14°

27°

Parma

Mafia e appalti: a Parma i prefetti hanno discusso le strategie da adottare

Mafia e appalti: a Parma i prefetti hanno discusso le strategie da adottare
Ricevi gratis le news
3

Comunicato stampa

Si sono riuniti oggi a Parma i Prefetti dell'Emilia-Romagna, nel quadro degli incontri periodici dedicati all’esame e all’approfondimento di tematiche di particolare attualità e interesse. Nel corso della riunione, presieduta dal prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia (ex prefetto di Parma, ndr), si è discusso delle più idonee iniziative da adottare per l’attuazione, in ambito regionale, della recente direttiva del Ministro Maroni per il contrasto all'infiltrazione mafiosa negli appalti pubblici, individuando modalità di azione il più possibile omogenee.

Il settore degli appalti è da tempo all’attenzione del Ministero dell’Interno per le forti esposizioni al pericolo di condizionamenti da parte della criminalità organizzata.
Ciò ha portato, negli anni, a rendere sempre più stringenti ed estesi i controlli antimafia, soprattutto per opere pubbliche di particolare ampiezza: dalle “Linee guida sulle Grandi Opere” del giugno 2005, alla normativa sulla ricostruzione post-sisma in Abruzzo, a quella sulla realizzazione delle opere per l’Expo a Milano 2015 a quella, da ultimo, sull’urgente costruzione di istituti penitenziari.

Le principali novità introdotte dalla direttiva Maroni sono due: l’estensione dei controlli e delle informazioni ad attività che ne erano finora escluse, e la realizzazione di uno screening antimafia preventivo su tutte le aziende che  astrattamente potrebbero essere interessate alla partecipazione a gare pubbliche.

La necessità di una maggiore vigilanza si pone in particolare con riferimento a quei filoni di attività imprenditoriali “a valle” della fase di aggiudicazione degli appalti che si sono rivelate più permeabili al pericolo di condizionamento mafioso: le attività estrattive, il ciclo del calcestruzzo e degli inerti, i cottimi e i noli a caldo e a freddo, il trasporto terra, lo smaltimento in discarica dei residui di lavorazione e dei rifiuti, i servizi di guardiania.

I prefetti della regione hanno quindi convenuto su linee guida omogenee da seguire per attuare le misure previste nella direttiva, sia sensibilizzando le stazioni appaltanti al puntuale rispetto degli adempimenti cui esse sono tenute (comunicazione dei bandi di gara), sia promuovendo - come indicato dal Ministro - lo strumento di protocolli di legalità con amministrazioni pubbliche, enti pubblici e concessionari di opere pubbliche.

Tali protocolli, che saranno sottoposti all’attenzione delle diverse stazioni appaltanti ai fini della sottoscrizione, impegneranno le stesse ad estendere la richiesta delle verifiche antimafia a tutti i contratti per cui esse non sono già previste dalla normativa (i cosiddetti contratti “sottosoglia”, ossia di importo inferiore alla soglia comunitaria), nonché a tutte quelle attività che, pur rientrando nell’ambito di contratti, sono affidate ad altre imprese  in forme diverse da quelle del subappalto e assimilati,  e finiscono così per essere di fatto esenti da ogni controllo.

In tal modo gli effetti ostativi sulle attività imprenditoriali soggette a rischio mafioso si produrranno in ogni caso, anche per le opere pubbliche “sottosoglia” che non comportano alcun obbligo di preventiva comunicazione da parte della stazione appaltante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanni FESTA

    30 Luglio @ 14.08

    .......... Gian Luca ha lanciato una giusta" provocazione a Voi Giornalisti, in passato più volte le avete tutte "ignorate" farete lo stesso anche questa volta? Nel Territorio Parmense da alcuni anni è insediata, come in altri Territori, un "braccio operativo della P3" si sanno nomi, cognomi e dove operano. La Procura di Parma sà, la Digos sà! Cosa accadrà? Quello che è accaduto sino ad ora. Niente!

    Rispondi

  • alessandro

    30 Luglio @ 09.33

    La mafia a Parma??? Ma non diciamo buffonate

    Rispondi

  • gian luca

    30 Luglio @ 08.13

    Speriamo , visti i risultati più recenti , che la mano di Maroni sia un toccasana per la nostra città , visto che già da tempo i gangli delle associazioni malavitose hanno attaccato il nostro sistema città , purtroppo nessuno fa o dice nulla, probabilmente perchè la collusione tra malavita e istituzioni/impenditoria sta raggiungendo una posizione di controllo dominante.... Anche questa sarebbe una bella battaglia giornalistica da condurre con una bella inchiesta che parli un pochettino di appalti e altro ma c'è da occuparsi di cose più importanti per la città come miss italia , lucarelli al napoli o la piscina preferita dai parmigiani.... Serve da parte di tutti un bello scatto di orgoglio , guardiamoci attorno e comportiamoci da uomini...

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

tifo e tifose

Bellezze...mondiali (sugli spalti) Gallery

Traversetolo: calici e musica sul tramonto

FESTE PGN

Traversetolo: calici e musica sul tramonto Foto

Morto Vinnie Paul, batterista e co-fondatore Pantera

musica

E' morto Vinnie Paul, batterista dei Pantera

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

CHICHIBIO

«Sea&No», la pescheria gastronomica di qualità

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Violenza

La gelosia come ossessione: in carcere il partner-aguzzino

Cantieri

Opere incompiute: le date del taglio del nastro

2commenti

Ballottaggi

Urne aperte a Salso: alle 12 ha votato il 18,36% Video

pericolo

Voragine in via Volturno, via Musini La foto

appuntamenti

Dopo la rugiada, una domenica di eventi nel Parmense Agenda

cus parma

Triathlon Campus e Duathlon Francigeno Guarda chi c'era

evento

Il dj set di Digitalism, ha chiuso il Cittadella Music festival Gallery

1commento

Turismo

Pochi wc pubblici. Botta e risposta fra Comune e Confesercenti

5commenti

calcio e tribunale

Caso whatsapp-Parma (e match Frosinone), il Palermo: "Siamo parte lesa"

8commenti

Rapina

Incappucciato aggredisce una donna per rubarle l'auto: arrestato

12 tg parma

Disabili e lavoro: a Parma numeri in crescita ma liste d'attesa ancora lunghe Video

FIDENZA

Sicurezza, in arrivo 84 «occhi intelligenti»

Fontanellato

Morto il direttore della banda

BENECETO

L'abbraccio della maestra e dell'ex allieva

Il ministro Centinaio

«Il caso sms? Finirà in nulla»

1commento

CALCIO

Asprilla, Veron, Apolloni e gli altri: la giornata "Parma Legends" al Tardini Foto

La partita è finita 5-2

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Come potranno motivare una condanna?

di Michele Brambilla

LA PEPPA

Fusilli estivi, pasta fredda protagonista

ITALIA/MONDO

belluno

Turista si lancia dalla cima di un monte con tuta alare e muore

REGGIO EMILIA

Urla in casa, arrivano i carabinieri e sequestrano marijuana

SPORT

mondiali

Inghilterra a valanga su Panama, 6-1: è agli ottavi

Calcio

Mondiali: la Germania in 10 soffre ma piega la Svezia (2-1)

SOCIETA'

cina

Il bus si ribalta e i passeggeri volano fuori dal finestrino

Cina

Distrugge Ferrari appena uscita dalla concessionaria

MOTORI

MOTORI

Hyundai i20: restyling di sostanza

RESTYLING

La nuova Jeep Renegade in 5 mosse