10°

23°

Parma

Autobus: l'anno nuovo porterà il rincaro dei biglietti

Autobus: l'anno nuovo porterà il rincaro dei biglietti
Ricevi gratis le news
9

La Regione ha deciso un aumento dei biglietti dei bus del 20%: il prezzo dovrebbe passare da 1 euro a 1,20 euro. Dal 2011 saranno più "salati" anche i trasporti extraurbani. L'aumento a Parma però potrebbe essere più contenuto: lo ha detto ieri il sindaco Pietro Vignali presentando le telecamere per la videosorveglianza sui nuovi autobus. «Ancora non si sa, però, di quanto aumenterà il prezzo su Parma - specifica il sindaco -. A partire dalla prossima settimana daremo il via a un complesso lavoro di valutazione, nel tentativo di contenere il più possibile il rincaro».

IL COMUNICATO DELLA REGIONE. I tagli drastici del governo (70 milioni di euro l’anno) sul trasporto pubblico locale compensati all’80%. Arginato l’effetto della manovra finanziaria nazionale, con una riduzione in Emilia-Romagna dei servizi ferroviari inferiore al 3%, e al di sotto del 5% per i bus. È in estrema sintesi quanto viene stabilito dal “Patto per il trasporto pubblico regionale e locale 2011-2013”, frutto di un Tavolo istituzionale indetto dalla Regione con l’obiettivo di formulare una soluzione concordata tra le parti per mantenere, da un lato, l’equilibrio economico del sistema di trasporto pubblico e, dall’altro, garantire una risposta efficace alle esigenze di mobilità dei cittadini.

«Non intervenire sui tagli del governo - ha spiegato l’assessore alla Mobilità e Trasporti della Regione Alfredo Peri - avrebbe significato, per i servizi del trasporto pubblico dell’Emilia-Romagna, oltre un 20% in meno. Uno scenario per noi inaccettabile: vogliamo mantenere qualità e quantità, tanto più che negli ultimi anni i servizi li abbiamo aumentati. Per questo - ha aggiunto Peri - abbiamo chiamato tutti i soggetti del settore, anche i comitati degli utenti, attorno a un Tavolo, proponendo un criterio: che ognuno faccia un ‘pezzo’ di lavoro, dia un contributo, in modo da ridurre il più possibile il danno della manovra estiva del governo, approvata in via definitiva ieri».
L’esito del Tavolo è un’intesa, un “Patto per la mobilità, che sigleremo lunedì, straordinariamente positivo alle condizioni date. In base al Patto la Regione andrà all’Assemblea legislativa di bilancio proponendo di ridurre dell’80% il taglio nazionale e quindi stanziando ogni anno 50 milioni di euro sui 70 tolti dal governo».

Complessivamente l’effetto della manovra di governo produrrà una riduzione dei servizi ferroviari inferiore al 3% (al posto dei treni verranno messi dei bus sostitutivi) e al di sotto del 5% per i bus. Le riduzioni riguardano le linee meno frequentate e i giorni festivi. Per quanto riguarda il personale «ci siamo confrontati con le aziende - ha sottolineato l’assessore -. Riusciremo a non produrre esuberi nei prossimi tre anni».
Tutti i bacini provinciali, a loro volta, si sono impegnati a contribuire alla compensazione dei tagli adeguando le tariffe per i servizi su gomma, e quindi portando il biglietto di corsa semplice da 1 euro a 1,20 (a partire da gennaio 2011); inferiore (+3%) sarà l’incremento sugli abbonamenti, in un’ottica di salvaguardia della fidelizzazione del servizio. Non verranno invece ritoccate le tariffe ferroviarie, già adeguate nello scorso mese di agosto.

«Per il periodo 2011-2012-2013 - ha ribadito Peri - destineremo oltre un miliardo di euro di risorse correnti per il servizio ferroviario regionale e per il trasporto pubblico locale. Abbiamo rispettato le priorità ribadite dal presidente Errani: welfare, trasporto pubblico locale, servizi all’impresa».

IL PATTO SULLA MOBILITA' IN SINTESI. Il Patto viene siglato da Regione, Province, Comuni capoluogo e con popolazione superiore ai 50mila abitanti, Anci e Upi (Unione delle Province Italiane) Emilia-Romagna, agenzie locali per la mobilità, società e imprese di trasporto pubblico, associazioni di categoria, imprese ferroviarie, sindacati confederali e del settore dei trasporti.

Con il Patto la Regione si impegna a stanziare, per il triennio 2011-2013, oltre 384 milioni di euro di risorse correnti per il servizio ferroviario regionale e quasi 752 milioni di euro per il trasporto pubblico locale. La Regione si impegna inoltre ad attivare confronti per accelerare i processi di aggregazione, mantenendo un adeguato “presidio” del territorio e un’integrazione dei servizi comuni.

Gli enti locali si impegnano a confermare, per quanto possibile, per il triennio 2011-2013 le contribuzioni medie destinate al trasporto pubblico locale nel periodo 2007-2010 e ad accompagnare la compensazione dei tagli governativi ritoccando le tariffe e adottando i nuovi titoli di abbonamento integrato Stimer “Mi muovo Mese” e, per Bologna, l’abbonamento annuale integrato con uso urbano della ferrovia nonché i titoli integrati Stimer di corsa semplice.

Le agenzie locali per la mobilità si impegnano a razionalizzare e ottimizzare i servizi e a realizzare, dove possibile, i più efficaci ed efficienti livelli di integrazione modale e tariffaria.

I gestori del trasporto pubblico locale si impegnano a individuare ogni possibile percorso di maggiore efficienza ed efficacia, così come indicato nell’Atto di indirizzo in tema di aggregazioni e processi di industrializzazione; a mantenere l’età media del parco veicoli, anche mediante la sostituzione o quanto meno l’accantonamento dei mezzi più obsoleti e inquinanti; a completare l’avvio delle tecnologie di tariffazione elettronica e di infomobilità; a intensificare i controlli per contenere l'evasione tariffaria.

Le aziende ferroviarie si impegnano ad adottare ogni iniziativa utile per garantire l’efficienza, la razionalizzazione e il miglioramento dei livelli di qualità dei servizi.

FUSIONE TRA FERROVIE E TRASPORTI URBANI. I consigli di amministrazione di Atc e Fer hanno deliberato il 22 novembre scorso il progetto di fusione fra le due società, al termine del quale Fer resterà proprietaria delle infrastrutture ferroviarie, mentre nascerà una nuova società per fusione di Atc e Fer trasporti che unificherà il servizio urbano ed extraurbano di Bologna e Ferrara con i servizi ferroviari e automobilistici esercitati da Fer nei bacini di Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara e Rimini.
«L’obiettivo a cui stiamo lavorando - ha spiegato Peri - è realizzare la prima azienda plurimodale (tra ferro, gomma, merci e altri servizi) nel Paese. Si tratta di un’operazione unica: la rete infrastrutturale avrà una propria società – dove la Regione manterrà la quota di maggioranza, a garanzia di tutti i gestori – distinta da quella dei servizi».
Le quote della società di gestione dei servizi saranno così ripartite: 49% della Regione, 30% del Comune di Bologna, 19% della Provincia di Bologna, 1% di Act Reggio Emilia. La fusione ha come obiettivo quindi la creazione di un soggetto industriale di grande rilevanza nel mercato del trasporto pubblico locale. Un soggetto di dimensioni, presenza e copertura territoriale tali da consentire l’ottimizzazione delle risorse, di creare valore da reinvestire per il miglioramento dell’offerta e di perseguire l’innovazione dei servizi con un’offerta di trasporto intermodale articolata e diversificata. Le aree di attività della società frutto della fusione tra Atc e Fer coprono infatti diversi segmenti del settore del trasporto, da quello automobilistico a quello ferroviario passeggeri e merci, fino alle attività di noleggio, ai servizi automobilistici dedicati, gestione della sosta e gestione dell’attività di terra negli impianti ferroviari.

Il valore della produzione atteso della nuova società, che potrà contare su oltre 2.700 dipendenti, si aggirerà intorno ai 260 milioni di euro. Con i suoi circa 1.350 bus, per la nuova società si stima una percorrenza iniziale annua attorno a 52 milioni di chilometri; 5,3 milioni di chilometri, invece, quelli effettuati per il trasporto passeggeri in ambito ferroviario, grazie a circa 150 veicoli ferroviari. I chilometri annui previsti per il trasporto merci sono inizialmente circa 600.000, con la prospettiva di una forte crescita nel prossimo triennio. Questa fusione risponde alle indicazioni fornite dall’Atto di indirizzo triennale in corso di approvazione da parte dell’Assemblea legislativa regionale e riconfermate dal Patto per il trasporto pubblico locale, ed è successiva a operazioni analoghe e già effettive, come l’assorbimento dell’azienda ferrarese da parte di Atc, l’ingresso di Fer nella società di Modena, l‘aggregazione delle tre aziende pubbliche romagnole in Start Holding. Sono in corso anche verifiche per l’aggregazione delle aziende di Modena e Reggio.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lo

    10 Dicembre @ 21.22

    MA NON E' MEGLIO CHE SI FACCIANO DARE I SOLDI DAL PARMA FC. INVECE DI AUMENTARE I BIGLIETTI? MAGARI FRA QUALCHE MESE LA TEP PAGA PURE IL PULLMAN NUOVO AL PARMA VERO? E I LAVORATORI? GLI STUDENTI? I CITTADINI? BE CON GLI AUMENTI E I TAGLI ALLE LINEE CONTRIBUIRANNO ALL'ACQUISTO DI QUESTO NUOVO PULLMAN.

    Rispondi

  • luca

    10 Dicembre @ 19.46

    nonostante questo (quasi) sicuro rincaro del biglietto del bus,spostarsi con lo stesso, sarà sempre piu' economico che spostarsi in macchina.... con la benzina alle stelle e parcheggi (e righe blu) cari come il chinino....

    Rispondi

  • luc

    10 Dicembre @ 18.00

    Ohhhh meno male, finalmente la Tep ha deciso di far cassa in modo tradizionale e non attraverso spericolate manovre di alta finanza che come ben sappiamo non hanno certo avuto esiti brillanti. Chissà, magari con l'aumento del biglietto riusciranno finalmente a reperire le risorse finanziarie per riparare la serratura della porta (lato autista) di uno dei minibus usati per il trasporto giornaliero degli alunni che da mesi,in diverse occasioni, ha dato non poche preoccupazioni all'autista del minibus stesso.....e non solo a lui.......

    Rispondi

  • max

    10 Dicembre @ 17.16

    E la crisi viene pagata sempre dalla povera gente

    Rispondi

  • parmense doc

    10 Dicembre @ 17.13

    Sarebbe oira che si lottasse SERIAMENTE contro l'evasione...mi spiego: possibile che a Londra SE NON HAI IL BIGLIETTO NON SALI?? sono stanco di vedere che ogni volta sul bus salgono i controllari e trova 5-6 extracomunitari senza biglietto, e qualche volta anche qualche studente nostrano...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

compleanno

Bruce Springsteen, oggi il Boss compie 69 anni

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Notiziepiùlette

Giulia: «Volate oltre l'odio»
Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

3commenti

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

CALCIO

Gervinho non ricorda Tino?

1commento

COLORNO

Tortél Dóls, il sindaco contrattacca la Confraternita

gazzareporter

La segnalazione: "Capolinea del bus davanti a passo carrabile?"

Mariano

«Via Parasacchi, pericolo erbacce»

libri

Jeffery Deaver, il maestro del thriller americano  torna a Parma

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

incidente

Schianto a Vicopò: viabilità nel caos, si attivano i residenti (che protestano)

2commenti

Triathlon

Stratosferico Zanardi: record mondiale arrivando quinto (battendo 3mila normodotati)

evento

70 anni di Uisp: lo sport "esplode" in Cittadella Le foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

LA PEPPA

La ricetta - Mini budini salati

ITALIA/MONDO

terrore a chieti

Violenta rapina in villa: tagliato il lobo dell’orecchio alla donna, «Peggio di Arancia Meccanica»

Reggio

Si schianta il deltaplano. Due feriti. Donna ricoverata al Maggiore

SPORT

Pallavolo

Battuta l’Olanda 3-1. La Polonia è l'ultima qualificata della Final-Six

5a giornata

Ancora Ronaldo: Juve a punteggio pieno. Roma ko, Milan pari. E quel Parma lì... Risultati, classifica

SOCIETA'

l'indiscrezione

Versace in vendita a un gruppo americano?

il caso

Bennett in tv: "Asia? La chiamavo mamma. Lei mi ha violentato"

1commento

MOTORI

SERIE SPECIALE

La Mini Countryman imbocca... Baker Street

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno