17°

28°

Parma

Tep, anche Villani attacca Bernazzoli: "Comportamento scandaloso" - La replica: "Ha fatto tutto il presidente"

Ricevi gratis le news
10

Dopo le dimissioni di Tiziano Mauro dalla carica di presidente Tep, non si placano le polemiche. Il gruppo Pdl in Consiglio provinciale, ieri in una conferenza stampa, ha chiesto la rimozione dell'incarico anche del vicepresidente di Tep Alessandro Fadda ("Per coerenza, Bernazzoli, come ha fatto nei confronti del presidente Tep, deve chiedere anche le sue dimissioni", ha detto il capogruppo Gianluca Armellini) e del presidente del collegio revisori Luciano Ragone, l'azzeramento del cda e la convocazione di un consiglio provinciale straordinario.

VILLANI: "BERNAZZOLI SCANDALOSO" - “L’atteggiamento di Vincenzo Bernazzoli, da bella addormentata che improvvisamente si sveglia inconsapevole di tutto, è semplicemente scandaloso. Come può pensare di farci credere che i due suoi uomini più fidati all’interno di quella società, da lui direttamente nominati, Alessandro Fadda, vicepresidente, e Luciano Ragone, presidente del collegio dei revisori, e che hanno sempre avvallato le decisioni della società, erano all’insaputa di tutto?”. Queste le parole di
Luigi Giuseppe Villani, capogruppo PdL in Regione e coordinatore provinciale azzurro, che interviene sulla vicenda Tep attraverso un comunicato stampa. “Se Bernazzoli vuole seriamente svolgere in questo frangente il suo ruolo di Presidente della Provincia, socio al 50% dell’azienda per il trasporto pubblico, e non di capo partito è davanti ad un bivio: o ammette implicitamente l’incompetenza e la superficialità dei suoi due uomini, che hanno avvallato espressamente con sottoscrizioni e voti ufficiali, i bilanci della società; o rinuncia alla farsa e riconosce che Fadda, vicepresidente con delega, fra le altre, anche alla verifica della contabilità analitica e dell’andamento di gestione anche in relazione alle procedure di spesa, e Ragone, presidente dei revisori dei conti, sapevano tutto ma non hanno mai detto nulla. In entrambe i casi, comunque, alla stregua di quanto fatto dal sindaco di Parma Pietro Vignali, che ha chiesto e ottenuto le dimissioni del presidente Tiziano Mauro come presa di responsabilità, deve chiedere lo stesso passo indietro ai suoi due uomini  facendoli dimettere”. “Se esistono responsabilità del presidente – continua Villani – non possono non esistere anche per il vicepresidente e per il presidente del collegio dei revisori dei conti che non potevano non sapere ed hanno certificato il bilancio poi approvato dall’assemblea dei soci e quindi dalla stessa provincia nel maggio scorso. O che, se non sapevano, non stavano svolgendo coscienziosamente il loro compito. Bernazzoli deve dunque essere chiaro e quindi dica se vuole veramente che tutti si assumano le proprie responsabilità nella gestione di servizi pubblici molto importanti come quelli di Tep o se vuole fare il capo partito”.

LA REPLICA DI BERNAZZOLI - In relazione alle dichiarazioni di Luigi Giuseppe Villani, capogruppo PdL in Regione e coordinatore provinciale azzurro, sulla vicenda Tep – Mb, il presidente della provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli ha dichiarato:
“ In base alle informazioni di cui sono in possesso non ravviso nessun elemento per presumere il coinvolgimento nella scelta di banca MB da parte dei membri del cdA ma che questa sia stata fatta dal Presidente avvalendosi dei poteri assegnatigli. Per quanto riguarda il controllo contabile della società – spiega Bernazzoli - questo è stato delegato a una società di revisione esterna che ha certificato il bilancio. Quindi allo stato non ravviso responsabilità del Collegio sindacale, nel quale per altro siede anche un membro indicato dal Comune di Parma. In quanto all’attacco al vicepresidente Alessandro Fadda, essendo la sua una delega gestionale e non finanziaria, non è attinente alla vicenda di cui stiamo parlando. Se emergessero ulteriori elementi non avrei difficoltà a prenderli in considerazione”.
“Alzare polveroni oggi significa cercare di confondere il quadro delle responsabilità – continua Bernazzoli -  Adesso per tutelare e valorizzare quel grande patrimonio di parma che è la Tep - oggi in una fase delicata di privatizzazione - occorre impegnarsi affinché vengano al più presto ripristinati gli organi della società e venga individuato un nuovo presidente che,  in base alle intese in essere tra Comune e Provincia per questo mandato, deve essere proposto dal Comune di Parma”.

