19°

29°

Parma

«Doniamo qualcosa di noi agli altri perché Silvia sia sempre viva»

«Doniamo qualcosa di noi agli altri perché Silvia sia sempre viva»
Ricevi gratis le news
0

Sono passati quattro anni e lei adesso sarebbe una giovane donna non molto diversa da quella che era già sbocciata. Silvia Mantovani, dottoressa in tecniche di laboratorio biomedico. Con lo stesso sorriso luminoso e quieto che ormai tutti conoscono, anche quelli che Silvia non l'avevano conosciuta mai. Quelli per cui resta quell'immagine struggente,  ogni volta che la vedi fa un po' male. Ieri quel sorriso è ricomparso sul nostro giornale: la famiglia Mantovani annunciava la messa che ci sarà questa mattina alle 10,30 nella chiesa di Santa Croce. Perché nella pace di una chiesa si possa ricordare il martirio di quattro anni fa, la sera del 12 settembre. Con Aldo Cagna fuori dalla Columbus di Martorano, dove Silvia lavorava d'estate per arrotondare in vista della laurea. Silvia in trappola, che abbassa il finestrino, che cerca di difendersi da quella tempesta di coltellate. Silvia che muore.  

Quattro anni dopo, la disperazione si è stemperata in un dolore che accompagna ogni giorno. Sono successe cose belle, da ottobre c'è il Gruppo amici di Silvia Mantovani. «E' nato una sera che eravamo tra di noi e volevamo fare qualcosa per ricordare Silvia», spiega Lorenzo. Fare è una parola che piace agli amici di Silvia: per non fermarsi alle raccolte di fondi, ma spendere energie e fatiche. «Azioni di solidarietà e volontariato concrete - dice Roberto - in cui qualcuno di noi sarà protagonista al fine di raccontare esperienze vissute direttamente per far avvicinare al mondo della solidarietà e del volontariato le nuove generazioni». Per ricordare Silvia «affinchè in ogni momento possa essere con noi». 
Le hanno scritto una lettera, gli amici del Punto Blu di Monticelli, il circolo che Silvia frequentava  e all'inizio dell'estate avevano ideato il Vesparaduno «IV Memorial Silvia Mantovani», ai suoi genitori avevano regalato un bellissimo ritratto della loro ragazza che amava  andare in giro in Vespa.
Ecco il testo integrale della lettera.    
 «Ciao Silvia …
Sabato 26 giugno abbiamo inaugurato il nuovo monumento dedicato alla tua memoria. Noi, ragazzi del Punto Blu, abbiamo voluto lasciare a Monticelli un ricordo che durasse per sempre, tanto quanto è indelebile il tuo ricordo nei cuori di chi ti ha conosciuto.  Abbiamo pensato a qualcosa che accomunasse tre elementi dal forte valore simbolico: la strada, la Vespa e le ali.
La strada rappresenta lo scorrere della vita, afflosciata e lasciata sul fondo di un percorso ormai abbandonato, che poi si innalza ripida, inesorabile, verso un futuro altissimo. La Vespa, simbolo di un viaggio che sembrava interrotto, continua invece su un percorso nuovo. Infine le ali sono il simbolo universale di quella libertà che ogni persona ha diritto di avere, ma che a te è stata tolta. Cara Silvia, noi ti vogliamo regalare questa Vespa perché tu possa volare, e perché è così che vogliamo pensarti: a cavallo della tua Vespa, con il vento tra i capelli, gli occhi socchiusi e un sorriso appena accennato di chi è consapevole che non si può più tornare indietro, ma che sa anche che le persone che lascia la penseranno per sempre. E non voltarti indietro, non pensare a quello che ti è stato tolto, a quello che avresti voluto, ingrana tutte le  marce, guarda avanti e va sempre più in alto. Su questo ceppo non appari a cavallo della tua Vespa perché vorremmo che ognuno, qualche volta, possa immaginarci sopra un suo caro che, come, te ha dovuto andarsene ed ingranare anch’esso le ultime marce del suo viaggio. Speriamo non ti dispiaccia, ma credo che ognuno, quando ci lascia, abbia il diritto di godersi almeno un ultimo giretto senza pensare a niente. Siamo sicuri che gradirai il nostro gesto e speriamo che un giorno, quando sarà il momento, tu voglia far fare anche a noi, un giro sulla tua nuova, bellissima Vespa».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

Il caso

Miss Italia, spuntano foto di nudo, Carlotta rischia il titolo

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

3commenti

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

1commento

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

1commento

FONTANELLATO

Brucia la corte dei Boldrocchi: addio al recupero?

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

Intervista

Pertusi: «Nel mio sangue scorre Verdi»

COLLECCHIO

Sagra della Croce, pochi bagni chimici

Pieveottoville

E' morta Renata Barbieri, «colonna» del volontariato

Libro

Un saggio su Bartali, eroe mito del Novecento

san leonardo

Furgone in fiamme all'incrocio tra via Venezia e via Trento. Video: lo spaventoso incendio - 2

2commenti

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Si comincia con la danza verticale "Full Wall" e l'installazione "Macbeth"

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale Video

Ecco i progetti annunciati dal Comune

6commenti

Crédit Agricole

Giampiero Maioli insignito Cavaliere della Legione d’Onore dall'Ambasciata Francese

anteprima gazzetta

Sicurezza a Parma, il caso ora è politico: "Ma ai parmigiani interessa che si faccia qualcosa"

1commento

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

GAZZAFUN

10 piazze della nostra provincia: in quale comune siamo?

ITALIA/MONDO

cagliari

In attesa del medico impegnato in una consulenza: "Tutta colpa di un negro"

INDIA

Panico in volo: passeggeri, sangue da naso e orecchie

SPORT

Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Video

EUROPA LEAGUE

Zampata di Higuain: il Milan stende il Dudelange

SOCIETA'

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

sospetto

Test di medicina, picco su Google: "Qualcuno ha barato"

MOTORI

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"

ANTEPRIMA

Honda, il nuovo CR-V. Come va in 5 mosse