19°

30°

Parma

Boschi, mezzo secolo in Pubblica

Boschi, mezzo secolo in Pubblica
Ricevi gratis le news
1

 Giancarlo Zanacca

Una vita dedicata alla famiglia, al lavoro e al volontariato, che lo ha visto in prima linea per oltre mezzo secolo: è morto a 78 anni Gino Boschi. Originario della «Parma vecchia» aveva vissuto gli anni della giovinezza nel quartiere di via Saffi, dove il padre Antonio svolgeva l’attività di falegname. A quel periodo risalgono le amicizie con i compagni di borgo Torto. Dal 1957 era entrato come volontario nell’Assistenza pubblica, un impegno al quale non era mai venuto meno nel corso di oltre 50 anni di volontariato. 
Un curriculum, il suo, costellato da tanti riconoscimenti. Fu nominato caposquadra il 19 gennaio del 1978. Nel 1976 gli fu conferito il diploma al merito, nel 1984 il diploma con medaglia d’oro. Nel 1992 il presidente della Repubblica gli conferì l’onorificenza di cavaliere al merito della Repubblica Italiana proprio per l’impegno profuso a favore del prossimo nell’ambito del servizio di volontariato svolto alla Pubblica. Nel 2008 ricevette il diploma con medaglia d’oro per i 50 anni di servizio. 
Il coordinatore generale della Pubblica di Parma, Gianpaolo Cadei, lo ricorda come un «volontario molto attivo e amato da compagni di squadra. La Pubblica era una cosa che aveva nel sangue. Anche suo fratello Renato - prematuramente scomparso all’età di 43 anni - fu milite della Pubblica, entrato dopo un anno che era entrato Gino. Una famiglia di dipendenti delle poste. Gino e il fratello Renato facevano i portalettere, anche suo figlio Fabrizio ha deciso di proseguire sulla stessa strada». 
Il comandante del corpo militi volontari, Andrea Camin, aggiunge: «Era una persona un po' d’altri tempi, seria, molto attiva e con un carattere molto affabile. La Pubblica, in particolare la squadra del venerdì notte, sentirà molto la sua mancanza. Qualche anno fa era stato colpito da una grave malattia ma appena si era ristabilito aveva ripreso a fare regolarmente il proprio turno di servizio con l’entusiasmo e l’impegno che hanno contraddistinto i suoi quasi 54 anni di volontariato». 
Agli inizi degli anni Novanta, Gino Boschi si era trasferito da Parma a Madregolo con la famiglia dove viveva con la moglie Bice, il figlio Fabrizio, la nuora Alessandra ed il nipote Iacopo. Era un uomo forte, lo ricordano alcuni madregolesi, che aveva affrontato la malattia con coraggio e determinazione. «Una persona gentile, disponibile». 
Qualche giorno fa si era recato in visita al santuario della Madonna di Fontanellato: poco dopo essere rientrato a casa è stato colpito da un malore. Inutile, purtroppo, il trasporto in ospedale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • paola zaccardi

    08 Febbraio @ 20.03

    ti ricordero sempre con tanto affetto tua cugina paola

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento

GOSSIP

Asia Argento, compleanno con ringraziamento a X Factor. Riammessa?

Corona: in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

MILANO

Corona: (in tribunale con il figlio) in appello pena ridotta da 1 anno a 6 mesi

Lory Del Santo

Lory Del Santo

dramma

Lory Del Santo: "Mio figlio Loren si è tolto la vita"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Verdi Off - La danza verticale “Full Wall” e l'installazione “Macbeth”

SPETTACOLI

Verdi Off - La grande notte in piazza Duomo Tutti gli appuntamenti

Lealtrenotizie

Parma attiva il piano regionale. Stop alle auto più inquinanti

Qualità dell’aria

Parma attiva il piano regionale: da ottobre a marzo banditi anche i diesel euro 4

12 TG PARMA

"Svuotato il conto dalla sera alla mattina": la testimonianza del pensionato truffato Video

anteprima gazzetta

"Visiti siti porno, paga o diciamo tutto": anche a Parma la truffa on line del momento

Varano

E' l'ora della Dallara Academy: due piani di storia, idee e futuro Gallery

70 anni

Maxiraduno: Salso diventa la capitale mondiale dell'Ape Piaggio Le foto

ricordo

In tutte le librerie Feltrinelli, il valzer del Gattopardo dedicato a Inge Video: Parma

consorzio di tutela

Bertinelli: "Troppo falso Parmigiano vogliamo una 'legge autenticità' "''

Dopo il blitz

Residenti e commercianti: «Via Bixio non è una strada di spacciatori. C'è gente tranquilla e belle botteghe»

7commenti

sicurezza

Pd: "Fondi per le periferie, scippo del governo". M5S: "Progetti esecutivi garantiti"

SICUREZZA

Nuove videocamere e altri 7 vigili urbani

2commenti

12 TG PARMA

Incendio a Fontanellato: non si esclude l'origine dolosa del rogo Video

Vigatto

Emergenza viabilità, tangenziale «rimandata»

3commenti

gazzareporter

Viale Vittoria, nuovi cartelli anti-spaccio Foto

1commento

GAZZAREPORTER

Rudo a gogò!

Lo sfogo di un lettore in pieno centro

LA POLEMICA

Sagra della Croce, pochi bagni chimici a Collecchio

messa

La Guardia di finanza di Parma celebra san Matteo, il patrono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Lega, 5 Stelle e progetti di alleanze europee

di Luca Tentoni

EDITORIALE

Sicurezza: nessuno volti le spalle alla città

di Filiberto Molossi

ITALIA/MONDO

milano

Ultimo saluto a Inge, rivoluzionaria fino alla fine Fotogallery

PIACENZA

Si ribalta il trattore, grave un agricoltore di Alseno

SPORT

Moto

Ora è ufficiale: la Fim ritira a Fenati la licenza per il 2018

GOLF: Tour Championship

Molinari, primo giro in sordina. "Ora tocca migliorare" Videointervista

SOCIETA'

hi-tech

Debutta il nuovo iPhone. Fan in coda, ma meno che in passato

milano

Risse e furti, la Questura chiude per 10 giorni i "Magazzini generali"

MOTORI

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno

VOLKSWAGEN

T-Roc diesel, doppio "Porte aperte"