IL COMUNICATO DI PARMA CIVICA - Un duro comunicato contro il presidente della Provincia era arrivato ieri sera da "Parma Civica": nella nota si contesta a Bernazzoli di non aver fatto sufficiente chiarezza sugli amministratori da lui nominati in Tep."Dove erano gli organi di controllo di Tep nell’ultimo anno e mezzo? Da quando cioè il presidente Mauro ha pensato di investire la liquidità in Banca Mb? - si legge -E’ giusto che a pagare sia l’ex presidente di Tep, che ieri non ha fornito garanzie sui tempi di rientro delle somme, ma è veramente l’unico responsabile di questa situazione? Anche in Tep ci sono persone che ratificano, controllano e votano gli atti amministrativi. Ruoli che attribuiscono responsabilità ben precise. Dov’erano questi? Perché coloro che oggi agitano polveroni non chiedono conto anche a loro? Forse perché numerosi di questi sono loro compagni di partito? Il sindaco ha chiesto e fatto chiarezza con il presidente di Tep. Il presidente Bernazzoli ha chiesto e fatto altrettanta chiarezza con gli amministratori da lui nominati? Sembra proprio di no. Il gioco delle parti nel centrosinistra tra finti garanti istituzionali e agitatori di professione deve terminare. Giù la maschera, signori!"

PAOLO BUZZI: "ECCO I DOCUMENTI DELLE OFFERTE DELLE BANCHE A TEP" - Il vicesindaco di Parma e delegato alle società partecipate Paolo Buzzi ha invece difeso la ricostruzione della vicenda Tep fornita in Consiglio comunale dal sindaco Vignali, dopo che un consigliere di minoranza aveva additato come false le offerte ricevute dalle banche da Tep. "C’è un limite a tutto - ha scritto-  anche alla strumentalizzazione politica. I consiglieri di minoranza infatti dicono cose non vere. In particolare il consigliere Ablondi che la ricostruzione del sindaco in Consiglio sulla vicenda Tep sia falsa. In realtà, come assessore con delega alle società partecipate, confermo che la ricostruzione fatta dal sindaco si è basata su quegli stessi documenti che sono a disposizione anche dell’opposizione, la quale ne sta facendo un uso strumentale. La verità è facilmente verificabile dai documenti stessi che ho allegato al mio comunicato per trasparenza e chiarezza. Le offerte fatte dai diversi istituti e i tempi di presentazione parlano chiaro. Dove c’è spazio per insinuare “accordi sottobanco”? Dove sta il “documento falso” letto dal sindaco in Consiglio?”.


