20°

Parma

Palazzetto dello Sport, la gara è andata deserta. Pagliari: "Serve una riflessione" - Il Comune: "Non rinunciamo"

Ricevi gratis le news
15

Botta e risposta sul nuovo Palazzo dello sport.

Questo l'intervento del capogruppo del Pd in consiglio comunale Giorgio Pagliari relativamente alla gara per il Palazzetto dello Sport andata deserta:
"La gara per il Palazzetto dello Sport è andata ufficialmente deserta. L’“opera del secolo” non trova imprenditori interessati. E non è la prima volta che il Comune vede andare le gare deserte! Ebbene, quali sono le cause di questo “flop”?  - si chiede il consigliere in una nota stampa - E’ l’improponibilità del progetto? E’ l’inaccettabilità della proposta economico-finanziaria? E’ la notoria inaffidabilità del Comune relativamente ai pagamenti? Il problema esiste ed è evidente. Il Comune di Parma non è più un interlocutore credibile per il mondo imprenditoriale con due gravi conseguenze: da un lato, le opere (piccole e grandi) non si appaltano, e, dall’altro, il Comune non è più in grado di essere uno dei volani dell’economia parmense. Questa situazione richiede, se c’è senso di responsabilità, una riflessione approfondita. Sindaco e Giunta devono chiedersi quanto rilevino la situazione di bilancio, la mancanza di fondi, la costruzione di proposte che sopravvalutano gli immobili comunali dati in conto prezzo onde coprire le carenze di liquidità, l’incapacità di pagamento del Comune stesso con la conseguenza che le imprese appaltatrici di fatto sarebbero costrette a finanziare l’opera comunale con propri soldi per essere pagate dopo il collaudo e senza scadenze certe. Non possono continuare a far finta di niente e ad annunciare opere che non si realizzano per mancanza di imprese esecutrici. E di certo la ventilata introduzione del factoring non risolve il problema, ma ne accentua la gravità e la consistenza proprio con riferimento alle difficoltà del Comune. Dietro l’angolo, c’è solo un ulteriore rischio di infiltrazione delle imprese legate alla malavita, pronte ad acquisire gli appalti per la semplice utilità di “lavare” il denaro sporco. Fantasie? Sarà il tempo a dirlo. La “morale della favola” è chiara: l’approssimazione gestionale anche nel campo delle c.d. “grandi” (e piccole) opere è ormai arrivata a livelli di guardia ed oltre! Questa situazione, danneggiando l’immagine della Città e la sua economia, non può certo far piacere, cosicché non ci si può che augurare un ritorno ai canoni della buona amministrazione. Se così non dovesse essere (e ci vuole tutto l’ottimismo della volontà per lasciare aperto uno spiraglio), Sindaco e Giunta non si dovranno meravigliare della richiesta delle loro dimissioni come segno, espresso nella forma politicamente più enfatica, del dissenso rispetto ad una conduzione sempre più improvvisata e disattenta rispetto al bene comune. I segnali di questo tipo sono troppi e troppo importanti. In mancanza di un netto cambio di marcia, la più ferma delle prese di posizione diventa indispensabile e doverosa, specie per un’opposizione, come quella del Gruppo PD, che, inascoltata, non si è mai rifiutata di offrire il proprio contributo, al di là degli interessi di parte politica, per risolvere i problemi di interesse generale. Basti ricordare la disponibilità per l’operazione-verità sulla situazione di bilancio del Comune e delle sue società".

E nel pomeriggio è arrivata la replica del Comune., atraverso l'assessore al Bilancio Gianluca Broglia. Ecco il testo:   
 
 
“Sembra che il centrosinistra di Parma gioisca di ogni difficoltà che il delicato momento dell’economia globale crea all’Amministrazione e alla città  (come a tutte le altre città). E’ legittimo, ma è segno di una politica che mette gli interessi di parte davanti a quelli della comunità.
Riguardo al Palasport, evidentemente la crisi del mercato immobiliare ha ridotto l’interesse da parte delle imprese che avrebbero dovuto costruire il palazzetto nuovo ed acquistare il vecchio, per realizzare nell’area unità abitative. Ma pur in un momento di grandi difficoltà economiche per mercati ed enti locali, l’Amministrazione non rinuncia al progetto e lo realizzerà attraverso un leasing in costruendo, che garantisce un preciso meccanismo di pagamento verso le imprese costruttrici. E dal momento che il Comune non vuole “svendere” il proprio patrimonio, l’area del vecchio palazzetto, che sarà messa in vendita già con il nuovo bando a breve termine, sarà ceduta solamente nel momento in cui si riterrà economicamente conveniente farlo. Questi sono i fatti.
Per il resto, le considerazioni del capogruppo Pagliari, che mettono insieme impianti sportivi, malavita, Patto di Stabilità, trasparenza dei bilanci, extraterrestri, cataclismi, profezie dei Maya, forse servono solo a generare confusione.
Infine, sostenere, come fa Pagliari, che il Comune non rappresenta più il volano dell’economia parmense significa non conoscere la realtà dei fatti degli ultimi piani investimenti 2010-2011. E, forse confonderli con quelli di poco più di un decennio fa, quando il centrosinistra governava Parma”.
 
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • GIALLOBLU'

    15 Settembre @ 11.16

    Caro Pagliari ma sei proprio un disfattista, tu e il tuo pd vedete di essere piu propositivi, anche perchè in 40 anni che ha governato la sinistra a Parma ce' stato immobilismo totale, siete riusciti solo a fare una superstrada Parma-Baganzola (non chiamatela tangenziale), con 10 semafori altro che medioevo. Valutate gli errori che avete fatto e che continuate a fare invece di criticare sempre quelli che puo' commettere questa giunta, la gente vuole i fatti anche per questo avete perso le elezioni politiche.

    Rispondi

  • KHAWATMI ALESSANDRO

    15 Settembre @ 09.04

    Prendio nota , quanto esposto dall'Assessore Mora ,della Volontà della Giunta di Portare avanti questo lodevole progetto , ma credo che la realtà dei fatti sia nettamente differente , è il famoso detto volere ma non potere con l'aggravante però che il potere si ottiene con strumenti finanziari che alla fine dell'opera moltiplicano i costi di realizzazione e spostano questi oneri finanziari a scadenze future . Opere realizzate in factoring o altre soluzioni miste di partecipazione privata -comunale vedi la struttura ex.coni , che ad oggi non sono la miglior espressione di quello che doveva essere il concetto di benessere per la collettività di cui tanto se ne parlò ad inizio mandato , si arrivò persino e queste furono le parole del Sindaco Vignali ad ipotizzare un assessorato al Benessere , che avrebbe avuto come unico scopo la rivalutazione di strutture sportive al fine di renderle agibili alla comunità , ciò che non è stato fatto ad esempio con l'area ex coni data in gestione ad un privato il quale con tariffe non certamente alla portata di tutti cerca di sopravvivere nella speranza che ancora una volta il Comune corra in suo soccorso . Non vorremmo è questo il nostro augurio che anche per il Palazzetto si realizzi questo scenario dove il privato sia il dominus dell'operazione alienando la parte comunale , solo a proprio vantaggio economico , ovviamente la foga e la volontà di fare cassa oggi costituiscono la regola principale per questa Giunta Comunale , la quale non passa giorno che emana bandi di concorso alla ricerca spasmodica di ottenere plusvalenze di cassa . Ci sorpende infine la frase dell'ASSESSORE MORA il quale afferma che forse questo bando sia andato deserto a causa della situazione economica , se cosi fosse altri bandi comunali sia di ediliza che di outsourcing avrebbero avuto la stessa fine , ma al contrario questi hanno avuto successo , dobbiamo pensare a fattori negativi come dice l'ASSESSORE o strane profezie oppure .... KHAWATMI ALESSANDRO - GENERAZIONE ITALIA -.FARE FUTURO

    Rispondi

  • FAUSTO

    15 Settembre @ 08.35

    ...scesi dai monti, abbiamo lavorato e ricostruito per questa città ,ne siamo stati fedeli servitori e amministratori . abbiamo contribuito al progresso sociale ,economico e morale, è diventata città progredita come lo è la regione. abbiamo vissuto i contrasti e le difficoltà , a parma è passata un po' di storia e un po' di futuro. Rispetto il terzo mondo, ma Parma non vi ha mai fatto Parte negli anni passati . Riflettere sugli errori è stata anche una nostra pratica. Ha fatto bene il giornalista a fare questo titolo. Grazie .

    Rispondi

  • ZA

    14 Settembre @ 21.39

    serve pausa di riflessione. ma che titolo eh? cosa vuol dire?

    Rispondi

  • sabcarrera

    14 Settembre @ 20.38

    Quasi 2 mila miliardi di debito dello stato, Italia a rischio di default. Non è ora di risparmiare anziché spendere dove paga pantalone?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Smartphone: da nemici ad alleati in classe

HI-TECH

Smartphone in classe: nemici o alleati?

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Gazzareporter

Parma di sera vista da Giulia, 14enne appassionata di fotografia

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

2commenti

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel