18°

Parma

Patto di stabilità e bilanci dei Comuni, Vignali: " O si sblocca la situazione o dovremo ridurre i servizi di 20 milioni"

Ricevi gratis le news
7

Crisi, bilanci, patto di stabilità. Dietro i termini economico-legislativi, e nella cornice del dibatito politico, oggi in Consiglio comunale il sindaco Vignali ha spiegato qual è la situazione della nostra città. "A Parma come altrove - ha detto - ci stiamo districando ogni giorno in una situazione complessa e difficile e il 2010 è stato anche peggio del 2009". E ha aggiunto: "O viene introdotto il federalismo fiscale, o si sblocca la sospensione tributaria, o si dovrano ridurre i servizi di 20 milioni. In questo momento il Comune ha 70 milioni in cassa ma a causa del patto di stabilità non può sbloccare denaro per pagamenti. Il problema non è tanto nei costi della politica, che sono stati ridotti all'osso, ma nel costo del personale e delle spese contrattualizzate".
L'intervento del sindaco è avvenuto all'interno di un dibattito in cui  l'opposizione ha esposto le sue critiche al documento di "salvaguardia degli equilibri di bilancio" che prevede una forte riduzione degli investimenti. rispetto alle previsioni.

"EQUILIBRI DI BILANCIO", MINORANZA ALL'ATTACCO- Di fronte alla riduzione dell'entità di alcune voci elencate nel documento di "salvaguardia degli equilibri di bilancio 2010", la minoranza è andata all'attacco. Carla Mantelli del Pd ha puntato il dito contro diversi tagli al piano mobilità fasce deboli, alla riqualificazione della scuola Racagni, a progetti di verde pubblico, al teatro dei dialetti. "Mentre non capisco perché è previsto un aumento da 0 a 537mila euro per impianti e attrezzature pubblicitarie". "Sarebbe più onesto e corretto dire che se non ci sono i soldi le opere non si realizzano", ha aggiunto Matto Caselli del Pd. "Quando l'indebitamento sfugge al controllo non basta chiudere i rubinetti", ha spiegato Gabriella Biacchi dell'Italia dei Valori. "L'atto che ci viene presentato evidenzia la difficoltà dell' amministrazione comunale e ci fa capire quanto i pareri espressi dall'opposizione in fase di previsione non fossero campati in aria - ha continuato Maria Teresa Guarnieri di Altra Politica". "E' corretto affidarsi a leasing? Quanto ci costa in termini di interessi tutto questo? - ha chiesto Massimo Iotti del Pd -. Basterebbe togliere voci che sono solo di fantasia per cancellare 40 milioni di debito".

PARMA INFRASTRUTTURE - Il dibattito è stato infuocato anche su Parma Infrastrutture, la società nata nel 2004 per la gestione delle reti idriche e fognarie e che dal primo ottobre gestirà il patrimonio comunale. L'opposizione già nei giorni scorsi si era detta contraria al metodo "omnicomprensivo" dell'esternalizzazione della gestione del patrimonio. "Bisogna dire chiaramente che è solo lo strumento per aumentare l'indebitamento aggirando il patto di stabilità", aveva detto il consigliere del Pd Massimo Iotti, e ha ribadito il concetto in Consiglio. Iotti, come altri consiglieri di opposizione e Carmelo La Mantia del Gruppo Misto, ha sollevato una questione di legittimità perché ai sensi dello statuto "si sarebbe dovuta convocare un'assemblea dei soci"  essendo la società partecipata in minima percentuale anche da altri Comuni della provincia. Maria Teresa Guarnieri di Altra Politica ha chiesto se è "corretto dal punto di vista amministrativo trasferire indebitamento nel futuro". Sul tema è intervenuto anche il presidente del Consiglio comunale Elvio Ubaldi che ha consigliato di "rivedere" la delibera. "Non c'è ostilità di principio - ha detto - ma bisogna chiarire bene costi e sostenibilità". "I casi di dubbio sono molti", ha detto. "Per esempio, è concesso che si costituisca una società strutturalmente e predefinitivamente in perdita"? "So che la proposta è complessa, e tante cose sono state travisate - ha replicato il vicesindaco Paolo Buzzi -.  I sindaci dei Comuni interessati sono stati interpellati via lettera e l'assemblea dei soci sarà convocata dopo l'approvazione della delibera. Questa operazione garantirà una flessibilità amministrativa, operativa e finanziaria".

"NOVE100": I NUMERI DELLA MOSTRA
- Oltre 40mila visitatori (41.265), un incasso di 174.127 euro, 122.550 euro raccolti dagli sponsor a fronte di una spesa di 557.361,86 euro a cui vanno aggiunti 200.604,63 euro per il funzionamento dei quattro luoghi dell'evento. Questi i numeri della mostra "Nove100" di Palazzo del Governatore resi noti in consiglio comunale dall'assessore alla Cultura Luca Sommi in risposta a un'interrogazione del consigliere del Pd Matteo Caselli. "Siamo rimasti molto soddisfatti dell'evento - ha detto Sommi -. Solitamente, quando le mostre non contemplano un  'grande nome' non superano le 10mila presenze. Il rapporto fra costi e incassi può essere paragonato alla mostra del Correggio, anche se questa esposizione è costata poco perché tutte le opere provenivano da un unico luogo".

