13°

23°

Parma

Badanti depresse: «spaccate» tra Est e Italia

Badanti depresse: «spaccate» tra Est e Italia
Ricevi gratis le news
0
I medici dell’Ucraina l’hanno ribattezzata «sindrome italiana». È il disturbo depressivo di cui soffrono molte donne dell’Est europeo (non solo ucraine) una volta tornate in patria dopo aver trascorso molti anni nel nostro Paese a lavorare come badanti. A trattare questo problema, che sta assumendo proporzioni sempre più rilevanti, è il documentario-intervista «Sidelki - Badanti» della giovane regista di Bolzano Katia Bernardi, prodotto dall’assessorato alla Cultura della provincia autonoma di Trento, che sarà proiettato sabato alle 14.30 al cinema-teatro Edison di largo 8 Marzo (ingresso gratuito per tutti). 
Il documentario, girato in diverse città italiane e a Kiev, dura 50 minuti e raccoglie le testimonianze di numerose badanti che raccontano le proprie esperienze e sofferenze. Al termine della proiezione si terrà un dibattito, cui parteciperà la stessa regista. L’evento è organizzato dal circolo culturale «Nuove luci - Giorgio La Pira», dal Consorzio di solidarietà sociale e dalla cooperativa sociale «Dal mondo». Interverranno fra gli altri Maurizio Vescovi, presidente del circolo «Nuove luci - Giorgio La Pira», Augusto Malerba, presidente del Consorzio di solidarietà sociale, Danilo Amadei, presidente della cooperativa «Dal mondo», oltre a Ennia Bertozzi, Giuseppe Saglia e Stefania Re del circolo «Nuove luci».
«Per sindrome italiana - spiega Vescovi, medico e responsabile per Parma del progetto Isd (Italian study on depression) coordinato dall’Istituto Mario Negri Sud di Milano - si intende la sintomatologia depressiva (calo del tono dell’umore, tristezza esistenziale, perdita di energia e di visione nel futuro) che colpisce le donne ucraine e di altre nazionalità al loro rientro in patria. Nasce da un complesso intreccio di sentimenti: da una parte queste donne si sentono straniere in patria perché le lunghe assenze possono produrre lacerazioni nel loro mondo relazionale; dall’altra parte in queste donne che hanno soggiornato in Italia per lunghi periodi c’è anche una nostalgia per il nostro Paese, nonostante qui la loro vita sia spesso una vita “segregata”, perché l’assistenza a malati gravi e spesso gravissimi, in molti casi dementi, comporta sacrificio, senza dimenticare che parliamo di donne che spesso in patria erano magari maestre o ingegneri». A determinare il nucleo principale della «sindrome italiana» che si manifesta quando le badanti rientrano nel proprio Paese, aggiunge Vescovi, «è il senso di colpa per aver lasciato affetti importanti, come i figli ancora bambini, i mariti, i compagni, i genitori che hanno età analoghe a quelle degli anziani che assistono qui in Italia». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

DOMENICA 1

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

1commento

anteprima

Una domenica di incidenti sulle strade (e non) del Parmense

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

8commenti

meteo

L'autunno debutta col caldo, ma da martedì temperature in calo

Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

5commenti

viabilità

Chiuso per un giorno il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

12commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

6commenti

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

TENDENZE

Nuovi alimenti: presto i primi prodotti sul mercato. Ma non vedremo i grilli nel piatto

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno