19°

Parma

TgParma - Inceneritore, l'Unione europea apre una procedura d'infrazione

Ricevi gratis le news
7

La decisione della Commissione europea arriva dopo l'esposto degli avvocati Pietro De Angelis e Arrigo Allegri su presunte irregolarità nelle procedure di affidamento dei lavori dell'opera ad Iren. I dettagli nel video del tg (guarda)

GCR: "A RISCHIO I 100 MILIONI RICEVUTI DA IREN DALLA BEI. IL PAI DI PARMA NAVIGA IN ACQUE MOLTO AGITATE". L'associazione Gestione Corretta Rifiuti (GCR) interviene sull'argomento con un comunicato, che pubblichiamo:

"Era il luglio del 2009 quando Iren ricevette un finanziamento della Banca Europea degli Investimenti per portare avanti il progetto del Pai di Parma.

100 milioni di euro ora a rischio, per la procedura di infrazione aperta dall'Europa nei confronti di Iren, colpevole di condurre un progetto senza aver vinto nessuna gara d'appalto.

Il Pai di Parma naviga ora in acque molto agitate.

Il direttore di Iren Viero è stato condannato dalla Corte dei Conti al pagamento di mezzo milione di euro per un danno erariale quando era impegnato in Friuli nel governo Illy. Una delibera del consiglio comunale di Reggio Emilia vieta che cariche in società partecipate possano essere occupate da persone condannate. Quindi il suo posto vacilla: è virtualmente dimesso forzatamente dalla delibera votata a larga maggioranza dai cugini reggiani.

Ma non se la passa meglio il vicepresidente, Luigi Villani, che non parla a nessuno dell'inceneritore ma che è al centro di un fuoco incrociato per le troppe cariche ricoperte. Esposto alla Consob, mozione del consiglio comunale di Reggio Emilia.

Le nubi sul progetto dell'inceneritore di Parma si addensano anche sulla gara d'appalto europea per l'affidamento delle opere edili: un succoso bocconcino da 43 milioni di euro, per costruire sinteticamente degli edifici, delle murature, quindi senza particolari rischi e necessità di tecnologie. La gara che, in periodi di crisi, ci si sarebbe aspettati affollata, vide la partecipazione di una sola società, la CCC di Bologna, un'azienda nell'orbita dei governi regionali in carica. Una curiosa unica proposta, che certo non ha comportato grandi vantaggi per i cittadini mancando totalmente di concorrenza e di confronto dei costi, per trovare la soluzione che facesse spendere meno soldi ai contribuenti.

Ma anche sul fronte della pericolosità dell'impianto in costruzione cresce l'allarme. Una moratoria sulla costruzione degli inceneritori era stata infatti richiesta dall'Ordine dei Medici dell'Emilia Romagna nel 2007, ma messa subito nel cassetto ed ignorata in toto dalla regione. La presa di posizione dei medici aveva scatenato l'allora ministro dell'Industria Bersani, che aveva subito preso le difese degli impianti e accusati di allarmismo i medici. È di oggi invece la puntata di Ambiente Italia (Rai), che ha focalizzato i danni sanitari provocati dall'inceneritore di Brescia, dove un intero quartiere è sottoposto ad uno screening generale per verificare un incremento anomalo delle malattie nei bambini. A Montale invece pare che anche gli sforamenti delle emissioni di diossina nell'impianto di incenerimento locale, dotato naturalmente delle migliori tecnologie, non faccia scattare alcuno stop all'impianto e venga ignorato dalle autorità.

L'Egitto ci sta insegnando come alla fine, molto alla fine di un lungo percorso di soprusi, inganni, angherie, utilizzo del potere a fini personali, il popolo ribolle e va in piazza per rivendicare la propria dignità, a costo della vita.

Speriamo che nel nostro Paese non si arrivi a tanto e che la ragione prevalga.

Fermiamo subito questo progetto, stoppiamo i lavori ad Ugozzolo, prima che i danni siano definitivi. L'impianto immetterà in atmosfera ogni anno oltre 3 tonnellate di Pm 10 in più rispetto ad oggi. È proprio di ieri la grande preoccupazione per la massa d'aria putrida che sta impestando il nostro territorio da giorni.

Pensate che in questa grave situazione si possa aggiungere ancora altro inquinamento?

Dov'è finita la ragione?"
Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • vescovi mara

    13 Febbraio @ 20.38

    Bene! Bella notizia! Bravi voi della GCR e se per una volta la giustizia e la legalità vincessero vogliamo una mega festa in piazza!!!

    Rispondi

    • pier luigi

      14 Febbraio @ 00.02

      la commissione europea si interessa del nostro termovalorizzatore e se ne lava le mani degli sbarchi. Evviva l'europa!!!!! Pensiamo alle polveri sottili, fra qualche anno non avremo più di questi problemi. L'europa non ne ha voluto sapere di Crocifissi e Origini Cristiane e i nostri compagni se ne fanno forza, sono convinti che liberandosi di questi simboli possano andare al potere! L'unica nostra speranza è l'impero sovietico rinato dopo quei sessantanni, non pensiamo all'america con un presidente mezzosangue mussulmano.

