17°

28°

Parma

Vignali: "Con Mirka se ne va un pezzo di Parma" - Bernazzoli: "Coerenza e limpidezza nel tempo"

Ricevi gratis le news
1

PARMA PIANGE MIRKA

IL SINDACO VIGNALI - “Se ne va un pezzo di Parma, la persona che meglio rappresentava in città un’epoca, quella della Resistenza, i cui valori sono fondamento della nostra comunità e della nostra Costituzione”.

Il sindaco Pietro Vignali ricorda così Laura “Mirka” Polizzi e, parlando con il figlio Aldo Montermini al telefono, ha espresso le sue più sentite condoglianze e detto di essere fortemente dispiaciuto per la “perdita di una persona che ho avuto la fortuna di frequentare in alcune occasioni anche aldilà della vita istituzionale. Ricordo il piglio e la decisione – continua il sindaco – la volontà nel trasmettere alle nuove generazioni i valori della Resistenza, fondamento del nostro vivere civile e della Costituzione. Ricordo in particolare la consegna della medaglia d’oro della Città di Parma in occasione del premio Sant’Ilario due anni fa. Un momento toccante per tutti i nostri concittadini, non solo per i protagonisti di quella cerimonia”.

Laura Polizzi è stata insignita dal Comune di Parma nel 1991 dell’attestato di civica benemerenza e 18 anni più tardi, nel 2009 come ricordava il sindaco, della medaglia d’oro.

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA BERNAZZOLI - Un onore essere stati insieme in tante battaglie. “Una vita importante, spesa a costruire la democrazia nel Paese e a creare condizioni di vita migliori per tutti, un’azione costante e coerente guidata dai valori di libertà e giustizia”.
Vincenzo Bernazzoli era andato a salutare Laura Polizzi qualche mese fa, quando le sue condizioni di salute cominciavano a peggiorare. Ricorda una persona debilitata, ma fortemente interessata alle sorti del Paese e al destino dei giovani.
Nella lunga conoscenza che li ha legati, sono molti gli episodi e i racconti: “Fra i tanti – spiega il presidente - mi ha colpito moltissimo quando mi parlò dell’emozione provata il giorno della Liberazione a Milano quando, poco più che ragazzina, fu chiamata a parlare dal balcone nel saluto alla città. Mi raccontò di quando visitò Mauthausen dove furono internati i suoi familiari e dove morì il padre. Nel 2004, quando dovetti decidere se candidarmi in Provincia andai a consigliarmi con lei. Mi disse di accettare e lo feci alcuni giorni dopo”.
Per  Bernazzoli la vita di Laura Polizzi ha un immenso significato simbolico. “ Mirka era una donna coraggiosa e molto forte. Il suo impegno per conquistare la libertà, le sofferenze patite dalla sua famiglia durante il nazifascismo, la sua scelta di entrare giovanissima nella lotta partigiana, sottolineano una concezione della vita spesa per il bene comune, l’affermazione di una donna in tempi in cui non era certo facile. La sua forza sono state le sue idee che  l’hanno accompagnata sempre. Ha condotto l’impegno politico in prima persona, con incarichi anche nazionali, così come nell’Anpi, dove ha ricoperto responsabilità di rilievo. Quello di Mirka è stato  un impegno costante  per mantenere vivi i valori per i quali si era battuta. Senza mai mollare la presa, ha accompagnato con intelligenza e partecipazione il processo di crescita civile e sociale della provincia di Parma e della nazione. Ovunque ha ricevuto stima per la sua capacità di dirigente politico e affetto per la sua umanità. In questo momento così difficile, in cui sembra avanzare il degrado e in cui il Paese rischia di perdersi, Mirka rappresenta quella coerenza e limpidezza nel tempo, quei valori morali che possono farci da guida”.

LASAGNA (PARMA CIVICA) - Ho appreso con dolore la notizia della morte di Laura Polizzi”, spiega Lorenzo Lasagna, portavoce di Parma Civica, legato a “Mirka”, da un profondo rapporto di amicizia e di condivisione ideale iniziato ai tempi in cui Lasagna frequentava il Liceo e proseguito fino ad oggi . “Con la sua scomparsa – aggiunge - viene a mancare un pezzo fondamentale della nostra storia di persone e di comunità”. “Non posso dimenticare la sua e la nostra grande emozione – prosegue l’esponente civico – in occasione della consegna del premio Sant’Ilario, due anni fa.“A tutti i parmigiani – conclude Lasagna - Mirka lascia l'esempio della sua storia umana, della sua coerenza civile e politica, della sua passione ideale, della sua vicinanza ai giovani, della sua umanità e fiducia nel futuro. Il suo ricordo chiama tutti noi ad una grande, comune responsabilità: difendere senza compromessi i valori di libertà, giustizia e dignità dell'uomo, testimoniati dalla Resistenza e dalla Lotta di Liberazione da sempre radicati al cuore della nostra gente”.
 

CGIL - Un grande vuoto. “Mirka”, la partigiana Laura Polizzi, da poche ore non c’è più. Ci rimane la sua forza, il suo incitamento a lottare per la libertà e per un mondo migliore.

Per Parma, in questi anni, “Mirka” ha rappresentato la Resistenza. Ogni via di questa città la ricorda. Ha combattuto prima in montagna, nel Reggiano, poi con i Gruppi di Difesa delle Donne. Il resto della sua vita l’ha impiegato per lottare  insieme al suo popolo per costruire un’Italia e una città migliore.

“Mirka” era iscritta alla Cgil di Parma, cui era legata da una profonda condivisione di ideali e da una grande stima, naturalmente reciproca. Il dolore di tutta la Cgil, la vicinanza alla famiglia, l’affetto di tutti i suoi compagni di militanza, testimoniano l’orgoglio di essere stati sempre dalla stessa parte della barricata.

“Conoscevo “Mirka” da tanto tempo”, ricorda la segretaria generale della Cgil di Parma, Patrizia Mestri. “Fin da ragazza ho conosciuto il suo impegno, in politica e all’ANPI. Ancora giovanissima frequentavo la sua sezione del Pci, e mi sento legata a lei da un rapporto di affetto e ammirazione per la sua storia. Nel 2005 fu proprio “Mirka” a proporre il mio nome per il premio 8 marzo, che la Provincia assegnava alle donne impegnate nel lavoro a favore delle pari opportunità. La saluto con un grande abbraccio e con l’impegno di ricordarla e trasmettere la sua esperienza alle donne più giovani, pur nella consapevolezza che la sua scomparsa rappresenta per la città e la Cgil una incolmabile perdita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    22 Gennaio @ 13.22

    purtroppo la politica, manipolatrice di fatti e parole, è riuscita a cancellare la memoria di questi eroi di un epoca, storici personaggi che hanno liberato l'Italia dal potere nazi-fascista, una speciale persona, come tante, che ha trasmesso i valori etici-morali, diventati rarita', specialmente nella melma dell'attuale cricca affaristica, ci servirebbero oggi, tante persone con questi ideali, con questo coraggio, con questo entusiasmo per riportare a galla il paese, restera' un ricordo nella memoria!

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"A du pass": aperitivo italo-rumeno. Ecco chi c'era: foto

FESTE PGN

"A du pass": aperitivo italo-rumeno Foto

Da Dua Lipa al figlio Matteo: un album ricco di duetti per Andrea Bocelli

MUSICA

Da Dua Lipa al figlio Matteo: un album ricco di duetti per Andrea Bocelli

Belen Iannone

VIP

Belen ha lasciato Iannone: sul web impazza il gossip

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Disoccupazione: come funziona la Naspi

L'ESPERTO

Disoccupazione: come funziona la Naspi

di Paolo Zani*

Lealtrenotizie

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale

PARMA

Sicurezza: 60 nuove telecamere e più agenti di polizia municipale

Ecco i progetti annunciati dal Comune

PARMA

I ladri prelevano 1750 euro con il bancomat dopo il borseggio sul bus

LAGASTRELLO

Un fungaiolo cade in un dirupo e muore fra il Parmense e la Lunigiana

Il recupero del corpo è difficile, perché si trova in una zona impervia

INCIDENTE

Auto sbanda e finisce contro un albero: muore un 69enne a San Polo d'Enza

Montechiarugolo

E' morto Mino Bruschi, fu psicoterapeuta nella clinica di Monticelli

Fidenza

Audi nel mirino dei ladri: da una rubato anche il volante

INCIDENTE

Ciclista investito in via Langhirano

INCIDENTI

Auto incastrata sotto un camion in Autocisa: muore una donna

Felino

Incendio di Poggio Sant'Ilario: Mohon condannato a dieci anni

MOBILITA'

In bici sulla pista ciclabile numero 4, tra buche e lampioni

6commenti

SIVIZZANO

Addio all'imprenditore Romano Schiappa

49 ANNI

Addio a Sonia Angela Santagati

PARMA

Ponte Romano, sopralluogo in vista dell'inaugurazione Foto

calcio

Riecco Ciciretti

STORIA

C'era una volta Parma sul tram (e sui primi bus): inaugurato l'Archivio storico Tep Foto

SALSO

E' morto Ruggero Vanucci, storico edicolante

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le Olimpiadi dei litigi nel Paese dei campanili

di Aldo Tagliaferro

3commenti

FATTO DEL GIORNO

Parma Europa, lo sport, "Parma-Reggio A/R" e altri programmi: ecco come cambia 12 TvParma

ITALIA/MONDO

OMICIDIO-SUICIDIO

Uccide la madre e si getta da un ponte nel Reggiano

CULTURA

E' morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni

SPORT

Calciomercato

Inter, vicino il rinnovo di Icardi

CHAMPIONS

La Juve in dieci stende il Valencia. Roma travolta dal Real

SOCIETA'

McDonald’s

Il Big Mac compie 50 anni: nacque dall'idea di un italoamericano

bergamo

15enne scopre dopo un anno che dall'altra parte della chat erotica c'è il papà

5commenti

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design