17°

28°

Parma

Addio Pavlén, il "signore" delle barzellette

Addio Pavlén, il "signore" delle barzellette
Ricevi gratis le news
0

Gian Luca Zurlini

Con la scomparsa di «Pavlén» Parma perde un altro personaggio  importante della sua storia popolare. Un personaggio suo malgrado, perché Paolino Menozzi (sì, il nome era proprio con il diminutivo «parchè a séra nasù picén», diceva lui) era schivo e alle luci della ribalta parmigiana c'era arrivato quasi per caso, tra la fine degli anni Cinquanta e l'inizio degli anni Sessanta. Un periodo d'oro per la «parmigianità» cui anche Pavlén , che vedeva «al dialèt c'mé la mè léngua e l'italiàn na léngua forestéra», aveva partecipato. La sua «carriera» di barzellettiere in dialetto parmigiano era iniziata quasi per scherzo con gli amici dell'allora Caffè San Paolo di via Cavour. Concluso il suo lavoro di dipendente «tuttofare» all'Ordine dei medici, Pavlén si ritrovava al bar e, grazie a una verve spontanea e assolutamente inimitabile, intratteneva le persone raccontando barzellette come un attore consumato, ma dando sfogo a quella parmigianità che era nel suo «dna». Era nato infatti nel 1919 nel cuore di quel borgo del Naviglio che, quando lui era ancora piccolissimo, sarebbe stato uno dei «cuori» delle Barricate. E Paolino Menozzi, in arte «Pavlén» era un vero figlio del popolo, visto che la mamma era una “rezdóra” e il papà, invalido di guerra, ha lavorato prima nella ditta di tram di Muggia di Barriera Garibaldi e poi alle Officine Barbieri di via Bixio.  L'aria delle Barricate gli era rimasta dentro nel modo caustico con cui affrontava la vita: ad esempio, ricordava che era andato sotto le armi in Marina e «giusto parchè a son vón fortunè, al Duce la dichiarè la guéra intant ca séra in mèr». E qualche anno fa aveva smesso di fumare  «parché al dotór, a  otant'an sonè, al m'à dit c'al fum al fa morir giòvon».  La popolarità (ma non il denaro) gli piove addosso dopo che, a sua insaputa, vengono pubblicati i 45 giri con le sue barzellette, registrate quasi per scherzo in uno studio di incisioni. I dischi, che comprendono anche alcune recitazioni di poesie come «I dan l'Otello», vanno letteralmente a ruba, con decine di migliaia di copie vendute. A lui non «arriva neanche una ghinea», ma in compenso piovono chiamate per serate in tutti i locali di Parma e anche per i ritrovi di «strajè», persino una volta in Venezuela.  Intanto lui, unico maschio in una famiglia che, oltre alla moglie lo vedeva papà di quattro figlie femmine, ha sempre proseguito la sua vita semplice e senza fronzoli. Non pretendeva riconoscimenti se non uno: «A vój soltant che tutt j càpisson che al mè dialèt lé vér». Tradotto: quello di «Pavlén» era il dialetto parmigiano più vicino alla gente, non costruito su conoscenze letterarie, ma imparato e parlato sul campo fino all'ultimo. Come fin quasi all'ultimo «Pavlén» ha vissuto la sua città: abitava da anni da solo, dopo la morte della moglie, in via Buffolara, ma era sempre in giro per la città in sella alla sua bicicletta. E il suo «mondo» era quello dei circoli dell'Oltretorrente, dove il dialetto è ancora la «prima lingua» come il Pedale Veloce, oppure dove si respira l'aria della grande musica, come a «Parma Lirica». A fine novembre si era esibito ancora una volta, nonostante i suoi 91 anni, di fronte agli anziani della casa «Padre Lino» di viale Caprera. E' stata forse quella l'ultima apparizione pubblica di un piccolo, grande parmigiano, con una scorza solo all'apparenza «sgruza»  che nella sua vita umile e semplice, ma ricca di risate «procurate» agli altri e di battute tanto salaci quanto lievi nel suo affiorare, ha espresso al meglio l'anima popolana della città che sta tanto lentamente quanto inesorabilmente scomparendo.  E invece, mai come oggi ci sarebbe bisogno di persone «vere» come era, è e rimarrà nel ricordo di chi l'ha conosciuto Paolino Menozzi, in arte «Pavlén».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Sicurezza, stamane incontro al Viminale tra Pizzarotti, Casa e il sottosegretario Molteni

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

2commenti

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

1commento

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

16commenti

38 anni dopo

Strage di Bologna: ultimo sopralluogo sulle macerie, poi l’analisi dei frammenti a Parma

CORCAGNANO

Piazza Indipendenza off limits, scattano le proteste

ROCCABIANCA

Profughi, soluzione alternativa a via Verdi

1commento

Fidenza

La carica dei 300 scolaretti dalla Collodi all'ex Agraria

CONSIGLIO COMUNALE

Un semaforo pedonale in viale Fratti

Sarà all’altezza del polo pediatrico

1commento

Fidenza

36enne apre conti bancari (veri) con documenti falsi: scoperta, denunciata e arrestata

tar

(Chiusura) Open shop di via Bixio, Comune condannato al risarcimento

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Pietro Barilla, storia di un padre

di Michele Brambilla

1commento

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

ITALIA/MONDO

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

OLIMPIADI 2026

Il Governo: "La candidatura a tre è morta qui"

SPORT

serie d

Audace Reggio - S.Marino al Tardini? Pare improbabile...

USA

Giovane promessa del golf trovata morta sul campo in Iowa

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

NAPOLI

Il set di Gomorra al centro di una protesta degli inquilini

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design