18°

30°

Parma

Blocco studentesco: protesta con manichini impiccati

Blocco studentesco: protesta con manichini impiccati
Ricevi gratis le news
7

  'Studenti fuori sede? Impiccati!'. E' lo slogan utilizzato dal Blocco Studentesco Università di Parma (CasaPound) per 25 manichini 'impiccatì sistemati in diverse sedi universitarie, dal Campus a Giurisprudenza, fino a Economia e Psicologia, «a simboleggiare – spiega Filippo Burla, responsabile provinciale del Blocco Studentesco Università – la situazione in cui si trovano gli studenti fuori sede residenti in città».

 
«L'azione vuole sensibilizzare le istituzioni sulle condizioni abitative degli studenti dell’Università di Parma, spesso costretti a circostanze insostenibili – prosegue Burla - come dimostrato dal dossier informativo da noi recentemente realizzato. È inaccettabile che una città che fa del suo Ateneo un vanto storico permetta che non vi sia alcun controllo sulla situazione degli studenti fuori sede: affitti in nero e canoni fuori mercato sono solo la punta dell’iceberg di una situazione per molti tratti insostenibile. Chiediamo un controllo da parte delle autorità preposte per evitare speculazioni e garantire il diritto allo studio: un concetto con cui troppi si riempono la bocca, ma per il quale ben poche sono le iniziative proposte e ancora meno quelle realizzate». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • katiatorri

    13 Dicembre @ 18.31

    "ma queste pagliacciate le fate sempre e solo di notte ?o leoni,sono mesi che altri dicono e fanno su questi temi,troppo comoda agganciarsi alle lotte di nascosto quando altri,gli studenti in questo caso,di giorno,alla luce del sole ,ci han già messo faccia e sudore"

    Rispondi

  • Nicola

    13 Dicembre @ 16.25

    X Senzanome....è si giusto poveretti tornate a casa e non studiate più; poi quando si avrà bisogno di gente preparata per rilanciare l'economia cosa facciamo?? la scuola e le università nel periodo di crisi dovrebbero essere le ultime ad essere messe in difficoltà, da li escono le persone che ci portano fuori dalla crisi con la loro preparazione

    Rispondi

  • francesco brundo

    13 Dicembre @ 16.21

    si, è meglio che rimani "senzanome"" ...non conosci neppure te stesso ! Quelli di Casa Pound sono gli unici che dicono una bella verità, amara ma verità, un'appartamento affittato a 1200 euro, questa èla verità se vuoi fare l'università a Parma, città democratica e antifascista ! ma davanto ai soldi, se lo dimenticano !!!

    Rispondi

  • Federica

    13 Dicembre @ 15.33

    hanno ragione!!di solito gli studenti si trovano a pagare affitti in nero e non c'è nessun controllo!!

    Rispondi

  • Ettore Musini

    13 Dicembre @ 12.19

    Perche' il Sig. Burla, invecie di fare casino, non presenta, a chi di dovere, denuncia con nome e cognome di chi crea queste situazioni illegali ?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

ITALIA/MONDO

SPORT

SOCIETA'

MOTORI