18°

29°

Parma

Il piccolo campus dell'Europa: posta la prima pietra, nel 2012 sette edifici

Il piccolo campus dell'Europa: posta la prima pietra, nel 2012 sette edifici
Ricevi gratis le news
10

Comunicato stampa 
 

Con la posa della prima pietra, prendono il via oggi i lavori per la realizzazione della nuova Scuola per l’Europa, che ospiterà circa 900 alunni, sia figli dei dipendenti Efsa che risiedono in città che bambini e ragazzi di Parma. L’obiettivo è quello di creare, attraverso un percorso scolastico dalle scuole materne alle superiori, un luogo di apprendimento che sia punto di incontro tra il patrimonio culturale dell’Unione Europea e quello locale.
I lavori, affidati all’Ati (associazione temporanea tra imprese) che comprende le società Co.Ge – Costruzioni Generali di Parma (mandataria) e Unieco di Reggio Emilia (mandante), dovrebbero concludersi entro la primavera del 2012, garantendo dunque l’operatività della scuola per l’anno scolastico 2012/2013.
Il costo complessivo dell’opera sarà di circa 30 milioni di euro (29 milioni e 500 mila euro per l’esattezza), importo in gran parte finanziato grazie a contributi statali.
 
Il progetto
La nuova scuola sorgerà nella zona del Campus universitario, precisamente su un’area di 86 mila metri quadrati ad est degli edifici universitari e sarà facilmente raggiungibile da ogni parte della città grazie all’immediato accesso alla tangenziale. La struttura, che risponde ai requisiti dell’Unione Europea per gli insediamenti scolastici, sarà organizzata come un piccolo “campus”. Al suo interno ospiterà una scuola materna, una elementare, medie inferiori e superiori.
Gli edifici in tutto saranno sette, riuniti in una specie di chiostro, pensato per garantire percorsi coperti fra le varie strutture e per dare un senso di unitarietà al progetto. Ogni ciclo scolastico disporrà di una struttura propria e negli altri immobili troveranno spazio i locali della direzione, la biblioteca, un auditorium, una palestra e una mensa da 400 posti. Nell’area che ospiterà la scuola, gli spazi verdi verranno armonizzati con le strutture architettoniche.
E’ stato inoltre predisposto un progetto per un ipotetico ampliamento della struttura in un prossimo futuro, che prevede spazi per poter accogliere circa 1200 studenti.
I bambini che frequenteranno la materna saranno suddivisi in 5 sezioni per due anni di corso, mentre gli alunni della elementare, media inferiore e superiore avranno a disposizione tre sezioni per ogni anno di corso.
Il percorso di apprendimento avverrà in tre lingue: inglese, francese e italiano. Saranno inoltre realizzati dei laboratori linguistici per fare in modo che gli alunni stranieri approfondiscano la conoscenza della propria lingua d'origine.
 
L’Ati che realizzerà la scuola ha offerto un rialzo dell’1% rispetto al prezzo posto a base d’asta per l’alienazione dell’ex scuola Pascoli, in viale Saffi, e ha garantito uno sconto sui lavori dello 0,75% rispetto ad un iniziale 0,5%.
L’impresa effettuerà inoltre migliorie sulla nuova palestra in legno, sull’arredo dell’auditorium con l’installazione di 300 poltroncine, sul potenziamento dell’impianto per la produzione di acqua calda e sull’aumento dei pannelli fotovoltaici installati.
 
Le dichiarazioni
“Si tratta di un’opera complessa e imponente – afferma il sindaco Pietro Vignali – composta da 7 edifici. Sarà una sorta di Campus dell’istruzione che ospiterà l’intero ciclo scolastico, dalla scuola materna alle superiori. Questa struttura, insieme alla nuova sede Efsa, alla cui inaugurazione, prevista a settembre, abbiamo invitato il presidente della Repubblica, e alla scuola di alta formazione, farà diventare Parma un polo europeo della sicurezza alimentare”.
 
“La nuova scuola europea – spiega il direttore esecutivo dell’Efsa Catherine Geslain-Lanéelle – rappresenta un progetto importantissimo per l’Efsa perché consente di ottenere anche ai bambini italiani che vivono a Parma una educazione di alto livello e di una preparazione riconosciuta in tutta Europa. Mi complimento con il sindaco Vignali per la sua azione e supporto efficace a favore di tutti questi importanti progetti”.
 
“Oggi non posiamo una pietra – rimarca il vicesindaco Paolo Buzzi – ma costruiamo una speranza per i nostri giovani. Con questo passaggio si conclude un iter lungo e complesso che consente di realizzare una scuola di eccellenza a livello europeo. Abbiamo scelto questi spazi perché ci permettono di prevedere anche una possibile espansione della scuola in un prossimo futuro”.
 
 “Ringrazio tutti coloro che a vario titolo hanno permesso di arrivare a questo primo importante risultato – sottolinea Francesco Fochi, amministratore unico della Stu Authority – Il progetto è stato pensato per una possibile espansione futura della scuola che potrà arrivare a ospitare 1200 bambini, nel caso l’iniziativa, come tutti ci auguriamo, avrà grande successo”.
 
