15°

24°

Legionella

Negativo uno dei ricoverati: i contagiati sono 40. Ancora 11 persone al Maggiore

Sabato in municipio il tavolo interistituzionale convocato dal sindaco. Attesa per i risultati delle analisi sulle torri: i primi sono attesi dalle Poste

Sabato in Municipio tavolo interistituzionale convocato dal sindaco
Ricevi gratis le news
1

Nessun nuovo caso di legionella oggi. Nel frattempo, un paziente ricoverato nei giorni scorsi è risultato negativo all’antigene per legionella: scende così a 40 il numero complessivo delle persone risultate positive al batterio.
Scendono anche a 11 le persone ricoverate al Maggiore per polmonite da legionella, con tre pazienti dimessi nella giornata di oggi. Tutti i pazienti in cura in ospedale risultano in miglioramento: cinque sono prossimi alle dimissioni mentre per gli altri sei le condizioni sono date dai sanitari in lieve miglioramento. E’ in deciso miglioramento e sarà dimessa a breve anche la persona ricoverata all’ospedale Santa Maria di Borgotaro.

SABATO IL TAVOLO ISTITUZIONALE. SI ATTENDONO I RISULTATI DELLE ANALISI SULLE TORRI. Il sindaco Federico Pizzarotti ha convocato per sabato mattina alle 9,30 in municipio il tavolo interistituzionale per fare il punto sulla situazione relativa alla diffusione della legionella e sulle azioni in corso per ridurre il rischio del contagio.
La situazione è in continua evoluzione, in quanto proprio in questi giorni è stata riscontrata la presenza del batterio su diverse torri evaporazione, fra le quali quelle del centro contabile di Intesa Sanpaolo in via Langhirano e della sede delle Poste in via Pastrengo.
I laboratori sono al lavoro a tutto campo per individuare possibile luoghi da dove potrebbe essere partito il contagio. L'attenzione è concentrata su questo tipo di impianti, oggetto di un'ordinanza del sindaco, che ne ha imposto il censimento e la sanificazione su tutto il territorio comunale. 
Ora è importante conoscere la concentrazione della presenza di legionella sui prelievi effettuati per determinare se, e in quali casi, sia tale da poter produrre il contagio: per saperlo è necessario attendere l'esito definitivo, al termine dell'incubazione di dieci giorni dalla data del prelievo. Il primo risultato ufficiale delle campionature ad arrivare dovrebbe essere quello relativo alla sede delle Poste.

L’ordinanza del sindaco
Il 7 ottobre il sindaco ha emesso ordinanza che impone "ai proprietari e gestori delle attività presso le quali sono installate apparecchiature per il raffreddamento dell'acqua riconducibili alla tipologia "Torri di raffreddamento ad umido e condensatori evaporativi" installate nel territorio comunale, di comunicare immediatamente al Comune di Parma e all'Ausl la presenza di tali apparecchiature, accompagnata dalla relazione tecnica descrittiva del funzionamento, planimetria e prospetti dell'insediamento, in cui sia messa in evidenza la collocazione delle suddette apparecchiature". Inoltre, ordina di "provvedere ad immediati interventi di pulizia, disinfezione e trattamento finalizzato al controllo del rischio di diffusione del batterio legionella, avvalendosi di tecnici specializzati e nel rispetto della normativa di tutela dei lavoratori". Entro 15 giorni a partire dal 7 ottobre i gestori degli impianti dovranno documentare la tipologia degli interventi effettuati, mettendo la suddetta documentazione a disposizione degli organi di controllo (Ausl e polizia municipale), che verificheranno il rispetto dell'ordinanza, relazionando al sindaco e comunicando eventuali inottemperanze all'autorità giudiziaria. Il provvedimento vale per gli impianti ubicati sull'intero territorio comunale.

Le raccomandazioni dell'Ausl 

A chi rivolgersi se compaiono i sintomi
I sintomi più frequenti della legionellosi o Malattia dei Legionari sono: polmonite, febbre, raffreddore, tosse, mal di testa, dolori muscolari, astenia (stanchezza), perdita d'appetito, occasionalmente diarrea e disturbi renali. In questi casi è bene rivolgersi con fiducia al medico di famiglia.

Numero verde ed e-mail dedicata
Per chiedere informazioni sulle precauzioni da tenere contro la diffusione della malattia e per avere informazioni sull’accesso ai servizi sanitari, i cittadini possono chiamare il numero verde del Servizio Sanitario Regionale 800.033.033 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30 e il sabato dalle 8.30 alle 13.30 oppure scrivere all’indirizzo e-mail infolegionella@ausl.pr.it. Non verranno fornite indicazioni terapeutiche o di cura, per queste, il riferimento rimane il medico di famiglia. Per aggiornamenti è possibile consultare il sito www.ausl.pr.it e la pagina Facebook @auslparma.

