18°

28°

Parma

Inceneritore: Cinzia Ferraroni lascia il Pd

Inceneritore: Cinzia Ferraroni lascia il Pd
Ricevi gratis le news
26

Le polemiche sulla gestione rifiuti e sulla costruzione del nuovo impianto (termovalorizzatore vs inceneritore) si spostano nella politica e anche all'interno degli stessi partiti. Cinzia Ferraroni lascia il Pd. E la notizia arriva in redazione attraverso l'associazione Gestione corretta rifiuti, con il comunicato che pubblichiamo:

La grande fuga

Cinzia Ferraroni lascia il Pd. E' iniziata la diaspora contro gli Sdemocratici.

Al segretario regionale PD Emilia Romagna

Al segretario provinciale PD Parma

Al segretario di circolo San Leonardo-Cortile San Martino

Al gruppo regionale Ambiente Energia

Al responsabile del gruppo Alessandro Bratti

e p.c.

alle organizzazioni territoriali

LETTERA DI DIMISSIONI

La presente per comunicare che in seguito alla pubblicazione del documento sulla gestione dei rifiuti del Partito Democratico di Parma rassegno le mie dimissioni dalla Direzione Regionale, da quella Provinciale, di Circolo e dalle altre assemblee.

La decisione non mi trova d'accordo sia nel merito che per la modalità e la tempistica con le quali tale discussione è stata affrontata dall’organo decisionale del Partito di Parma. Ritengo inoltre che il documento non sia in linea con le direttive politiche del partito regionale che ritiene sufficiente la dotazione impiantistica attuale e che recita "Il problema della gestione dei rifiuti non potrà dunque fermarsi all’incenerimento, ma sarà per il futuro indispensabile programmare una società di prevenzione e recupero".

Penso che il consenso verso il PD di Parma sarà pesantemente penalizzato sul territorio dalla pubblicazione di questo documento.

Sono entrata a far parte del gruppo che ha dato vita al Partito Democratico invitata da chi conosceva bene le mie posizioni sul tema espresse durante la campagna elettorale delle amministrative di Parma del 2007. Ho sperato che questo invito mi fosse rivolto per l'interesse suscitato verso le tematiche ambientali. Ciò che ho vissuto in questo periodo è stata su questo tema la completa chiusura e la conseguente emarginazione. Un segnale che ritengo grave in considerazione delle promesse fatte nella costituzione del nuovo partito. Le belle parole pronunciate nello statuto del PD a Parma non trovano riscontro nei fatti.

L’Unione Europea chiede di dismettere entro i prossimi 15 anni gli impianti di incenerimento di rifiuti. La decisione assunta dal PD di Parma e tutto il percorso precedente della gestione territoriale dei rifiuti è volta esclusivamente alla realizzazione di un impianto insalubre in un territorio pesantemente oppresso dall’inquinamento atmosferico e che basa gran parte della propria economia sull’eccellenza alimentare.

Un impianto sovradimensionato e funzionale soprattutto ai rifiuti speciali (600.000 ton/anno stimate) che il conduttore dell’impianto gestirà a trattativa privata.

Non c’è stata lungimiranza, non c’è stato ascolto negli anni passati delle legittime preoccupazioni degli abitanti del territorio, non è stato dato seguito con un dibattito in consiglio provinciale alla petizione depositata in Provincia prima dell’approvazione in conferenza dei servizi, nel 2008, avvallata da 11.000 firme di cittadini che chiedevano una revisione del Piano Provinciale di gestione dei rifiuti.

Una discussione su questo tema che vedesse un dibattito aperto con le associazioni che si oppongono all’impianto non è mai approdata nelle sedi del PD di Parma, nei circoli l'argomento è stato trattato ad un unica voce, quella dell'amministrazione.

All'organizzazione di un evento sulle tematiche ambientali con la responsabile nazionale del dipartimento PD Ambiente, Laura Puppato, nessun amministratore locale si è presentato.

Alla mia richiesta di incontro con imprenditori ed associazioni in Regione non è stata nemmeno fornita risposta.

Solo una settimana fa la discussione è approdata alla Direzione Provinciale. Ora che l’impianto è in costruzione e i lavori appaltati si è chiesto al massimo organismo dirigente di avvallare le scelte amministrative compiute, utilizzando il “Sistema Marchionne”, per cui altre strade non ce ne sono se non quella del pagamento di pesanti penali (da verificare) in caso di rinuncia.

L’accenno nel documento al ruolo della politica rispetto alle Multiutilities e all’interesse dei cittadini non affronta il tema relativo alla parcellizzazione dell’azionariato dei comuni e alla disparità ed iniquità delle forze tra piccoli enti locali e una S.p.a. quotata in borsa, che ha come mission quella di fare utili.

La frase del documento: “Nel corso degli anni a causa dell’assenza di poli di smaltimento, i cittadini della Provincia di Parma hanno pagato le scelte di smaltire i propri rifiuti in altri territori con tariffe al di sopra della media regionale” ritengo sia mal posta, in quanto i cittadini non hanno deciso nulla, bensì subito le scelte degli amministratori di Parma e provincia.

La responsabilità di questo percorso viene oggi assunta dal Partito Democratico tutto con la pubblicazione di questo documento. Durante l'ultima Direzione Provinciale il documento in questione è stato discusso, è stato oggetto di critiche e non è stato assolutamente messo in votazione palese. Alcuni di noi hanno chiesto che venisse effettuato un secondo passaggio dopo le modifiche per la votazione, cosa che non è avvenuta. La mia valutazione è che non sia stato democraticamente approvato.

Personalmente per tutte le motivazioni fin qui esposte ritengo che questa vicenda arrivi all’epilogo con una mancanza di capacità ascolto e di prospettiva di sostenibilità sui temi ambientali da parte di amministratori che hanno evitato il confronto democratico, alla base dello statuto di questo partito.

Per questo rimetto il mandato ritenendo di non potere più fare parte come iscritta a questa organizzazione.

In fede

Cinzia Ferraroni

Parma 5 febbraio 2011

 

 

 

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

-455 giorni all'avvio dell'inceneritore di Parma, ORA lo possiamo fermare.

+251 giorni dalla richiesta a Iren del Piano Economico Finanziario del Pai, forse perché l'inceneritore costa 315 milioni di euro?


--
Cordiali saluti
*
Associazione Gestione Corretta Rifiuti  e Risorse di  Parma - GCR
Via Zaniboni 1 - Parma
Tel 331.116.8850
Skype gestionecorrettarifiuti
www.gestionecorrettarifiuti.it
gestionecorrettarifiuti@gmail.com
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Eagle18

    08 Febbraio @ 10.27

    Preferisco le ponghe piuttosto che l'aria di ecoca..ta! Volete l'inceneritore bene, sono a favore!Lo facciamo nel cortile di casa vostra e convogliamo l'aria dentro le vostre camere da letto, al posto dell'aria condizionata poi vi tiriamo fuori fra qualche anno e vediamo se state meglio e si sono aperte le vostre menti bacate!!

    Rispondi

  • Ferra

    07 Febbraio @ 16.24

    @Vercingetorige: "Qualcun altro , invece, ha preferito articoletti di propaganda e trombette in piazza Garibaldi , ed il risultato è quel che vediamo." E' sempre bello vedere chi in poltrona riesce a criticare chi scende in piazza, chi sensibilizza o chi saprebbe essere un commissario tecnico o un presidente del consiglio migliore (oddio ... forse ....). Ribadisco quello che le ho già detto in un post precedente. Lei non è sufficientemente informato di tutto il lavoro svolto in questi anni da chi è ANCHE sceso in piazza Garibaldi con le trombette ... e qualche migliaio di persone ..... Ciononostante insiste nel suo atteggiamento denigratorio nei confronti di persone che hanno speso tempo, impegni e denari personali con l'unico obiettivo di sensibilizzare una cittadinanza ad un problema che la riguarda. Il primo volantino del GCR diceva "Lo sai che a Parma sorgerà un inceneritore?" Era il 2006 più del 98% delle persone, visto che le piacciono i sondaggi, non lo sapeva. Ora credo che le percentuali siano invertite. Credo che tanta gente abbia avuto modo di farsi un'opinione. Altri se la faranno quando vedranno le loro tariffe rifiuti finanziare profitti di qualcuno. Crede che questo sia merito dell'informazione fornita dagli amministratori di questa città o provincia? Ha letto le dispense pubblicate da questi insieme ad IREN o Enìa che dir si voglia? Quelli non li ritiene articoletti di propaganda? MA soprattutto, visto che è così incline a denigrare e criticare .... ci dica (ma prima si informi su ciò che è stato fatto, oltre alle trombette!) cosa ritiene si sarebbe dovuto fare?

    Rispondi

  • giuseppe

    07 Febbraio @ 13.58

    Risposta a Mirco O. : Non ho detto che va fatta una conversione, ma che andrebbero chiusi o riconvertiti. Quella delle riconversioni, non è questione di politica e da che parte sto, ma una realtà che succede in Germania. Riguardo a una centrale a biomasse a Collecchio che sarebbe stata bloccata, mi risulta che sia un Biogas, cioè si utilizzano scarti in agricoltura con l'aggiunta di prodotti agricoli per farli fermentare e produrre gas che viene utilizzato per un Motore che fa funzionare un generatore di corrente. Le emissioni di questi motori sono infinitamente più basse di quelle di un motore di un automobile non catalizzata. Ultimamente si è preso un brutto vizio, di attaccare politicamente tutto quello che si può, per portare a casa voti... Mentre la realtà è che bisogna produrre energia elettrica con sistemi meno inquinanti tipo le energie rinnovabili.

    Rispondi

  • Geronimo

    07 Febbraio @ 11.40

    Antonio, se ancora non l'hai capito hai mai sentito di traffico di rifiuti? da dove credi che provengano i rifiuti a napoli, solo da loro? Inizia intanto a chiederti dove finiscono i rifiuti di parma. GB, non voglio credere alla censura ma almeno altre 5 volte in cui scrivo una domanda in cui si fa riferimento a dove vengono smaltiti i rifiuti di parma il commento non viene pubblicato.

    Rispondi

  • Stefano

    07 Febbraio @ 10.18

    Consiglio a tutti e non solo a Nemesi di utilizzare il pc e la connessione internet per fare qualche ricerca su articoli e notizie riguardanti inceneritori, sequestri degli stessi, superamento dei limiti, alternative già praticate, proteste e comitati, studi scientifici e magari anche direttive europee sulle 4R e sulla dismissione degli impianti insalubri di classe 1. Sempre per poter meglio avere un punto di vista più informato e consapevole ed esprimere opinioni più costruttive e critiche. Magari anche riguardo alla situazione napoletana. Un in bocca al lupo alla Ferraroni, che possa trovare la sua strada sempre senza rinunciare alle proprie convinzioni.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Carlotta Maggiorana è la vincitrice

concorso

Carlotta Maggiorana è la nuova Miss Italia. Terza Chiara, reginetta con la protesi Foto

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

MISS ITALIA

Bella, corretta e elegante: a Mara Boccacci la fascia dedicata a Frizzi

1commento

Fabrizio Corona Zoe

GOSSIP

Fabrizio Corona e Zoe si sono lasciati: colpa di un sms

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

HI-TECH

Videogame. Rivoluzione ray tracing: si comincia con Shadow of the Tomb

di Riccardo Anselmi

Lealtrenotizie

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

sicurezza

Dura risposta del Viminale: "Parma merita attenzione, non un sindaco che alza polveroni"

5commenti

anteprima gazzetta

"La (poca) sicurezza a Parma sta diventando un caso nazionale"

2commenti

sissa trecasali

Un altro rave party sulle rive del Po (a Coltaro): 28 denunciati Video

sicurezza

Incontro al Viminale, Casa: "15 agenti in più. Ma sul presidio in stazione dovremo arrangiarci" Video

5commenti

Prefettura

Boom di patenti ritirate per alcol e droga: giovani, professionisti e tante donne

2commenti

gazzareporter

"Acqua alta" in un vagone del treno Bologna-Milano

centro

Ponte Romano, lavori finiti: apertura confermata il 7 ottobre Video

Parma (e regione)

Ondate maltempo 2016-2107, entro il 23 ottobre le domande di risarcimento

Viabilità

Via Europa, apre il cantiere. E partono le code

5commenti

la festa

Serata Dadaumpa: beneficenza a pubblica e Croce rossa  Gallery

Formaggio

Il caseificio dove il parmigiano è questione di fede. Ebraica

4commenti

BIMBO CONTESO

Fuggì in Spagna con il figlio, condannato a 1 anno

carabinieri

E prima della campanella arriva anche il cane anti-droga: controlli davanti alle scuole Foto Video

Al parco Ducale trovata droga nascosta sugli alberi

1commento

Ambiente

Dall'Olio dà mandato ai legali per diffamazione (contro M5S Forlì)

lavori

San Prospero, il fosso sarà ripulito e coperto. E nascerà un (agognato) marciapiede

1commento

SICUREZZA

Il sindaco a Presadiretta: "Chiediamo al governo un presidio permanente in stazione"

Il primo cittadino, che oggi sarà al Viminale, proporrà anche un aumento di organico per le Forze dell'Ordine

21commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La felice discordia di Salvini e Di Maio

di Vittorio Testa

LA BACHECA

Ecco 57 offerte per chi cerca lavoro

ITALIA/MONDO

MONZA

Portata in Pakistan con l'inganno chiede aiuto (con una lettera) a scuola

rebibbia

Detenuta tenta di uccidere i due figli nell'asilo del carcere: la più piccola è morta

SPORT

Pallavolo

Mondiale: Slovenia rimontata, en plein Italia

CHAMPIONS

Magie di Icardi e Vecino, l'Inter vince all'ultimo respiro

SOCIETA'

BARI

Chitarrista dei Negramaro, i medici: "Un pizzico di ottimismo"

gossip

Il re delle notti? "Troppo noioso", la moglie lascia Bob Sinclar

MOTORI

I PIANI DELLA ROSSA

"In arrivo Ferrari Purosangue. Ma non chiamatelo Suv"

La pagella

Al volante di Volvo XC40 D4 R-Design