Altre notizie e dettagli sul Consiglio comunale sono sulla Gazzetta di Parma in edicola

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gian luca

    25 Settembre @ 11.45

    Scusate , ma fino a qualche settimana fa il bilancio comunale non era floridissimo e chi aveva chiesto conto era stato tacciato di incapacità contabile , sono sinceramente stupefatto , cmq : 1) l'attuale amministrazione se volesse potrebbe cominciare benissimo a dare un buon esempio tagliando tutte quelle voci di spesa" sospette " , il novecento già citato è un ottimo esempio.. 2) Ubaldi e in generale la giunta precedente erano di ben altro spessore.... 3) quando si torna a votare SICURAMENTE tutti gli errori commessi da questa giunta avranno il loro peso , dispiace dirlo ma veramente mi chiedo per chi ci hanno preso.... Con amarezza...

    Rispondi

  • fede

    25 Settembre @ 10.20

    Molto bravo il sindaco a prendere i soldi nelle tasche dei parmigiani quando mancano! Perchè non riduce le persone del suo staff,le continue consulenze inutili ,le continue assunzioni di dirirgenti pagati a peso d'oro;segretarie che prendono stipendi che in un'impresa privata non li prendono neanche i titolari. cominciamo da loro!

    Rispondi

  • Andrea Meli

    25 Settembre @ 07.05

    Se leggo bene, nove100 ha fruttato incassi totali do circa 400mila euro sponsor compresi, a fronte di una spesa di oltre 750mila euro con una perdita netta di oltre 450mila euro?!?!?! A Parma la cultura è un lusso.

    Rispondi

  • stefano

    25 Settembre @ 01.22

    Il sindaco dovrebbe spendere meno negli stipendi esagerati dei dirigenti, in festival inutilissimi (generazioni creative ad esempio oppure il costosissimo jazz festival), dovrebbe spendere meno in cementificazioni inutili. Sindaco, se ci legge, si dimetta per il bene di Parma: non c'è un assessore che abbia fatto qualcosa di buono per Parma, tutti sprechi inutili con stipendi esagerati dei vostri amici dirigenti.

    Rispondi

  • Mauro

    24 Settembre @ 22.59

    Cominciassero loro a ridursi i servizi e gli stipendi, questi politicanti hanno rotto le balle. Per fortuna che il suo amico Silvio non metteva le mani in tasca agli Italiani, ed è vero, perchè le ha messe da altri parti che non voglio nominare.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Laura Pausini, cancellate le due date di Eboli: ha l'otite

oggi e domani

Laura Pausini cancella le due date di Eboli: ha l'otite

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

LA CURIOSITA'

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

di David Vezzali

3commenti

Lealtrenotizie

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

L'INCHIESTA

Blitz nei centri massaggi, dalle tenutarie ai personaggi tuttofare: ecco i retroscena

FIDENZA

Stazione, 23enne aggredita da un extracomunitario

LAUREA

La farfalla Giulia è diventata dottoressa

Corniglio

Sesta diventa un set per il film di Giovanni Martinelli

Teatro Due

Jeffery Deaver presenta stasera il nuovo romanzo

EXPORT

A Parma boom nel secondo trimestre: +13%

LANGHIRANO

Castello di Torrechiara chiuso, rabbia e proteste

LUTTO

Addio ad Armido Guareschi, ex patron della Lampogas

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati Foto

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

5commenti

Fontevio

Choc anafilattico, vivo per miracolo. La farmacista: "Ecco come l'ho salvato" Video

16 novembre

Le "stelle" illuminano la città: per il terzo anno la Guida Michelin presentata a Parma

anteprima gazzetta

L'export made in Parma vola: +13% nel secondo trimestre

sport

D'Aversa: "Napoli fortissimo, ma nella vita niente è impossibile" Video

dopo 12 anni

Esproprio ex Federale: Comune costretto a pagare 1,6 milioni di euro

social

Il Parma viaggia verso Napoli (in treno): "selfone" di gruppo

INCIDENTE

Autocisa, un'auto si ribalta in galleria: i soccorsi arrivano (anche) in elicottero Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

Aggressione

"Violento predatore sessuale", condanna tra 3 e 10 anni a Bill Cosby, il papà de "i Robinson"

sicurezza

Abbandono bimbi in auto: via libera del Senato al ddl "seggiolini"

SPORT

Lega pro

Berlusconi compra il 100% del Monza. Galliani ancora al suo fianco

SOFTBALL

Collecchio Under 13, la fotogallery delle finali nazionali

SOCIETA'

Reggio

Disfunzione erettile, in Italia ne soffrono tra 3 e 5 mln

Napoli

"Lo sposo è scappato con i soldi dei regali". Scoppia una rissa al matrimonio

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel