16°

28°

Parma

Sant'Ilario, la festa dei premiati: dall'emozione di Canali ai bambini di Izzi, dal primo "straniero" Alimadhi alle storie del volontariato

Sant'Ilario, la festa dei premiati: dall'emozione di Canali ai bambini di Izzi, dal primo "straniero" Alimadhi alle storie del volontariato
Ricevi gratis le news
6

di Andrea Violi

Applausi e commenti non mancano per nessuno in una giornata come quella del premio Sant'Ilario. Ma in quella sala consiliare che per un giorno diventa palcoscenico per persone più o meno note, durante la consegna di medaglie d'oro e benemerenze civiche si può in qualche modo misurare il gradimento popolare della scelta della giunta.
Molti applausi per Francesco Canali, che dà un insegnamento di coraggio e di forza interiore nell'affrontare una dura malattia. Forti applausi per Giancarlo Izzi: l'opera del reparto di Oncoematologia pediatrica del Maggiore tocca il cuore di tutti e si sente. Quando il dottore è chiamato per ricevere la medaglia d'oro dal sindaco Pietro Vignali, nei lunghi attimi della lettura delle motivazioni e della consegna non si ferma l'applauso nell'anticamera della sala del Consiglio comunale, dove tante persone seguono la cerimonia in video.
Altro botto del pubblico quando viene chiamato Tonino Fereoli, storico esponente della Corale Verdi: non sono certo applausi di circostanza, il calore del pubblico si sente. E durante la premiazione della Mensa Padre Lino dal pubblico qualcuno grida: «Bravo Padre».

Gazzettadiparma.it ha realizzato alcune interviste ai premiati con la medaglia d'oro e con la benemerenza civica nel giorno di Sant'Ilario 2011.

La professoressa Isa Guastalla ha ricevuto una benemerenza. La sua candidatura ha avuto un forte sostegno spontaneo da parte dei tanti parmigiani suoi estimatori. Un sostegno arrivato attraverso Gazzettadiparma.it, che aveva chiesto ai lettori quale donna avrebbero premiato in una versione rosa del ricoscimento, da noi ribattezzata «Sant'Ilaria».
«Questa massa di giudizi lusinghieri mi ha commossa - spiega Isa Guastalla -. Un'amica mi ha fotocopiato tutti i commenti e li conserverò per gli anni che verranno. Dedico tutto questo a mio marito Colombi Guidotti, scomparso tanti anni fa».

Anche per Francesco Canali è stata lanciata una «candidatura popolare» attraverso il web. Il «papà delle favole» Cesare Pastarini ha creato un gruppo su Facebook, che ha ricevuto molte adesioni. «Sono partito per Palm Beach quasi per scherzo con la voglia di correre una maratona e pian piano il progetto è andato sempre più avanti, ovviamente a scopo benefico - spiega Canali -. Evidentemente è piaciuto molto alla popolazione e all'amministrazione comunale. Ne sono veramente felice e orgoglioso: fa piacere aver potuto contribuire a mettere in luce Parma al di fuori dei nostri confini».
Dalla vicenda umana di Francesco, dal suo modo di affrontare la malattia emerge un messaggio: «Non bisogna mai rimanere fermi, chiudersi in se stessi e piangere. Bisogna affrontare qualsiasi tipo di difficoltà, saltando di venirci fuori per quanto possibile».

«L'impegno per i bambini è stato riconosciuto come valore da mettere in vetrina. Mi sembra più importante della mia premiazione». Così Giancarlo Izzi, che guida l'Oncoematologia pediatrica del Maggiore, commenta la medaglia d'oro che il Comune oggi dà anche a lui.
Agli studenti che in futuro saranno medici, Izzi dice: «Amate la medicina, non i numeri della medicina. La medicina è per l'uomo e richiede che il medico si comporti come persona di fianco ai pazienti. Le malattie non sono soltanto indici alterati o esami strumentali anomali ma soprattutto la storia di una persona di fronte a una difficoltà. Grazie alle conoscenze scientifiche che abbiamo, dobbiamo aiutare le persone. La loro vita è più importante delle nozioni tecniche».

«Per me è un momento speciale. Per la prima volta nella storia di questa città è premiato un neo-cittadino italiano, di origini straniere. Ho piena gratitudine per questa amministrazione, che ha voluto riconoscere il suo premio più importante a un nuovo parmigiano». Così Gentian Alimadhi commenta la sua benemerenza civica. Alimadhi è avvocato e presiede l'associazione degli albanesi «Scanderbeg». L'anno scorso ha ottenuto la cittadinanza italiana. «Inizio l'anno nel migliore dei modi - spiega -. L'associazione ha oltre 250 tesserati: raccogliamo quasi tutta la comunità albanese nelle sue manifestazioni culturali».
Spesso, anche sul nostro sito, si dibatte di immigrazione e di razzismo. Parma è una città razzista secondo voi oppure c'è più apertura di quanto si creda? «Una prima sensazione di chiusura è ben superabile attraverso la voglia di avvicinarsi - dice Alimadhi -. Deve venire innanzitutto dagli stranieri. Noi dobbiamo tendere la mano per primi e fare il primo passo. I parmigiani sono abbastanza accoglienti».

Alla mensa Padre Lino lavorano circa 30 volontari in totale, oltre a una cuoca. Anche a loro va il premio Sant'Ilario 2011, la medaglia d'oro assegnata all'istituzione Mensa Padre Lino. Il riconoscimento è stato ritirato da p. Vittorio Schiavetta dell'Ordine dei Frati Minori, che spiega l'importanza di chi tutti i giorni dà una mano, nel silenzio ma con operosità: «I volontari lavorano con entusiasmo, senza perdere tempo e lo fanno gratis».
In un paio d'anni sono aumentate le persone che ogni giorno si recano alla mensa Padre Lino, alla parrocchia dell'Annunziata. Se nel 2008 erano assistiti 80 poveri, oggi sono 150 e a volte anche di più. In alcuni casi si tratta di immigrati arrivati di recente, ma più spesso - nota padre Schiavetta - si tratta di persone che da anni abitano a Parma ma con la crisi e le trasformazioni lavorative in atto sono sempre più in difficoltà.
La mensa si sostiene con le offerte dei privati e con i prodotti vicini alla scadenza elargiti dai supermercati. Se questo “social market” funziona sempre, ultimamente - nota padre Schiavetta - le offerte in denaro sono calate. E' un problema, perché le offerte servono per coprire le ingenti spese di riscaldamento, luce, acqua... Padre Schiavetta lancia quindi un appello ai parmigiani affinché non facciano mancare le loro offerte in denaro.

Guido Campanini, preside del liceo Romagnosi, è soddisfatto per la medaglia al suo istituto, nel 150esimo della fondazione. Un premio «assolutamente inatteso» che lui interpreta così: «E' un premio a tutte le scuole parmensi. Il Romagnosi è la più vecchia, è la decana delle scuole cittadine, ma non è l'unica e forse nemmeno la migliore. Lo considero un premio per tutte le scuole». Il Romagnosi - spiega il preside - è una scuola come le altre: ci sono studenti bravi e altri che fanno più fatica... dal punto di vista disciplinare «non ci sono vicende degne di nota, se non piccole marachelle». In passato il Romagnosi è stato al centro delle polemiche legate alla preside Forlani, poi trasferita. Campanini si è detto felice che a un certo punto i commenti polemici siano terminati, anche nei forum sul web, arrivando a un finale più «tranquillo» della vicenda.

Mauro Del Rio, presidente e fondatore dell'azienda Buongiorno.it, specializzata in contenuti multimediali. «È un premio inaspettato, che mi ha fatto molto piacere - dice Del Rio -. Parma ha una imprenditorialità ricca. Tutto sommato questo è un premio all'innovazione: Parma ha tanta storia ma è dinamica e si rinnova, è una città ambiziosa e rivolta alla dimensione internazionale. Buongiorno incarna questa situazione: partiamo da Parma senza darci obiettivi limitati». Quali sono le prospettive del gruppo per il 2011, che dà lavoro a un migliaio di persone, fra cui 200 in Italia? Niente numeri ma qualche valutazione generale: «È un momento molto interessante per il settore - spiega Del Rio - perché ci sono innovazioni sulla convergenza fra cellulari e computer. La sfida è cavalcare questa innovazione. Sul mercato nordamericano e quello europeo siamo assestati. Abbiamo uffici e persone in diversi Paesi emergenti, ci aspettiamo di andare più a regime in mercati come Brasile, India, Russia... In Paesi come questi ci sarà un'importante crescita».

L'elenco completo dei premiati

Altre interviste e commenti sulla giornata di Sant'Ilario saranno sulla Gazzetta di Parma in edicola venerdì 14 gennaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • emilio

    14 Gennaio @ 13.11

    A questi livelli scegliendo di premiare alcuni si fa certamente un torto a molti altri. Il premio dovrebbe essere assegnato AD UN UNICO PERSONAGGIO che effettivamente SI ELEVA AD DI SOPRA DEI TANTI CITTADINI ONESTI E BENEMERITI. Un unico premio dunque ad un unico PERSONAGGIO. E se non c'è, non si assegna il premio.

    Rispondi

  • Claretta

    13 Gennaio @ 19.26

    Voglio esprimere la mia soddisfazione al Sindaco Vignali che ha tenuto conto dei numerosissimi commenti inviati a sostegno della candidatura della Prof. Isa Guastalla. Gli studenti che l'hanno avuta come insegnate hanno potuto apprezzare la sua grandiosa cultura, l'intelligenza, la sua umanità e la capacità di entrare in classe ogni giorno con il sorriso sulle labbra; era un'insegnate che amavai suoi alunni ed insegnare e questo lo si percepiva ...Grazie ancora Isa

    Rispondi

  • gianluca

    13 Gennaio @ 18.18

    IL S ILARIO DOVREBBE ESSERE UNICO! UN PREMIO ALL ANNO. TROPPI PREMIATI FANNO SCADERE IL PREMIO SECONDO ME. E CHE SE LI RICORDERA TUTTI?

    Rispondi

  • francesca

    13 Gennaio @ 14.44

    senza nulla togliere al senso civico di quei due ragazzi,merce sempre più rara oggi,vorrei far notare che delle persone o associazioni scelte è stato premiato l'impegno di anni non di un giorno!

    Rispondi

    • claudia

      14 Gennaio @ 11.04

      era meglio che una medaglia d'oro la dessero ai ragazzi che hanno salvato l'uomo della stazione quello si che è un gesto eroico e che dà lustro ai giovanii della nostra città!!

      Rispondi

  • Daniele Tanzi

    13 Gennaio @ 14.06

    Da Francesco Canali, una straordinaria lezione di vita. Grazie, Francesco.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

TELEVISIONE

"Fiorire d'inverno": Nadia Toffa si racconta in un libro

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Le cime tempestose di Kate Bush

IL DISCO

Le cime tempestose di Kate Bush

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Foto d'archivio

incidente

Auto finisce nel canale: un ferito grave a Polesine

Oltretorrente

Oltretorrente, la notte di "Zorro": compaiono (e poi spariscono) le figurine di pusher e clienti Foto

La Ghiretti insultata sul web

Giulia: «Volate oltre l'odio»

2commenti

Via d'Azeglio

Blitz nei kebab, i commercianti: «Avanti così».

1commento

WEEKEND

Il saluto all'estate? Pic-nic a castello, sport e profumo di porcini: l'agenda

LUTTO

Addio a Elide La Vecchia, poetessa anarchica e gentile

Denuncia

I cacciatori: «Aggrediti dagli animalisti»

3commenti

viabilità

Oggi chiuso il Ponte sul Taro. Ponte sul Po Boretto-Viadana, possibili sensi unici alternati

1commento

FIDENZA

Anziano stroncato da un infarto al cimitero

Fontanellato

Bocconi avvelenati a Parola: due cagnoline salvate in extremis

PARMA

Gervinho, che gol!

1commento

12 TG PARMA

Controlli dei carabinieri in piazza della Pace, un 34enne arrestato Video

Assistenza pubblica

Trent'anni di automedica

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery Video

SERIE A

Inglese e Gervinho fanno esultare il Tardini. Parma-Cagliari 2-0 Foto

2commenti

APPENNINO

E' morto il fungaiolo colto da malore nei boschi di Albareto

Si tratta di un 80enne di Bergamo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

E' Berlusconi l'arma anti Di Maio di Salvini

di Vittorio Testa

CHICHIBIO

«Locanda Marzolara» generosa tradizione e tanta qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Radio Colonia

La Germania pensa di espellere gli italiani senza lavoro

Medicina

Primo trapianto di faccia in Italia. E' su una donna

SPORT

il videocommento

Grossi: "La "fame" di vittoria funziona. La squadra ha dato cuore e polmoni" Video

1commento

Pallavolo

L'Italia perde con la Russia al quinto set, ma è già in final-six Foto

SOCIETA'

gazzareporter

Quando il fungo pesa 2,5 kg...

Ivrea

"Vorrei vedere il mare per l'ultima volta": l'ambulanza si ferma vicino alla spiaggia

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"