13°

26°

san leonardo

Le parole strazianti del padre "Chiedo scusa a tutti"

Le parole strazianti del padre "Chiedo scusa a tutti"
Ricevi gratis le news
0

«Chiedo scusa per quanto accaduto». Sono poche e strazianti le parole di Fred Nyantakyi. «Chiedo scusa a via San Leonardo e al palazzo». Stringe un fazzoletto di carta nel pugno, annuisce in segno di gratitudine ad ogni pacca sulla schiena, abbassa gli occhi e si concede ad ogni abbraccio: è lui il papà della famiglia sconvolta dal duplice omicidio di martedì, in cui sono morte Patience Nfum e la piccola Magdalene.

Ha perso moglie e figlia per mano del secondogenito Solomon, papà Fred, eppure si scusa. E ringrazia. «Grazie Italia, grazie città di Parma, grazie a tutti voi che siete qui». La sua voce è un filo in un megafono: circondato da una folla di persone, è in strada a fare i conti con una vita sconvolta. Solo 48 ore fa era a Londra, dove stava tentando di costruire un futuro migliore per sé e la sua famiglia: ora è tornato a Parma e la sua famiglia è distrutta. Eppure si scusa. Eppure ringrazia. La comunità ghanese e tanti cittadini di Parma ieri sera hanno preso parte alla fiaccolata organizzata in poche ore da alcune associazioni del territorio per manifestare vicinanza alla famiglia Nyantakyi e dire no ad ogni forma di razzismo.

A guidare il corteo che dalla chiesa di San Leonardo si è spinto fino all’abitazione teatro della tragedia, proprio il padre. Un prolungato Alleluia lo accompagna, insieme a centinaia di amici e concittadini. In una mano la candela, l’altra curva a proteggerne la fiamma. Riesce a trattenere la disperazione quasi sino all’arrivo, Fred, ma di fronte alla porta del palazzo al civico 21 non ce la fa più e scoppia in un pianto silenzioso che sgretola il cuore. Tende la mano e appoggia un cero sotto i tanti biglietti che i vicini e gli amici di Maddy hanno voluto lasciare sulla porta.

«So che da qualche parte, là in alto, ci state guardando, Angeli» recita un cartoncino giallo. E così sussurra un’amica che si avvicina al papà, nel tentativo di donare una parola di aiuto. «Lo sai dove sono ora, sono con Dio». Tra i primi a fare le proprie condoglianze al padre, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti, presente con molti fra assessori e consiglieri comunali. «Mi fa piacere essere qui per far sentire la vicinanza mia e dell’intera città alla famiglia e a tutta la comunità ghanese – ha spiegato il primo cittadino-. Parma è partecipe del vostro dolore: non esistono distinzioni. Siamo qui per voi».

Il presidente della comunità ghanese di Parma, Emanuel Femi, lancia l’invito ai suoi connazionali perché domenica si radunino in stazione, per decidere insieme alla famiglia come organizzare il funerale di Patience e Maddy.

«Noi ghanesi siamo brave persone, lavoratori» sottolinea. Nel caldo torrido di un giovedì sera fatto di lacrime e grida, il traffico si fa paziente e la massa di persone che affolla la strada è un tutt’uno con le case, i marciapiedi e i bar dai quali i clienti escono a con lo sguardo basso per prendere parte al dolore. «Il dramma ha colpito una famiglia straniera che stava compiendo il proprio percorso d’integrazione – commenta Mounia Elfasi, dell’associazione Donne di qua e di là -. Quello che non posso fare a meno di chiedermi, in queste ore, è perché nessuno abbia ascoltato i silenzi di quel ragazzo».

«Non c’è un noi o un loro – aggiunge -. Questa è una tragedia di tutta la città». In tanti, poi, ci tengono a far arrivare le proprie parole a papà Fred: pensieri di solidarietà, partecipazione, condivisione. Amici, come sconosciuti: ciascuno a suo modo, anche solo con una presenza raccolta, contribuisce a scrivere un messaggio ben preciso: la violenza, così come la solidarietà, non ha colore.

Tra le varie realtà che hanno collaborato al passaparola che ha reso possibile l’abbraccio collettivo di ieri sera, oltre alla comunità ghanese di Parma, anche: Non una di meno, Consulta dei popoli del Comune di Parma, comunità senegalese, associazione Scanderbeg della comunità albanese, W4W Donne per le donne, Donne di qua e di là, associazione Mani, Centro Interculturale, Ciac, Coordinamento e solidarietà, Voce Nuova Tunisina, Agedo, L’Asterisco, Maschi che si immischiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

Foto dal profilo Twitter di Shalpy

TELEVISIONE

Shalpy fa polemica con Fabio Fazio: "Mi invita ma non mi fa cantare"

1commento

Mostra Sex & revolution

FOTOGRAFIA

"Fate l'amore senza paura!": dai libri al porno, un tuffo negli anni della rivoluzione Video Foto

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

musica

Vasco Rossi: "Ecco perche' ho sempre detto no a Pavarotti"

3commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

IL VINO

Il «Troccolone» di Capitoni, il Sangiovese della festa

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: è grave

fidenza

Si sente male mentre è alla guida e provoca incidente: gravissimo 67enne

sfilata

Parma, 25 Aprile: tutti i colori della libertà Foto

carabinieri

Viale Mentana, arrestato con un etto di hashish il pusher dai mille nomi

1commento

MALTRATTAMENTI

Botte e minacce alla compagna anche davanti alla figlia: condannato

Fidenza

Addio a Pederzani, una vita per il calcio

La polemica

Concerto, via Farini chiusa: «Un danno per il commercio»

3commenti

festa

25 Aprile: un parmense di appuntamenti in piazza, in bici e in musica L'agenda

Concerto in città con Baustelle e Mara Redeghieri

striscioni

L'oltraggio di Forza Nuova al 25 Aprile

E la replica dei giovani del Centro Esprit

incidenti

Una moto a terra in A1 tra Fidenza e il bivio per l'A15: due feriti

Fidenza

Matilde Farnese, da barista ad attrice

L'ASTA

Il 9 maggio si saprà il destino del centro sportivo di Collecchio

parma calcio

Lucarelli e Munari, una camera per due

Polesine Zibello

Vuole i soldi per la dose e minaccia il padre con un coltello

Ticket

«Stangata» sulle cure per la psoriasi

Intervista

Baustelle: «Non archiviamo il 25 aprile»

FORNOVO

L'autobus degli studenti divorato dalle fiamme a Riccò Video

Scarpa e Pezzuto: "Sottovalutate le segnalazioni sulla vetustà e cattiva manutenzione dei mezzi"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il 25 aprile e la memoria perduta degli italiani

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Governo, quante baruffe. E l'interesse del Paese?

5commenti

ITALIA/MONDO

SISMA

Forte scossa di terremoto in Molise: 4.2

tragedia

Morto bimbo di 4 anni ricoverato Modena, cause da chiarire

SPORT

CHAMPIONS

La Roma si sveglia tardi: il Liverpool vince 5-2

Gallery sport

Sbk di nuovo a Imola. La madrina? Aida Yespica Fotogallery

SOCIETA'

NAPOLI

Scheletro di bimbo negli scavi di Pompei. Il direttore: "Grande scoperta"

gusto light

La ricetta "green" - Insalatona di cetrioli con mele e noci

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Mercedes Classe A: come uno smartphone

LA NOVITA'

Lamborghini, ecco Urus: un toro travestito da Suv

1commento