17°

27°

Parma

Sant'Ilario - Vignali: "Parma sa come uscire dalla crisi"

Sant'Ilario - Vignali: "Parma sa come uscire dalla crisi"
Ricevi gratis le news
9

Parma celebra il Patrono Sant'Ilario. E lo fa, come tradizione, in Municipio, con la premiazione dei parmigiani prescelti per Medaglie d'oro e attestati di benemerenza. Ma prima di questo finale festoso, c'è l'altrettanto tradizionale discorso del sindaco, con il punto sulla situazione della città e sulle sue prospettive.

Fuori dalla sala del Consiglio comunale, dove si è svolta la cerimonia, sono arrivati numerosi membri dell'associazione Gestione corretta rifiuti: hanno portato striscioni per manifestare, in modo pacifico ma visibile, la contrarietà del gruppo al progetto del termovalorizzatore e lo slogan "rifiuti zero".
Il gruppo Gestione Corretta Rifiuti si dice insoddisfatto per il discorso del sindaco sui temi ambientali. Gcr chiede un consiglio comunale straordinario con esperti che illustrino gli effetti del termovalorizzatore sulla salute. Il sindaco spiega: «Bisogna dialogare e lo stiamo facendo. Se dovessimo scegliere oggi, probabilmente non decideremmo di realizzare il termovalorizzatore. Ma la scelta è stata fatta 10 anni fa e siamo in una fase molto avanzata». Guarda l'intervista a Gcr e a Vignali sul termovalorizzatore

L'elenco dei premiati

Interviste a chi ha ricevuto le medaglie d'oro e le benemerenze 2011

IL DISCORSO DI VIGNALI. Il sindaco Pietro Vignali, quest'anno, ha scelto di citare Robert Kennedy, ed ha esordito con le parole del messaggio oggi pubblicato sull'ultima pagina della Gazzetta: "Viviamo una stagione storica di cui ancora fatichiamo a cogliere la portata. ne usciremo con una grande lezione, quando avremo disimparato a leggere la storia attraverso i suoi processi materiali ed economici, e avremo imparato invece a leggerla atraverso i valori che animano le persone".

Il discorso ha toccato i temi al centro del dibattito politico e delle polemiche dei giorni scorsi. Il sindaco ha iniziato il discorso di S. Ilario, ricordando il dovere di compiere scelte anche difficili ma necessarie, come la rinuncia alla metropolitana: "Una scelta in cui anch'io ho creduto, ma che non era più possibile nell'attuale situazione economica. Rinunciare è stata una scelta giusta, anche se ha contrariato qualcuno". Vignali ha ricordato la necessità di operare i tagli di bilancio: sono stati fatti tagli alla cultura, seppur dolorosi, per non intaccare i servizi alla persona.

Vignali ha criticato una certa litigiosità fine a se stessa che si vede nella politica nazionale e che - fa capire - sta contagiando anche la politica ai livelli più bassi. "Anche alla politica locale non è stato risparmiato il peggio, la demonizzazione dell'avversario, una martellante campagna mediatica alimentata da gossip, velate minacce, offese alla dignità delle persone, calunnie e insinuazioni. Sembravano cose aliene alla cultura di convivenza civile della nostra città e invece ci siamo caduti dentro. Ci siamo stati trascinati".

Un cenno anche alle vicende Tep/Stt/Mb. "Sono stati fatti degli errori, ma gli errori di alcuni non devono compromettere il lavoro di tutti".

"In questi anni di crisi il Paese ha fatto passi indietro ma Parma è fra i territori la cui economia tiene, specie grazie ad alimentare e impiantistica", continua il primo cittadino. Ci sono tre rischi: ridimensionamento dello spirito imprenditoriale, rischio di disinvestimento dei giovani nel lavoro e il rischio di imporverimento della qualità del lavoro complessiva. La risposta a questi rischi è nella strategia delle 4C: cultura, conoscenza, creatività e cibo. L'amministrazione da sola non puo' farcela: il sistema deve lavorare per accogliere chi intende rischiare e mettere a sistema idee nuove".

Poi uno sguardo al Psc e alle prospettive dei cambiamenti urbanistici dei prossimi anni. "La strada delle partecipate è necessaria. Il recupero delle aree dismesse e la loro conversione evitera' nuove infrastrutture, limitando l'impatto ambientale e la dispersione urbana. Il futuro dello sviluppo urbano sara' nella citta' costruita e non da costruire". Un riferimento quindi all'impulso che il Psc vuole dare al recupero di aree dismesse e alla loro riqualificazione e conversione, più che puntare su nuove costruzioni.
Vignali sottolinea poi l'importanza di sostenere volontariato e famiglia.

"Solo un vero federalismo potrà permetterci di assumere fino in fondo questo ruolo sussidiario - continua il sindaco -. Proprio in queste settimane è finalmente in discussione questa riforma, che dalle prime stime porterebbe alla nostra città alcune decine di milioni di euro ogni anno. È un obiettivo politico che condividiamo in pieno, perché si tratta di risorse ormai cruciali per il mantenimento e il miglioramento della nostra qualità della vita.

Un modo di vivere. "Lo scenario di oggi, quello del mondo che sta uscendo dalla crisi, offre a Parma la possibilità di esprimere tutto il suo potenziale. Mentre altri provano a reinventarsi, cercando di allinearsi alla nuova direzione di marcia che la crisi ha imposto al mondo, noi sappiamo che la risposta è nell’equilibrio tra piccolo e grande, tra tradizione e innovazione, tra sviluppo e qualità, tra benessere e sostenibilità. E’ il nostro modo di vivere".

"L'equilibrio fra tradizione innovazione, sviluppo e qualità, tra benessere e cambiamento: è l'equilibrio che tutti cercano. Parma è pronta", conclude Vignali.

LA CRONACA MINUTO PER MINUTO SULLA PAGINA TWITTER DI GAZZETTADIPARMA.IT

Tg Parma - Sant'Ilario: in aula anche i "No inceneritore"

 Sant'Ilario: tutti gli appuntamenti

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pier luigi

    14 Gennaio @ 14.24

    Il signor renz dimentica una cosa: quanto abbiamo speso perchè torino si rifacesse il look per i 150 anni dell'unità?!?! Quando si fanno confronti bisogna tener conto di molti fattori e non soltanto della 'vista'. Non mi dica che non ha sentito l'odore della 'fiat' e collaterali e poi non siamo in 'crisi'?!?!

    Rispondi

  • marco

    14 Gennaio @ 10.19

    Ieri ero in centro a TORINO: negozi tradizionali di gran classe, vetrine originali, molti caffè e pasticcerie di tradizione. Strade pulite e in ordine. Opere d'arte moderne ma ben inserite nel contesto antico. Negozi e alberghi eleganti anche iin zona stazione. Arredo urbano moderno ma di buon gusto. Musei aperti fine alle 19,30. Bella gente a passeggio, parcheggi sotterranei ma poco traffico... CREDEVO DI ESSERE IN UN ALTRO PIANETA !

    Rispondi

  • Giovanni

    13 Gennaio @ 20.49

    Bravo Vignali, Parma è davvero un modo di vivere da prendere ad esempio da parte di tutti…..infatti esempi da proporre ne abbiamo davvero tanti a cominciare dalla Parmalat ( Tanzi, Silingardi, Fratta, Barili, Tonna, ecc) dalla Banca Monte, dalla Tep, dalla gestione allegra dei conti pubblici del comune, da Stt, da Guru, da Bormioli( beccato per droga), ecc. Siamo ormai una città allo sbando ma tu vignali hai il coraggio di ergerla a modello…….. SEI UN MITOOOOOO. VIVA VIGNALI

    Rispondi

  • massimo

    13 Gennaio @ 20.35

    Sostegno alla cementificazione e al branding di Parma...Non più una città ma un prodotto da vendere.

    Rispondi

  • francesco brundo

    13 Gennaio @ 18.44

    E come sostengono le famiglie e le imprese, con tasse esosissime ? rifiuti, acqua, luce gas... a parma si pagano piu' tasse che in qualsiasi altro posto ! cosi si sostengono le imprese e le famiglie, siate meno ingordi !!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali

HI-TECH

Ecco i nuovi iPhone appena arrivati sugli scaffali Video

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

Lealtrenotizie

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

SEXY RICATTO

L'hacker: «Frequenti siti porno, ora paga»

2commenti

Verdi Off

Danza verticale e giochi di luce: pubblico con il fiato sospeso in piazza Duomo Foto Video

WEEKEND

Tra street food in Ghiaia, sport in Cittadella e mercatini: l'agenda del sabato

APPENNINO

Un disperso nella zona di Albareto: mobilitati i soccorsi

Emergenza

Droga: consumatori insospettabili e sempre più giovani

AUTOSTRADE

Lavori: rallentamenti in A1, coda in A15

Montechiarugolo

Addio a Carboni, il sindaco che amava la sua terra

Colorno

Tortél Dóls: ora è guerra tra confraternita e sindaco

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

Meteo

Settembre da record: dall'11 al 20 i giorni più caldi in 140 anni. E la pioggia non arriva

COLLECCHIO

Polemica sui bus vecchi, il Comune: «In arrivo nuovi mezzi»

CRAC

Spip, chiesti 2 anni e 10 mesi per Buzzi. Frateschi e Costa rischiano 2 anni e mezzo

Scuola

Cattedre vuote: a Parma mancano 1.260 insegnanti. E 300 bidelli

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

L'ESPERTO

Lavoro all'estero: il requisito dei 183 giorni

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

cosenza

Parroco vende oro della Madonna delle Grazie "per sanare i debiti della parrocchia"

SPORT

GOLF

Secondo giro del Tour Championship: Molinari in difficoltà

VOLLEY

L'Italia travolge la Finlandia nel primo match della seconda fase

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"