ESPOSTO IN PROCURA DEL MOVIMENTO NUOVI CONSUMATORI - "A seguito delle numerose notizie pubblicate in questi giorni sugli organi di stampa, dei servizi televisivi apparsi all’interno dei telegiornali delle emittenti cittadine nonche’ sui vari quotidiani on line della citta’ di Parma, in merito alle vicende che hanno riguardato la societa’ di trasporto pubblico TEP SpA e la Societa’ per la Trasformazione del Territorio STT SpA, il Movimento Nuovi Consumatori MNC e’ a comunicare quanto di seguito - si legge in un comunicato stampa -  Premesso che nel nostro ordinamento vige la cosiddetta presunzione d’innocenza per cui l’individuo deve essere considerato presunto innocente fino al terzo grado di giudizio con sentenza passata in giudicato ed, in alcuni casi, fino ad un eventuale quarto grado afferente al processo di revisione. Premesso che non si vogliono esprimere giudizi e/od opinioni di tipo politico sulle vicende summenzionate, ne’ esprimere giudizi di tipo personale sull’operato dei soggetti coinvolti nella vicenda, poiche’ cio’ non sarebbe intellettualmente onesto e legale nell’assenza di un eventuale contraddittorio con i diretti interessati.
Premesso che i summenzionati aspetti non involgono sicuramente un’associazione di Consumatori,ma spettano, eventualmente, a ben altri soggetti nelle sedi preposte e che comunque, alla fine, una volta definiti gli aspetti della vicenda de qua, gli unici legittimati a farsi un’opinione di tipo strettamente personale ed “emanare” un giudizio di tipo politico saranno esclusivamente ed eventualmente i cittadini di Parma, nella loro veste di elettori e contribuenti.
Cio’ premesso MNC , nel ruolo che compete ad una associazione di Consumatori che tutela i diritti dei cittadini/utenti, ritiene assolutamente doveroso ed inevitabile depositare nei prossimi giorni un circostanziato esposto alla Procura della Repubblica di Parma ed un altro alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Bologna. Questo al fine di fare piena luce su tutta la vicenda sotto una duplice profilo. Il primo e’ inerente alla tutela dei diritti dei soggetti coinvolti e di coloro che hanno anche una “responsabilita’” morale di tipo politico afferente alla loro nomina affinche’ venga fugato ogni sospetto circa la liceita’ dell’operato e della bonta’ delle scelte operate e non rimangano, in tal modo, esposti ad una ingiusta gogna mediatica. Il secondo e’ inerente al diritto dei cittadini-utenti-consumatori di Parma ad essere informati, in ordine all’eventuale ravvisamento di fatti che possano costituire reato e/o abbiano procurato un danno erariale, il cui concetto non si riduce solamente all’aspetto patrimoniale, come e’ noto, ma che e’ stato ampliato dalla Giurisprudenza della Corte dei Conti fino a ricomprendervi alcune tipologie, conseguenze della lesione di interessi a carattere non patrimoniale, quali danno all’immagine e danno morale. Tuttavia, nell’ipotesi in cui emergessero responsabilita’ tali da configurare ipotesi di reato e si aprisse quindi una successiva fase processuale, il Movimento Nuovi Consumatori, coerente con i propri principi ispiratori e statutari, sara’ pronto a costituirsi  parte civile a tutela della collettivita’ danneggiata.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ippotommaso

    15 Ottobre @ 01.09

    Uuuuh, ho tirato un respiro di sollievo quando ho letto l'intervento di iodevosempredirelamiasututto Villani. Non avendo letto sue dichiarazioni per interi giorni, quando ad arrampicarsi sugli specchi erano i suoi, pensavo male. Per fortuna che ora arriva ad accusare i sinistri mangiabambini di essere colpevoli di tutto. Adesso mi sento meglio. Grazie di averci indicato la via della verità.

    Rispondi

  • miky

    14 Ottobre @ 21.10

    Ridicolo e scandaloso è il fatto che piuttosto di accusare gli "amici" della giunta comunale e funzionari TEP Villani se la prende con la provincia che poco c'entra in questo caso,visto che TEP è un azienda municipalizzata. Se alla provincia ci fosse un esponente PDL probabilmente darebbe la colpa ad altri...magari ai sindacati o alla sinistra come il solito giro di disco.

    Rispondi

  • Daniele

    14 Ottobre @ 19.52

    di scandaloso ci sono solo le continue chiacchiere dei finti politici con tre incarichi diversi pagati dai cittadini, dei finti portavoce, dei finiti civici, dei finti cantieri, dei finti presidenti dei finti comitati, dei finti contrari all'inceneritore e dei giornali che mettono le notizie importanti in fondo alla pagina. La città deve cambiare classe dirigente, non si merita nulla di tutto ciò e dovrebbero dimettersi tutti quelli che invece di lavorare e fare il bene della città pretendono di amministrarla senza competenza e solo con la forza delle chiacchiere dei comunicati stampa. vadano a lavorare.

    Rispondi

  • franco

    14 Ottobre @ 19.38

    speriamo che i soldi rientrino almeno per pagare la buonauscita del ex presidente

    Rispondi

  • Mario

    14 Ottobre @ 17.45

    Su questo maleodorante marciume dell'affare Tep, mancava proprio l'opinione del signor tuttologo Villani!! Meno male che Luigi Giuseppe c'è!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

CONSIGLIO COMUNALE

Un semaforo pedonale in viale Fratti

Sarà all’altezza del polo pediatrico

1commento

Fidenza

36enne apre conti bancari (veri) con documenti falsi: scoperta, denunciata e arrestata

tar

(Chiusura) Open shop di via Bixio, Comune condannato al risarcimento

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pietro Barilla, storia di un padre

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

OLIMPIADI 2026

Il Governo: "La candidatura a tre è morta qui"

SPORT

serie d

Audace Reggio - S.Marino al Tardini? Pare improbabile...

USA

Giovane promessa del golf trovata morta sul campo in Iowa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design