La legionellosi: cos’è e come si contrae l’infezione
E’ un’infezione, causata da un batterio chiamato legionella, che colpisce l’apparato respiratorio e può manifestarsi in forme anche gravi. La legionella è un microrganismo molto diffuso in natura, dove è associato principalmente alla presenza di acqua (laghi e fiumi, sorgenti termali, ambienti umidi in genere). Da qui, la legionella può “colonizzare” gli ambienti idrici artificiali, come le reti di distribuzione dell’acqua potabile nelle città, impianti idrici dei singoli edifici, impianti di umidificazione, piscine, fontane, e così via. Il batterio della legionella si trasmette solo per inalazione (aerosol) di acqua contaminata, non si trasmette
bevendo acqua infetta, non si trasmette da persona a persona.
La legionella si moltiplica in ambienti acquatici tra i 25 e i 42 gradi. Al di sotto dei 20 gradi la legionella non cresce e pertanto non è pericolosa. Di norma, l’acqua fredda dei rubinetti di abitazioni, scuole, ospedali, alberghi, ecc. esce ad una temperatura inferiore ai 20 gradi.

Come si previene la diffusione
E’ necessario: far scorrere l’acqua (sia calda che fredda) per qualche minuto prima dell’uso, mantenendosi distanti; rimuovere e pulire in modo accurato (con utilizzo di prodotto anticalcare) i frangi–getto (filtrino del rubinetto) e cipolle delle docce. In caso di doccia “a telefono”, non riporla, ma lasciarla pendente, in modo da evitare ristagni d’acqua; non utilizzare le vasche idromassaggio se non viene applicato un corretto sistema di manutenzione. L’acqua del rubinetto può essere utilizzata per lavarsi, per preparare e lavare i cibi, per lavare gli indumenti, le stoviglie e le superfici della casa, purchè si seguano le indicazioni sopraindicate. Non ci sono pericoli nell’utilizzo di elettrodomestici che scaldano l’acqua come ad es. lavastoviglie, lavatrice, ferro a vapore, macchina del caffè, caffettiera, ecc. Per gli apparecchi di aerosolterapia, umidificatori e nebulizzatori si devono utilizzare esclusivamente soluzioni fisiologiche sterili. Si ribadisce che l’acqua del rubinetto può essere bevuta tranquillamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • danila

    12 Ottobre @ 21.11

    ma sono l'unica asapere che i filtri dei condizionatori vanno puliti ?pensa le torri

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

giornalista

russia

Molesta la giornalista, lei lo sgrida in diretta tv Video

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

 Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

Lealtrenotizie

Addio a Silvano del Chelsea pub. Centinaia di messaggi commossi sul web Gallery

LUTTO

Addio a Silvano del Chelsea pub. Centinaia di messaggi commossi sul web Gallery

2commenti

VIOLENZA

Insulti e schiaffi alla moglie a Torrile: la donna si salva barricandosi in auto Video

Salsomaggiore

Fritelli rieletto sindaco dopo un lungo testa a testa: "Ora parliamo insieme della città" Video

Affluenza in calo: ha votato il 49,6% dei salsesi

9commenti

CARABINIERI

Furti nelle case e sulle auto in tutto il Parmense e a Piacenza: 4 in manette

Uno dei furti aveva fruttato un bottino di 20mila euro

1commento

LUTTO

Busseto e Polesine piangono Elisabetta Ferrari: aveva 51 anni

PARMA

Si riunisce il Consiglio comunale: Luca Ciobani sostituisce Carlotta Marù all'opposizione  Diretta video

INCIDENTE

Si schianta contro un suv: motociclista in Rianimazione

Carabinieri

In manette il «ras» dei pusher nordafricani

6commenti

GAZZAREPORTER

Calestano: a cena con la maestra, trent'anni dopo

CALCIO

Parma: attesa per domani la firma del primo acquisto Stulac Video

1commento

Lavoro

Donne in divisa, quattro storie di coraggio

PARMA

Concerto gratuito di Annalisa all'Euro Torri

PARMA

Autovelox e autodetector: la mappa dei controlli

CAVRIAGO

Bloccano il bonifico per non pagare il Parmigiano: 3 denunciati. Hanno colpito anche a Parma?

I carabinieri indagano per capire se vi siano stati altri raggiri fra Parma, Reggio e Modena

GAZZAREPORTER

Rifiuti vicino alla chiesa di San Quintino

3commenti

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti: da Conte una proposta di buonsenso

di Paolo Ferrandi

1commento

SONDAGGIO

Estate, tempo di musica e tormentoni: vota la tua hit Anni '80 preferita

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Tromba d'aria a Rimini: impressionante video

politica

Ballottaggi: crollo del Pd, trionfo del centrodestra. Avellino e Imola ai 5 Stelle, Di Maio: "Straordinario"

1commento

SPORT

CALCIO

Alicia Piazza gela i tifosi: "Non iscriviamo la Reggiana al campionato"

football americano

Panthers battuti dai Giants Bolzano nella semifinale scudetto

SOCIETA'

Paraguay

Neolaureata sul cantiere del padre muratore: "Grazie a te..." Video

fotografia

Tra le vie del centro di Parma, foto in luoghi senza tempo

MOTORI

MOTORI

Il bolide elettrico ID R di Volkswagen batte il record al Pikes Peak

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza