17°

29°

Parma

I pm di Palermo riascolteranno le telefonate di Perla Genovesi a ministri e politici

I pm di Palermo riascolteranno le telefonate di Perla Genovesi a ministri e politici
Ricevi gratis le news
17

Ci sarebbe stato un filo diretto fra Perla Genovesi, la 32enne parmigiana arrestata per spaccio di droga nel luglio scorso, e Arcore.  Lo sostiene "Il Fatto Quotidiano", che dice di aver visionato i tabulati telefonici della donna.   Sono 48 in quattro anni - si legge nell'articolo di Marco Lillo - i contatti  in entrata e in uscita, tra telefonate e sms con "l'utenza intestata all'immobiliare Idra (società proprietaria di gran parte delle ville di Berlusconi)" (..).  "Quel numero era stato rinvenuto tanti anni fa nella memoria del cellulare di Marcello Dell'Utri come recapito riservato per contattare l'amico Silvio", si legge. La Genovesi, però, al centralinista avrebbe chiesto di Sandro Bondi.  Dai tabulati risulterebbero poi diversi contatti fra la donna e Sandro Bondi e Renato Brunetta.

SARANNO RIESAMINATE LE TELEFONATE DELLA GENOVESI A MINISTRI E POLITICI. La Procura di Palermo riascolterà tutte le telefonate fatte a ministri e politici dall’ex assistente parlamentare del senatore del Pdl Enrico Pianetta, la parmigiana Perla Genovesi, arrestata nell’ambito di un’inchiesta su un narcotraffico internazionale.
L’esame delle chiamate, stralciate dall’indagine perché a un primo ascolto ritenute penalmente irrilevanti dai pm Marcello Viola e Gery Ferrara, è stato delegato ai carabinieri che risentiranno tutte le conversazioni e ne trascriveranno il contenuto. Fra le utenze contattate c'è anche quella del premier Silvio Berlusconi ad Arcore.
La decisione di riascoltare le chiamate della donna che, secondo una prima impressione degli inquirenti si sarebbe, però, limitata a tenere i contatti tra il senatore Pianetta e gli esponenti politici, è stata presa dalla Procura per fugare ogni dubbio su possibili coinvolgimenti di politici nel traffico di droga.

LE NUOVE RIVELAZIONI AI PM: "UN'AGENZIA VENDEVA LE CANDIDATURE" - L'ex assistente del senatore del Pdl Enrico Pianetta, che ha fatto ai magistrati il nome di Nadia Macrì, la escort che avrebbe avuto rapporti sessuali a pagamento con il premier, nel suo lunghissimo interrogatorio ai magistrati di Palermo ha raccontato anche del «mercato» delle candidature elettorali: una sorta di compravendita che sarebbe ruotata attorno a un’agenzia pubblicitaria in cui lavorava il figlio del senatore Marcello dell’Utri. Da cui è arrivata un’immediata smentita.
«Resto allibito, ma purtroppo – ha dichiarato il senatore Dell’Utri – non mi stupisco data la fonte, nel leggere dalle agenzie di stampa questa nuova propalazione di veleni attraverso la pubblicazione di verbali nei quali sono raccontate delle assolute falsità, delle quali dovranno rispondere non solo gli autori ma anche coloro che le diffondono impunemente».
Secondo la donna, arrestata a luglio nell’ambito di un’inchiesta sul narcotraffico, l’agenzia avrebbe gestito il commercio delle candidature. Perla sostiene di averlo saputo da una persona, di cui non ricorda il nome, il cui figlio avrebbe lavorato con il rampollo del senatore. «Mi riferì praticamente - dice la collaboratrice di giustizia – che quelli che volevano una candidatura buona pagavano dai 150mila euro più o meno». «Mi sfugge il nome dell’agenzia che è sicuramente conosciuta. - prosegue – E' un’agenzia pubblicitaria dove praticamente facevano risultare questi soldi come una campagna elettorale per il politico. Sui soldi si poteva trattare, si poteva scendere anche a 100 dipendeva dalla candidatura, da quanto poteva essere buona». Secondo la Genovesi, il denaro di volta in volta sborsato dall’aspirante parlamentare, veniva in minima parte impiegato lecitamente, per la campagna elettorale: ad esempio per l’allestimento dei cartelloni. Il resto, sarebbe stato, invece, il corrispettivo versato in cambio dell’inserimento nella lista. «Il figlio di Dell’Utri lavorava in questa agenzia, però comunque c'erano molti ragazzi che lavoravano per dell’Utri – racconta – e allora dissi al senatore (Pianetta - ndr) che c'era questa possibilità, che avrebbe dovuto pagare sui 100-150mila euro. Lui era un taccagno. Non lo vidi interessato. Aveva l’atteggiamento di chi non ha nessuna intenzione di spendere quei soldi, ma come se sapesse che lui non ne aveva bisogno, come se fosse abbastanza ammanicato per avere un’altra candidatura senza pagare». Sulla destinazione del denaro la donna non ha dubbi: «I soldi – dice – andavano al partito. Alla fine veniva pagata la candidatura. Era un’agenzia che faceva capo comunque a Dell’Utri o a Forza Italia». E anche sull'illiceità dell’operazione la Genovesi sembra avere le idee chiare: «Sarebbe stato legittimo - spiega – se uno decideva di investire questi soldi per una campagna elettorale. E invece era per avere la candidatura principalmente». L'investimento, sempre a dire dell’ex assistente parlamentare, che ben conosce i meccanismi della legge elettorale in vigore che «premia» i primi in lista, andava sempre a buon fine. «La campagna pubblicitaria era una conseguenza, – conclude – anche perchè se loro mi davano una candidatura in una buona posizione non servivano i voti perchè entravano comunque poi a far parte dei senatori. Insomma per come è la legge elettorale non e più tanto in base ai voti ma in base alla posizione nella lista».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    11 Novembre @ 10.15

    "La capacità di procreare delle donne musulmane"??? Cos'è? li fanno in batteria? "Infedeli che hanno favorito il Profeta?" Ma che cavolo dici? :D Smettiamola con queste esternazioni. Definiscono solo chi le dice.

    Rispondi

  • valerio

    11 Novembre @ 09.16

    Caro 911, con me sfondi una porta aperta sul fatto del senso di vomito che mi procura l'attuale classe politica, soprattutto quella che "governa" (si fa per dire...) attualmente. Ma bastasse non andare a votare per risolvere la questione! Anzi, ritengo che tutti quelli che "stoicamente" si celebrano "non votanti" e lo proclamano pubblicamente quasi a dire "io sì sono nel giusto!" facciano solo il gioco di questa classe politica. Mica ci vuole il quorum del 50% per governare.....

    Rispondi

  • Cristian

    11 Novembre @ 08.55

    Bei tempi ,quando si andava a scuola, eh Perla. Ci si divertiva in altro modo. Chi l'avrebbe detto........ne hai fatta di strada. Mi spiace, ma devi pagare per i tuoi errori. Ciao.

    Rispondi

  • marco

    10 Novembre @ 23.33

    Non dimenticherò mai, una volta caduto l'imbarazzante personaggio (che la storia sicuramente relegherà nell'angolo dei malviventi piuttosto che in quello degli statisti), il sostegno datogli per 16 anni da confindustria e mondo cattolico. 16 anni di applausi adoranti ad uno dal quale stanno ora tutti prendendo (alla buon'ora) le distanze come da un appestato. L'ipocrisia dilagherà in video e inchiostro.

    Rispondi

  • pier luigi

    10 Novembre @ 22.17

    Caro 911 delle 14.53 i nostri 'vecchi' hanno combattuto per vedere che la Costituzione ci desse la possibilità di vivere in democrazia, ma quanto pensi durerà questa Costituzione con le idee dei progressisti e dei finini e data la capacità di procreare delle donne musulmane, ci confineranno in poco tempo in una minoranza e allora la nostra Costituzione terminerà di funzionare, ma tutto ciò a napolitano e soci non interesserà più, loro sono nei libri di storia ma non ci rimarranno se non per parlare di loro come infedeli che hanno favorito il Profeta, e non dimentichiamo che il quoziente familiare favorirà le famiglie numerose di cui sopra.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso

PGN

Scurano, tuffi e bagni di sole nello scenario del Fuso Foto

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Incidente Autocisa

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

Tizzano

La Regione risponde su Capriglio: "Nessun ritardo, lavori per 1,2 milioni"

via bixio

La casa dello spaccio con le dosi cucite nelle lenzuola: tre arresti grazie ai residenti "sentinella" Video

2commenti

12 tg parma

Presto il via libera al taser anche a Parma. Ma la polemica sicurezza continua Video

1commento

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

colorno

Botte e minacce alla moglie per costringerla a rapporti sessuali: arrestato Video

1commento

Fontevivo

«Grattato» il parmigiano: giallo alla Festa dell'Uva

storia

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

VIABILITA'

Via Europa, insieme al cantiere partono anche i disagi

3commenti

SERIE A

Parma, che tour de force

FIERA

Il Salone del Camper di Parma si è chiuso con 130mila visitatori

arte

Complesso della Pilotta, apre la nuova biglietteria: e i primi 100 entrano gratis

STAZIONE

Sfilò 15 euro a un giovane e lo aggredì, condannato

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

13commenti

GAZZAREPORTER

Via Roncoroni, collage di rifiuti abbandonati... Foto

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

sentenza

Caso Maugeri, in appello si aggrava la condanna a Formigoni per corruzione: 7 anni e 6 mesi

ROMA

Detenuta lancia dalle scale i figli: avviato l'iter della morte cerebrale per il secondo bimbo

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

migranti

Thuram: "Se fossi italiano mi vergognerei di Salvini"

2commenti

natura

Sarà un autunno da record per la raccolta di funghi in tutta Italia

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design