si è svolto, presso la sede AUSL di Parma in Strada del Quartiere 2/A, il tavolo di coordinamento interistituzionale per i casi di legionellosi verificatisi, in particolare il problema del focolaio di Legionellosi in corso in una zona urbana della città di Parma con numero di casi superiore all’andamento degli ultimi anni;

che a detto tavolo di coordinamento hanno partecipato l’AUSL di Parma, l’Azienda Ospedaliera di Parma, la Regione Emilia Romagna con proprio delegato alla Sanità e il Comune di Parma;

Visto:
che la diffusione del batterio Legionella è associata in letteratura anche alla presenza di “torri di raffreddamento ad umido e condensatori evaporativi”, per cui risulta utile la conoscenza della presenza e relativa localizzazione di impianti riconducibili a tale tipologia, per la messa in campo di adeguati interventi di verifica da parte della Pubblica Amministrazione e degli Organi di vigilanza;

Considerato che tali apparecchiature, quale che sia la loro dimensione e lo scopo di utilizzo per il raffreddamento dell’acqua, sono considerate tra le principali possibili fonti di diffusione atmosferica del batterio Legionella, in particolare se le stesse si trovano in condizioni di pulizia e disinfezione insufficienti a prevenire la crescita batterica;

Visto l’Accordo Stato-Regioni del 07/05/2015 intitolato “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi”, il quale, al punto 5.4 “Impianti di raffreddamento a torri di evaporative e condensatori evaporativi” descrive le caratteristiche tecnico-funzionali di queste apparecchiature e al punto 5.7 la gestione delle stesse;


Vista la Deliberazione della Giunta Regionale 21 luglio 2008, n. 1115 “Approvazione linee guida regionali per la sorveglianza e il controllo della legionellosi”;

Vista la L. 23/12/1978 n. 833 e s.m.i.;

Visto il D.Lgs 81/2008 e s.m.i.;

Visto il Regolamento comunale di Igiene;

Visto l’art. 50 comma 3 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267;

Visto lo Statuto comunale;

Visto l’art. 5 della disciplina dell’Albo pretorio informatico approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 1892/89 del 30/12/2010;

Visti inoltre:

il R.D. 27 luglio 1934 n. 1265 “Testo unico delle Leggi Sanitarie;

l’art. 5 della Legge Regionale n. 19 del 4 maggio 1982 e s.m.i., che attribuisce al Sindaco, in qualità di Autorità Sanitaria Locale, il potere di emettere ordinanze in materia di igiene e sanità e di adottare misure di salvaguardia a tutela dell’ambiente e del territorio, avvalendosi della collaborazione dell’AUSL;


ORDINA


ai proprietari e/o gestori delle Attività presso le quali sono installate apparecchiature per il raffreddamento dell’acqua riconducibili alla tipologia di “Torri di raffreddamento ad umido e condensatori evaporativi” installati nel territorio comunale di:
1) comunicare immediatamente al Comune di Parma, all’AUSL di Parma, Servizio di Igiene e Sanità Pubblica e Servizio di Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro la presenza di tale tipologia di apparecchiature, accompagnata da relazione tecnica descrittiva del loro funzionamento, planimetria e prospetti dell’insediamento in cui sia messa in evidenza la collocazione delle suddette apparecchiature;
2) provvedere ad immediati interventi di pulizia, disinfezione e trattamento finalizzato al controllo del rischio di diffusione del batterio Legionella, avvalendosi di tecnici specializzati e nel rispetto della normativa di tutela dei lavoratori;
3) documentare entro 15 gg. dall’emissione della presente ordinanza, la tipologia di interventi effettuati, mettendola a disposizione degli organi di controllo;

AVVERTE


che è fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza;

che AUSL e Polizia Municipale verificheranno il rispetto della presente ordinanza, relazionerà al Sindaco, applicherà le relative sanzioni di Legge in caso di accertata inottemperanza e procederà alle eventuali comunicazioni all’Autorità Giudiziaria;


DISPONE


che la validità del presente atto sia a tempo indeterminato ed entri in vigore al momento della sua pubblicazione all’Albo Pretorio;

che la presente ordinanza venga pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per gg. 90 consecutivi

Federico Pizzarotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    09 Ottobre @ 21.11

    mandra_sala@libero.it

    Ordinanza ridicola. In 15 giorni la consegna. Hahaha. Con descrizione di funzionamento allegata !!!!! Spero che qualcuno consegni una descrizione di 3000 pagine... il funzionamento e uno !!!! Non serve a nulla serve solo a cercare di scaricare la responsabilità su altri. Inefficiente, inutile.

    Rispondi

  • francesco

    08 Ottobre @ 11.16

    Va bene fare l'ordinanza ma spero siano state controllate subito quelle vicine alla zona rossa... Poste di via Pastrengo, Città di Parma, Eurosia, Esselunga ecc.

    Rispondi

    • 08 Ottobre @ 11.32

      da redazioen: La risposta è già stata fornita in questi giorni: Città di Parma, Eurosia e Esselunga escluse. Quella delle Poste già spenta.

      Rispondi

    • 08 Ottobre @ 11.30

      (Dalla redazione) Città di Parma, Eurosia e Esselunga, secondo quanto hanno detto i tecnici nell'assemblea pubblica di giovedì sera, hanno impianti di condizionamento con una tecnologia che non disperde umidità nell'aria. Le Poste di via Pastrengo e il centro di calcolo di IntesaSanpaolo, invece, sono tra gli impianti monitorati e a cui si indirizza l'ordinanza del sindaco.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

gossip

Un nuovo amore (americano) per Scialpi dopo la separazione

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era   Fotogallery

Noceto

Festa per i soci di Parma partecipazioni calcistiche: ecco chi c'era Foto

Felino: tanti auguri a Martina

FESTE PGN

Felino: tanti auguri a Martina Fotogallery

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ritorna bambino: dai cartoni ai super eroi il meglio dei nostri quiz

GAZZAFUN

Torna bambino e decidi qual è il miglior cartone animato degli anni '80!

Lealtrenotizie

Colpo nella notte al Mercatone uno di via Mantova

PARMA

Ladri nella notte al Mercatone Uno di via Mantova: rubata la cassaforte

Sfondata una finestra nel retro dell'edificio

1commento

LANGHIRANO

In fila sulla Massese per chiedere più sicurezza e per ricordare le vittime della strada Foto

Una giornata di iniziative a Langhirano

1commento

CARABINIERI

Banda del caveau: ecco come i malviventi si orientavano nel sottosuolo di Parma Video

1commento

calciomercato

Balotelli al Parma? Qualcosa di più concreto del fantacalcio

weekend

Tra fiori, cavalli e la Notte del Terzo giorno: l'agenda del sabato

PARMA

Rissa con feriti: la questura sospende per 20 giorni l'attività di un circolo

VIA CALATAFIMI

Rubata la borsa lasciata in auto: dentro un tablet e 300 euro

1commento

Violenze alla materna

Una mamma: «In un video ho visto mio figlio maltrattato»

CALCIO

I calciatori del Parma in municipio. Domani arriva Lizhang Video

Il ds Faggiano: "I big? Solo se hanno voglia"

GAZZAREPORTER

Auto in fiamme: l'intervento in viale Vittoria Video

Ecco un video sull'emergenza di ieri pomeriggio

FIDENZA

Camion perde una barriera «new jersey», tragedia sfiorata

PARMA

Anziana truffata da un finto addetto Iren in via Furlotti Video

E' intervenuta la polizia: ecco la notizia del 12 TgParma

OLTRETORRENTE

Premio da 10mila euro con un "gratta e vinci" in via D'Azeglio

CARABINIERI

Traffico di droga: sequestrati beni per 500mila euro a un 45enne agli arresti domiciliari a Parma

Leonardo Losito, pregiudicato, è accusato di essere l'organizzatore di un traffico di droga nella zona di Andria, in Puglia

1commento

MALTRATTAMENTI

Insulta, picchia e minaccia la compagna con un'accetta: condannato

Arbitri

Clara e Alberto, due generazioni con il fischietto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Conte in mezzo a un braccio di ferro

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

Il ristorante: «Il buonumore» - Il «pescato» del giorno nel piatto

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Investita del treno: gamba aputata ad una donna. Indaga la Polfer

OMICIDIO-SUICIDIO

Calciatore sequestra l'ex a Prato, la uccide e si suicida.

SPORT

formula uno

F1, Gp Montecarlo: una "pole" che cambia il mercato piloti

CICLISMO

Giro d'Italia: trionfo di Froome, a Roma in maglia rosa

SOCIETA'

studenti

Il FabLab in una manciata di secondi Video

LIBRI

Fra blues, avventure noir e... Bollywood: serata parmigiana con Massimo Carlotto Video

MOTORI

IL TEST

Nuova Mercedes Classe A. Come va

il test

Skoda Superb, la sicurezza non è più un optional