      Rispondi

  • Francesco

    13 Febbraio @ 11.36

    ALLORA , PRIMA CHE SIAMO SOMMERSI DALLE BALLE, La procedura d' infrazione aperta dall' Unione Europea non riguarda la costruzione dell' inceneritore in sè e per sè , ma una VIOLAZIONE DELLA PROCEDURA AMMINISTRATIVA, PER CUI LA COSTRUZIONE E LA GESTIONE DELL' IMPIANTO SONO STATE AFFIDATE AD IREN PER CHIAMATA DIRETTA, SENZA UNA PUBBLICA GARA D' APPALTO. UNA VOLTA CHE FOSSE RISPETTATA LA PROCEDURA DELL' APPALTO , PER L' UNIONE EUROPEA , DI INCENERITORI , A PARMA, SE NE POTREBBERO FARE ANCHE QUINDICI ! E' chiaro , poi, che i fumi dell' inceneritore non sono aria pura di montagna (ammesso che esista) , che le alternative ci sono, che bisognerebbe spingere al massimo la "differenziata" e ridurre al minimo l' incenerimento , che, comunque, non potrà essere del tutto eliminato in tempi molto brevi. Per esempio, nella Regione Emilia-Romagna ci sono attualmente otto inceneritori, uno in ogni Provincia. PARMA E' L' UNICA PROVINCIA IN CUI NON C' E'. Siamo sicuri che servano tanti impianti ? Non potrebbe bastare uno ogni due Province , quindi la metà di quelli attualmente attivi ? Nel caso di Parma, non si poteva scegliere un sito che non fosse immediatamente a ridosso della Città, quindi in una zona ad alta densità abitativa, scegliendo piuttosto una località più isolata ? Credo che argomentazioni serie di questo genere avrebbero potuto ricevere più udienza di zufoli, trombette, bandierine e spruzzi di vernice sui muri. E' che, in Italia, purtroppo, la Democrazia non abbiamo ancora imparato ad usarla. La Democrazia non è zufoli, trombette ,bandierine e vernice spray !

    Rispondi

  • jack

    13 Febbraio @ 10.14

    ...io continuerei a scavare per far saltar fuori tutto quanto. gli utenti/clienti di iren hanno il diritto di sapere la verità...trasparernza

    Rispondi

  • zub

    12 Febbraio @ 22.10

    oppala vuoi vedere che prima o poi un ingranaggio si incastra e salta tutto il giochino...ma senza inceneritore come fa il comune a pagare con gli utili di iren i debiti di stt ?? beh semplice con gli utili della vendita della differenziata... :)

    Rispondi

  • Eagle18

    12 Febbraio @ 20.56

    Molto bene! Deve saltare tutto, visto che soluzioni alternative ci sono eccome!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Selfie in montagna e maltempo d'agosto: Gazzareporter, ecco le foto premiate

INIZIATIVA

Selfie in montagna e maltempo: Gazzareporter, ecco le foto premiate

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Rocco Casalino

TELEVISIONE

A Rocco Casalino il primo Tapiro d'oro della nuova stagione di Striscia la notizia

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

fashion week

Federica Pellegrini "Divina", incanta le passerelle di Milano - Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

GAZZAFUN

10 edifici scolastici della nostra città: li riconosci tutti?

Lealtrenotizie

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

Si è attivato anche l'elicottero del 118

INCIDENTE

Paura a Soragna per un bimbo in bicicletta urtato da un'auto

incidente

Schianto contro un'auto a Collecchio: grave un motociclista

guardia di finanza

Frode fiscale internazionale, coinvolto anche il Basket Parma

Fra i 16 indagati c'è l'ex presidente Bertolazzi. Sequestro per 25 milioni. Ecco come funzionava il sistema di sponsorizzazioni

FATTO DEL GIORNO

Lavori in viale Europa: molti disagi

2commenti

controlli

Ponte Taro: otto in una notte alla guida sotto l'effetto di alcol o droga

1commento

via emilio lepido

Ladri nella notte da Pittarosso: sparita la cassaforte

PRIMO PIANO

I negozi e la domenica: "Aperti, sono comodi", "no, meglio stare in famiglia" Videoinchiesta

Viaggio tra commesse, clienti, negozianti: ecco cosa pensano della proposta del ministro Di Maio di chiudere gli esercizi la domenica

Varano Melegari

Mirko Reggiani, morire a 42 anni

LUTTO

Addio alla prof Bacchi, una vita per la scuola

VIA TOSCANA

Il rumore dei treni? Fuori legge notte e giorno

4commenti

INTERVISTA

I fotografi svelano i "segreti" delle chiese di Colorno. In attesa del "PhotoLife"... 
Video Foto

L'associazione Color's Light compie 30 anni e propone la mostra "Le chiese di Colorno" in Reggia

Lavori

Ponte sul Taro, arrivano i droni

Golf

Molinari presenta la Ryder Cup che si gioca questa settimana a Parigi Video

lesignano

Incidente sulla pista da motocross: è gravissimo

GAZZAREPORTER

Pratospilla, un altro porcino gigante

Via Mantova

Dopo l'incidente, i residenti insorgono: «Qui tutti corrono troppo»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le offese a Giulia e l'odiatore che è in noi

di Anna Maria Ferrari

1commento

EDITORIALE

Il dovere di restituire. La lezione di Dallara

di Michele Brambilla

ITALIA/MONDO

REGGIO EMILIA

Tentò di stuprare la figlia di 11 anni: condannato a 4 anni e 8 mesi

GENOVA

Tredicenne litiga con la mamma, si butta dal balcone e muore

SPORT

CICLISMO

Il Giro d'Italia 2019 partirà da Bologna. Crono-prologo sul monte di San Luca

Pallavolo

Italia nel girone con Serbia e Polonia

SOCIETA'

curiosità

Parma-Brescia, una volta scesi dal treno... il confronto tra le stazioni Foto

1commento

parma centro

Con "S-Chiusi in galleria" il teatro riapre i negozi sfitti

MOTORI

ANTEPRIMA

Finalmente e-Tron: l'elettrico secondo Audi Fotogallery

RESTYLING

Jeep: è l'ora del nuovo Cherokee. La vera novità? Costa meno