Caterina Veglione, direttrice della scuola europea, parla infine di “giornata stupenda” e ringrazia “chi ha contribuito a raggiungere questo primo importante traguardo”. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe

    21 Dicembre @ 17.44

    Condivido con chi dice che può essere un investimento però mi domando: " 30 Milioni di Euro, non potrebbero rimanere nella scuola parmigiana migliorandone la qualità strutturale, istallando pannelli fotovoltaici e soprattutto togliere quel maledetto amianto presente ANCORA in centinaia di plessi scolastici?? Facciamo una scuola per scopo edilizio o per scopo di interessi di pochi????

    Rispondi

  • bibi

    20 Dicembre @ 06.47

    Perchè continuano a chiamarla "scuola europea"? Non ha avuto questo riconoscimento. L'unica in Italia è quella di Varese. La differenza è sostanziale. questa scuola a tutti gli effetti è una scuola italiana con tutti i problemi che hanno ed avranno le scuole italiane. Non basta svolgere gli stessi programmi delle scuole europee per fregiarsi del titolo. Le scuole europee sono un'altra cosa.

    Rispondi

  • Augusta

    19 Dicembre @ 20.36

    Come faranno i bambini italiani a poter adire alla scuola europea? E' gratuita? Perchè se non lo è non mi sembra giusto spendere soldi pubblici che potrebbero servire per adeguare le scuole pubbliche a standard igienici (parlo, e con cognizione di causa, di gabinetti rimasti a oltre 30 anni fa) decenti. Anche in questo caso si darebbe lavoro all'edilizia e a tante famiglie!!!

    Rispondi

  • CEDRIC

    19 Dicembre @ 15.34

    E io pago!alla faccia della crisi!ancora una volta la giunta fa le cose solo per i ricchi!!!vergognatevi!!!

    Rispondi

  • Angelo

    19 Dicembre @ 13.43

    l'idea è bella, non c'è che dire...complessi nuovi, nuove possibilità di lavoro, mense,quindi operai che lavoreranno..però sinceramente credo che questa scuola europea non farà altro che aumentare i prezzi dell'edilizia, delle case...saliranno alle stelle ve lo dico io. parma diventerà tra qualche anno alla pari di roma e milano come prezzi di case...perchè più c'è lusso e più i prezzi aumentano, e peccato che il lusso però è di pochi....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arte e Gusto: il quarto compleanno, ecco le foto della festa

PGN

Arte e Gusto: il quarto compleanno, ecco le foto della festa

Sondaggio: qual è il miglior bar di Parma per l'happy hour?

GAZZAFUN

Sondaggio: 10 ristoranti di mare di Parma e provincia, vota il migliore!

Faraona ripiena - Ecco come renderla morbida

LA PEPPA

La ricetta Faraona ripiena - Ecco come renderla morbida

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pagamento degli stipendi: niente contanti dal 1° luglio

L'ESPERTO

Pagamento degli stipendi: niente contanti dal 1° luglio

Lealtrenotizie

Quella mail che inguaia Pizzarotti: il sindaco indagato per abuso d'ufficio

NOMINE

Quella mail che inguaia Pizzarotti: il sindaco indagato per abuso d'ufficio

DEA BENDATA

Gioca 2 euro e vince una casa nuova

Sosta

Rincari in vista per il parcheggio «Fleming»

LA STORIA

Salvatori dell'arte, quei parmigiani tra le macerie

Lutto

Soncini, la maglia crociata cucita addosso

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

FIDENZA

Classi spostate all'Itis, l'opposizione all'attacco

Colorno

Voleva farla finita gettandosi dal ponte: 45enne salvato dai carabinieri

Ritrovato

Il padre di Cristopher: «Grazie a tutti»

scomparso

Cristopher ritrovato in una ex casa cantoniera di San Prospero Foto Video 

CARABINIERI

Furti sulle auto in sosta: arrestato un 23enne a Collecchio

2commenti

anteprima gazzetta

VinciCasa (Win for Life): 500 mila euro vinti da un parmigiano Video

calcio

Serie A e Coppa Italia: ecco le date ufficiali. Parma in campo il 12 agosto

CARABINIERI

Rapinarono un connazionale a Soragna: arrestati quattro indiani

I quattro uomini sono ai domiciliari e vivono a Soragna, Busseto, Guastalla (Reggio Emilia) e Castellucchio (Mantova)

Lutto

Addio a Ficini, storico pasticciere di via Bixio

calciomercato

Nell'anniversario di "Bologna 2005", il procuratore: "Dezi resta al Parma"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La magia di una vita (vera) al tempo dei social

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria Armanda» una gita per la tradizione della Liguria

ITALIA/MONDO

LONDRA

Brexit: nuova sconfitta per Theresa May ai Lord sul voto in Parlamento

violenza

"Branco" picchia e rapina 2 giovani in centro a Roma, 3 arresti

SPORT

RUSSIA 2018

L'Inghilterra batte la Tunisia all'ultimo respiro

share da record

Il 99.6% degli islandesi davanti alla tv per la nazionale

SOCIETA'

kansas City

Bimbo fa cadere un scultura , i genitori devono pagare 130mila euro Video

IL CASO

Pesce allevato o pescato? Stesso gusto, prezzo molto diverso, eppure...

1commento

MOTORI

RESTYLING

Toyota: la urban car Aygo si rifà il trucco

NOVITA'

Land Rover Discovery, nuovo motore diesel V6 3.0 litri