21°

Parma

Fabbrocini: «A Parma ho avuto la gioia di lavorare con sbirri veri»

Fabbrocini: «A Parma ho avuto la gioia di lavorare con sbirri veri»
Ricevi gratis le news
0

Laura Frugoni

Piace  alle donne e piace agli uomini per quell'affabilità innata, già questo è un bel dono. Alfredo Fabbrocini lascia la Squadra mobile: la notizia l'avevamo già in pagina una settimana fa. Lui però non c'era, immerso in quella missione che l'aveva tenuto lontano da Parma fin dall'inizio dell'estate, e adesso chiamato alla sede romana dello Sco che è un po' come dire il gotha della polizia investigativa in Italia. Già domani sarà nella capitale per dire «presente», e però a Parma c'è voluto tornare scapicollandosi dal sud al nord in una toccata e fuga di un paio di giorni. Per mettere un punto finale alle ultime indagini che stavano a cuore. E per salutare, anche questo gli premeva molto. Un'onda lunghissima di saluti. «Questa è la mia ultima conferenza stampa», ha annunciato ai giornalisti di nera ieri mattina, evitando accuratamente il bilancio di prammatica, meglio un caffè allo Smoke come si faceva sempre. Salutare i ragazzi della sua squadra: questo sì, gli premeva parecchio e soprattutto per loro ha organizzato una festa ieri sera. Musica, risate, abbracci e pacche sulle spalle: così il magone va giù meglio.  Un «bilancino» alla Gazzetta accetta di farlo nel suo ufficio mentre con una mano riempie scatoloni e con l'altra risponde al telefonino iper-squillante. Sceglie di cominciare dalla spina più appuntita, dal momento più amaro. «A Parma si è consumato il mio più grande fallimento come investigatore: non ho capito la sofferenza di Roberto», il pensiero al sovrintendente Devincenzi e a quel tragico 21 giugno del 2009. La Parma che lo accolse due anni fa e quella che lascia. «Una città estremamente attenta alla sicurezza, che ha la fortuna di non avere una criminalità autoctona, con gli “escursionisti” che vengono da fuori per fare le rapine, oppure gli stranieri che si dedicano soprattutto allo smercio di droga. Cercare di arginare lo spaccio è stato un punto fermo, per me, in questi due anni. Rispetto a tutte le altre realtà dove ho lavorato Parma ha problematiche non gravi, ma bisogna sempre tenere alta la guardia». Qualcosa che restava da fare e non si fa in tempo. «Mi spiace essere rimasto troppo poco per lasciare un'impronta più incisiva nella Squadra mobile, e non è una frase di circostanza: a Parma ho potuto contare su sbirri veri, è stata una gioia lavorare con questi ragazzi». Rispetto e affetto ricambiati. L'altro giorno uno degli sbirri più anziani (e più commossi) ricordava che Fabbrocini arrivava tutti i giorni in ufficio alle otto del mattino e andava via alle nove di sera, «poi quando scattava l'emergenza non c'erano più i giorni e le notti: si andava avanti a oltranza. In trent'anni in polizia io uno così non l'avevo mai visto». Allo Sco Fabbrocini sarà in forza alla prima sezione, quella che si occupa della criminalità organizzata, che dà la caccia alle primule rosse di mafia e camorra. E le infiltrazioni a Parma? «Non ho fatto in tempo - allarga le braccia - e comunque la percezione di qualcosa c'è, anche se fatichiamo ad accorgercene». L'indagine parmigiana da ricordare. «La prossima», risponde sibillino, alludendo al fatto che da alcune sementi non sono ancora arrivati i raccolti completi. Benvenuti al nord: com'è andata per il napoletanissimo Fabbrocini fare il Bisio al contrario? «A Parma mi sono sentito a casa dal primo giorno, a parte il clima e l'accento. La soddisfazione per essere approdato al nuovo incarico è mitigata dal dispiacere di lasciare questa città, a cui mi sono legato molto: forse è meglio partire subito, altrimenti finiva che non me ne sarei voluto più andare».     

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

TELEVISIONE

E' iniziato il Grande Fratello Vip. Benedetta Mazza: "Cerco l'amore" Video

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

PGN

Ricordando... un'estate in piscina: foto da Campora

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Cinema

Dogman di Matteo Garrone è il candidato italiano agli Oscar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

È in corso il Festival del Prosciutto: quanto conosci questa specialità della nostra cucina?

GAZZAFUN

10 quesiti sulla cucina parmigiana: scopri se sai davvero tutto!

Lealtrenotizie

Massaggi

FIAMME GIALLE

Prostituzione: sequestrati 22 centri massaggi cinesi, 34 denunciati

Identificate 25 ragazze cinesi. Il denaro era spedito in Cina via money transfer

1commento

MONTAGNA

Fungaiolo ferito in zona Prato Spilla

Il Soccorso alpino sta intervenendo

PARMA

Sparano "per gioco" a un distributore e una finestra: denunciati tre giovani Foto

La pistola era ad aria compressa. La finestra è stata danneggiata. Sono intervenuti i carabinieri

CALCIO GIOVANILE

«Mio figlio col braccio rotto, ma nessuno ferma l'azione»

FONTANELLATO

Un cane in cerca del suo padrone vagava in A1: salvato dalla Polstrada

Il proprietario, un autotrasportatore di Alessandria, non si era accorto che il cane lo aveva seguito

VIABILITA'

Incidente in viale Milazzo, due auto coinvolte. Auto sbanda, code in Autocisa

CARABINIERI

Operazione antidroga: arrestato tunisino sfuggito all'arresto in giugno

Il 30enne, residente a Parma, è stato fermato al porto di Genova, al suo rientro dalla Tunisia

VIABILITA'

Via Europa, il cantiere provoca il caos

1commento

Via Emilia Ovest

Il ladro scappa. Ma lascia i documenti

Archeologia

Torna alla luce l'antica Tannetum

MEDESANO

Ladri all'asilo: rubano e danneggiano e poi si fanno la pizza

2commenti

FIDENZA

Fallimento Di Vittorio, Gli alloggi verso la vendita a una nuova coop

NUOVO PADIGLIONE

Barilla, il futuro è green

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

San Polo D'Enza

Perde un panetto di hashish e il telefono con i numeri dei clienti: 20enne nei guai

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il non-detto dietro la legge di stabilità

di Domenico Cacopardo

L'ESPERTO

Terreni comunali: quando è possibile l'usucapione

di Arturo Dalla Tana*

ITALIA/MONDO

MOTORI

Il Motor Show diventa Festival e trasloca da Bologna a Modena

MONTE SERRA

Incendio nel Pisano: 700 sfollati, in azione i Canadair. "Scenario apocalittico" Foto

SPORT

CALCIO

Doping: Giuseppe Rossi a processo, chiesto un anno di stop

SPORT

Rugby Colorno, ecco come cambierà la squadra: intervista a Nick Scott Video

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

Economia

Lasciano i co-fondatori di Instagram Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Mazda CX-3 dà ancora fiducia al diesel