13°

23°

Parma

Editoriale - Senza peli sulla lingua

Ricevi gratis le news
15

Giuliano Molossi

In un Paese normale tre operai ritenuti responsabili di un atto di sabotaggio vengono licenziati in tronco dall'azienda senza tante storie e senza tante chiacchiere. Senza che  scendano in campo, come è avvenuto per la vicenda di Melfi, sindacalisti, politici, giudici, addirittura il presidente della Repubblica. Ma l'Italia, qualcuno lo ricorderà, è quel Paese in cui un pretore del lavoro ordinò la riassunzione immediata del garzone di una macelleria sorpreso a far l'amore nel retrobottega con la moglie del titolare. Il quale, dopo averlo cacciato a pedate dal negozio, qualche giorno dopo fu costretto a riprenderselo con tante scuse.Correvano gli anni Settanta. Un'altra epoca, un altro mondo, si dirà.  Ma davanti all'impressionante mobilitazione in difesa dei tre operai dello stabilimento Fiat di Melfi, sembra che il tempo si sia fermato.
Sembra veramente, come ha detto ieri mattina Sergio Marchionne nel suo applauditissimo intervento al meeting di Comunione e Liberazione a Rimini, che ci sia ancora la lotta di classe, «una lotta fra capitale e lavoro, fra padrone e operai», quando invece è chiaro a tutti, tranne a quelli accecati dai pregiudizi ideologici, che per poter stare sul mercato, nell'interesse comune dell'azienda e dei lavoratori, non ci possa più essere il muro contro muro ma che sia indispensabile un patto sociale, con la condivisione di impegni e sacrifici. E col rigoroso rispetto delle regole. 
Il comportamento irresponsabile di pochi non può pregiudicare i diritti di molti. 
«E' inammissibile, ha detto Marchionne, tollerare e difendere  comportamenti illeciti arrivati in qualche caso sino al sabotaggio». La stragrande maggioranza degli operai dello stabilimento di Melfi vuole difendere il proprio posto di lavoro che non può essere messo in pericolo dalle azioni scriteriate di qualche irresponsabile. La Fiat di Marchionne ha scelto di investire nell'industria dell'auto in Italia anziché trasferire la produzione all'estero, ma non potrà continuare a farlo se ogni volta che licenzia o sospende dal lavoro un operaio, c'è un giudice che gli impone di riassumerlo.
Marchionne, osannato negli Stati Uniti e mal tollerato in Italia, ha parlato con la consueta chiarezza e  lucidità. Ha manifestato rispetto per il ruolo del sindacato e della politica ma al tempo stesso ha rivendicato con forza il diritto dell'azienda di poter produrre senza intoppi, senza trappole. Tutelando appieno i sacrosanti diritti sindacali, ma senza che questa tutela arrivi a giustificare, aprioristicamente, qualunque atto, compresi quelli che, danneggiando un impianto o un macchinario, vanno a pregiudicare i sacrifici dei lavoratori onesti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giordana

    29 Agosto @ 08.30

    Di editoriali alla "Minzolini" non ne sentiamo proprio il bisogno! Servirebbero altresi editoriali a denuncia degli scandalose leggi proposte da questo governo per tutelare gli interessi del nostro presidente del consiglio & company:ma il nostro caro direttore in questo caso di peli sulla lingua ne ha parecchi ...

    Rispondi

  • danila

    28 Agosto @ 09.57

    vorrei un elenco dei paesi ritenuti "normali"

    Rispondi

  • ugo

    28 Agosto @ 08.25

    i sacrifici di Marchionne sarebbero?

    Rispondi

  • bellaciao

    28 Agosto @ 08.25

    Infatti non è un paese normale......Poverino anche Marchionne perseguitato!!!! In un paese di perseguitati (che guarda caso rimangono sempre a loro posto), gli unici colpevoli sono a prescidere gli operai della Fiat. Il rispetto per chi ha deciso la sentenza non c'è? Ah dimenticavo i giudici sono tutti di sinistra..... Più che un senza peli mi sembra puro lecchinaggio verso chi paga!!!

    Rispondi

  • Mario

    28 Agosto @ 07.36

    Perchè non dire anche che in un paese normale un Presidente del Consiglio indagato, già condannato, corruttore, frequentatore di escort, ecc. ecc. sarebbe non solo cacciato via a calci in c....ma anche mandato in prigione gettando via la chiave.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno